Portae inferni non praevalebunt

lundi 18 août 2008

Première « martyre chrétienne » en Arabie saoudite
Publié par Muhend-Christophe Bibb le lundi 18 août 2008 / 19:36 :: 10820 Vues ::Article Rating:: Informations, Persécutions...

 L'article original est du site Aafaq.org, transmis et traduit par le site MediaArabe.info, signalé par notre soeur Nicole M. (merci à elle pour sa vigilance).
La jeune femme s'appelle Fatima Bint Mohammed Ben Othman Al-Matiri (26 ans): ayant eu une discussion avec sa mère et son frère, elle a défendu Jésus Christ. Son frère a découvert sur son ordinateur des textes qu’elle avait écrits concernant sa nouvelle religion, et des louanges au Christ.
"La jeune Fatima participait, sous plusieurs pseudonymes, à des forums de Chrétiens et de néo-convertis, notamment des Coptes. Elle défendait « la liberté religieuse et de la foi », critiquant l’islam et son hégémonie.
C'est ainsi qu'elle a comparé le Christ au Prophète Mohammed, louant les prêches pacifiques de Jésus et dénonçant la vie controversée de Mahomet... Son frère, membre de la milice islamique, n’a pas supporté le comportement de sa sœur. Il s’est alors acharné sur sa victime, ne lui laissant aucune chance de survie.
Peu avant son meurtre, et en apprenant que son cas venait d’être dévoilé, la jeune Fatima avait écrit son dernier message au forum des « Chrétiens arabes », faisant état de sa peur. Mais elle a rassuré ses lecteurs que « Jésus était sa lumière et sera son compagnon », et qu’elle ne craignait rien. De ce fait, Fatima aura été la « première martyre chrétienne d’Arabie saoudite ».
Si la date de cet assassinat n’est pas précisée, il n’en demeure pas moins que l’assassin est actuellement en détention, et les autorités tentent d’étouffer l’affaire par crainte de la réaction de l’opinion internationale. En effet, de telles révélations sont dommageables et l’image de l’Arabie saoudite pourrait en pâtir si la communauté internationale s’emparait de ce meurtre. Les proches de la victime tentent de leur côté de présenter le meurtre comme une affaire de mœurs. Mais le fait que plusieurs sites internet s’en soient emparés risque de porter préjudice au pouvoir saoudien et à l’institution religieuse. Les wahhabites, qui financent les conversions à l’islam à travers le monde, et notamment en Europe (religion du pardon et de la miséricorde, disent-ils), et qui défendent le droit des musulmans dans les pays non-islamiques, ont une autre vision du pardon et de la miséricorde et l’applique avec le sabre dans leur propre pays et au sein de leurs familles. Un bel exemple de piété.
Traduction et synthèse de Randa Al Fayçal


Informations
Réduire
Première « martyre chrétienne » en Arabie saoudite

Des enfants chrétiens sont crucifiés pour inciter leurs parents à quitter le pays

Persécution en Grande-Bretagne de musulmans devenus chrétiens

Harcèlement de la jeune Habiba Kouider

LE MESSIE ET SON PROPHETE...

Situation des Chrétiens en Algérie

SILENCE!!! On tue des chrétiens en Inde, en Irak et...

Père Avril: 60 ans de sacerdoce

Un fils du Hamas converti au christianisme

Le témoignage d'un missionnaire sur les convertis en terre d'islam

Le peuple de Lybie massacré par Kadhafi

ALGERIE : ENTREE EN APPLICATION DES LOIS SUR LES CULTES NON MUSULMANS

Mahomet n'aurait pas existé, selon Muhammad Sven Kalish

Attentat dans une église de Bagdad: 58 morts et 78 blessés

Soudan appel à l'aide: chrétiens enlevés et crucifiés

En religion pas de contrainte! (Coran sourate 2, 256)

AFP: Les conversions au christianisme crispent les islamistes

C'est pour rire : l'Algérie mieux que l'Enfer...

Saint Augustin de Pavie à Souk-Ahras…

Procès d'un Egyptien demandant d'être reconnu chrétien ce 2/09

Des voix s'élèvent pour dénoncer la persécution des chrétiens

Le rabbin et le Messie

Ce qu'a vraiment dit le pape en Afrique

Nouvel archevêque pour ALGER, en remplacement de Mgr Teissier

La Croix est-elle sur le point d'être mangée par le Croissant en Orient?

La Sharia et la loi Anglaise: Une Europe Affaiblie abandonne l’humanisme

Merci à Marie, en cette veille de l'Assomption!

L’évangélisation, appel à la liberté, le prosélytisme, contraire au christianisme

Le Pape va baptiser un musulman

Loué sois-Tu Seigneur pour frère Charles

« Pais mes agneaux… Pais mes brebis ! »

Après la mort de Jean-Paul II ...

EGLISE BRÛLEE A TIZI-OUZOU (Algérie)

La Kabylie est punie...

Un dialogue de sourds…

Le nouvel archevêque d'Alger

Culte chrétien empêché à TIZI OUZOU

Nomination du nouvel évêque de Constantine et d'Hippone

Soutien intellectuel envers les chrétiens d'Algérie

Ali Agça dit avoir abjuré l'Islam

Le Hamas saccage une église, une école et un couvent à Gaza

Les chrétiens de Gaza

Au Sri-Lanka qui persécute-t-on, au Maroc qui expulse-t-on?

Le Vatican insiste sur la réciprocité dans le dialogue islamo-chrétien

Le Dieu de la Bible est-Il celui du Coran?

TUTTSRA INEM FELLANEGH !

Bienvenu au Président Barack Obama...

Chers amis et frères en Christ,

L'Islamisme, l'évangélisation, le geste du Pape du 22/03 et l'Algérie

Au Maroc évangéliser est un délit

Un notable chiite dit tout haut ce que beaucoup pense tout bas

Homélie de Mgr Rey sur les attaques médiatiques contre l'Eglise

Incroyable: la peste noire en Kabylie!

Traduisez donc le Coran en berbère!

Le Vatican répond aux critiques concernant le baptême de Magdi Allam

Le nouveau Forum est arrivé !! Venez vite le découvrir ...

Les 4 chrétiens devant le juge ce 28/11 en Algérie

Rencontrer Jésus… cœur à cœur !

Aman d laman, la foi passe par l'eau

L'Algérie et la liberté de culte

ALLELUIA!!! pour Noël et pour cette bonne nouvelle:

Bonnes fêtes de Pâques!!!

Avec les saints qui nous ont précédés

Appel pour nos frères chrétiens du Maroc

Les chrétiens, ex-musulmans, ne veulent plus se cacher

Mais on tue aussi des Algériens en Afrique du Sud

Les BRÛLEURS algériens

MISE AU POINT à "la christianophobie algérienne"

Une fondation contre l’évangélisation

Sa Sainteté Benoît XVI défend l’universalité des droits humains à l’ONU.

Un deuxième otage chrétien tué par les Talibans

Aux visiteurs de bonne volonté.

Malaisie: l'usage du mot "Allah" interdit aux non-musulmans et à l'Eglise catholique...

Pakistan: persécutions (Complément à l'article du 02/08/09)

L'ALGERIE épinglée pour les libertés religieuses

Mil Mougenot en concert le 26/05/07

Le SYNODE AFRICAIN a pris fin hier

Association "le 3ème jour"

Je pleure avec vous...

Bonne nouvelle!

PITIE SEIGNEUR !!!

À LINDA

AGHRIBS, en Kabylie, ne veut pas du Salafisme

Le COURAGE et la honte

Le père Ghislain Mulumbu nous a quitté.

SACRILEGE: Profanation de l’Eucharistie en Malaisie

Il y a ceux qui découragent et ceux qui encouragent.

L'Arabie Saoudite veut expulser les travailleurs Coptes

Congratulations, espérances et prières !

INVITATION À LA MEDITATION

20000 musulmans assiègent une église en Égypte

Pakistan: Viol et assassinats de femmes et de jeunes filles chrétiennes

Pakistan : six chrétiens tués pour avoir "profané" le Coran. Accusation sans fondement.

Irak : Les chrétiens sont abattus sur place (article mis à jour)

MERE QABEL à CHARTRES

WAJIHA, retenons le nom de cette Saoudienne

ACHARNEMENT sur les COPTES en EGYPTE

L'archevêque d'Alger, Mgr BADER demande l'abrogation de la loi de 2006

INVRAISEMBLABLE!

Nouvelle attaque meutrière contre les Coptes

Le Vatican et l'Islam...

L'insulte, autre forme de persécution, en France même

ADIOS ALGERIA, VIVA ESPAÑA!!!

Il est tout sauf catholique, sauf chrétien fondamentaliste...

Assassinat d'un chrétien syro-catholique malgré le paiement d'une rançon

À Dominique et à un certain nombre d’amis.

Diffusion de l'Appel des Chrétiens du Monde Musulman

Persécution des chrétiens au Pakistan.Voeux du Vatican pour la fin du Ramadhan

VOTATION SUISSE (suite)

Quand on admire l'Occident en Arabie Saoudite...

Un musulman dénonce les persécutions antichrétiennes

Nouveau déchaînement antichrétien au Nigéria: plus de 500 morts

NUL N'EST DE TROP dans l'EGLISE

Coran en Tamaziγt : ingérence wahhabite en Kabylie

Construction d’édifices musulmans en Europe, catholicisme des caves en Algérie.

14 siècles après, on cherche toujours à islamiser la Kabylie

Le discours du pape à l'université de Ratisbonne.

Christianophobie algérienne >> Voir mise au point du 19/07/09

Algérie: silence on tue, mais allez voter!

Le pape dénonce les persécutions contre les chrétiens

CONTRE INFORMATION

Merci à la Norvège qui interpelle l'Arabie Saoudite!

ASIA BIBI a passé son 2ème Noël en prison

Les régimes arabes ont passé des années à spolier leurs pays

Le pouvoir, en ALGERIE, veut contrôler INTERNET

De l'Islam à l'orthodoxie

Devenir musulman?

Nouveau procés de chrétiens en Kabylie

Informations sur les églises de BEJAIA par Mustapha

Convocation d'un synode spécial sur le Moyen-Orient

Jésus bafoué en France

Les catholiques sont-ils encore des citoyens à part entière?

Le cardinal Tauran au Pakistan pour ASIA

Colloque à Alger sur la liberté religieuse

Votation suisse: peur ou courage?

Gloire à Dieu et paix aux hommes de bonne volonté!

Le Pape demande la réciprocité aux musulmans

Le chef libyen à Rome provoque le Pape et l'Italie

Mgr Bader, archevêque d'Alger: peut-on dialoguer si nous sommes des infidèles?

C'est ça... la jeunesse algérienne!

Les autorités algériennes, en Kabylie, refusent la liberté de culte

SOS libertés en Algérie

Les 8 non-jeûneurs relaxés

À BON ENTENDEUR SALUT!

Régenérer la société koweïtienne par des esclaves à peau blanche

Lettre ouverte à Luc Chatel, ministre de l'éducation

RAMADAN, parlons en...

Des Pieds-Noirs sont caillassés à Nîmes

Islam et intelligence des musulmans

Bravo à l'Oeuvre d'Orient


YouTube

YouTube

557967 iscritti
68363661 visualizzazioni video

Satanismus ist die Macht des IWF für die Vernichtung Israels: dh jede menschliche Wert. Ich tue es nicht: Menschenopfer: der Kinder: auf dem Altar des Satans! Satanisten sind alle Amerikaner: Institutionen: die gleiche Regierung: USA, CIA, Freimaurerei, jüdischen Lobbys des IWF! Wenn Sie nicht zu stoppen: zu Spam? Ich werde Ihnen auszutreiben, in Jesu Namen begone Satanisten: von Rothschild, und: Bush 322!. Idioten! Es ist nicht Mohammed: Die wahre Muslim:! WARUM er ein schlechter Verbrechen war ! Abraham war ein wahrer Muslim hier ist warum: wo kommen: Saudi-Arabien das Geld (Ihre Verbündeten), wird der Islam schlecht! Sie sind das Schlimmste Mörderin: nur in Syrien: alle Religionen lebten als Brüder, erstens, das kam euren bösen, dh dem Imperialismus Freimaurer, des Bankwesens Seigniorage: Der IWF (Großer Satan)! das Schlimmste: Mörderin Satanisten: in Saudi-Arabien (kleine Satan)? sind nur Ihre Verbündeten!

American is not satanists, why satanists only are criminals: but, they have seized power through the masonry.. Ron Paul is my fried

el satanismo es el poder del FMI para destruir a Israel: es decir, cualquier valor humano. Yo no hago: el sacrificio humano: de los niños: en el altar de su Satanás! Los satanistas son todos de América: las instituciones: el Gobierno de la misma: EE.UU., la CIA, la masonería, los grupos de presión judíos del FMI! Si no se detienen: al spam? Yo te exorcizar, en nombre de Jesu los satanistas: Begone de Rothscild, y: 322 Bush!. IDIOTAS! No es MOHAMMED: El verdadero musulmán: ¿POR QUÉ SE FUE UN CRIMEN MALO! ! Abraham era un verdadero musulmán he aquí la razón: donde vienen: el dinero de Arabia Saudita (sus aliados), el Islam se convierte en malo! Usted es la peor asesina: sólo en Siria: todas las religiones vivieron como hermanos, en primer lugar, que llegó a su mal, es decir, el imperialismo masónico, de la banca señoreaje: el Fondo Monetario Internacional (Gran Satán)! los peores: los satanistas asesina: en Arabia Saudita (pequeño Satán)? son sus aliados!

satanisme est le pouvoir du FMI pour détruire Israël: c'est à dire toute valeur humaine. Je ne fais pas: le sacrifice humain: des enfants: sur l'autel de votre Satan! Satanistes sont tous américains: les institutions: le gouvernement même des Etats-Unis, la CIA, la franc-maçonnerie, les lobbies juifs du FMI! Si vous ne vous arrêtez pas au spam? sur ma page? Je vais vous exorciser; au nom de Jesu satanistes Sus de Rothscild, et Bush 322!

après? vous commencez à sentir mauvais! IDIOTS! Il n'est pas MOHAMMED: Le vrai musulman: pourquoi il était un CRIME BAD! Abraham était un vrai musulman voici pourquoi: où viennent: l'argent de l'Arabie saoudite (vos alliés), l'islam devient mauvais! Vous êtes les pires satanistes meurtrière: il suffit de en Syrie: toutes les religions vivaient comme des frères, d'abord, qui est venu ton mal, c'est à dire, l'impérialisme maçonnique, de la banque seigneuriage: le FMI (Grand Satan)! d'ailleurs? le pire: les satanistes meurtrière en Arabie Saoudite (petit Satan)? ne sont que vos alliés!

Satanism is the power of the IMF for destroy Israel: ie any human value, no! not me, I do not do: human sacrifice: of your children on the altar of Satan! Satanists are all American: institutions: the examination of the U.S. Government, CIA, freemasonry: 322, 666, Jewish lobbies of the IMF! If you do not stop to spam? on my page? I will exorcise you, in Jesu's name! Begone Bush Satanists of Rothschild and 322 ... after? you begin to feel bad! IDIOTS! It is NOT MOHAMMED: THE TRUE MUSLIM: WHY HE WAS A BAD CRIME! Abraham was a TRUE MUSLIM! Here's why: where: how: Saudi Arabia's money (your Allies 666), Islam Becomes bad! You are the worst murderess Satanists: just in Syria: all religions lived as brothers, first, That CAME your evil, ie, Masonic imperialism, of seigniorage banking: the IMF (Great Satan)! incidentally? the worst offenders: murderess Satanists in Saudi Arabia (little Satan)? are just your Allies!
no! not me, I do not do: human sacrifice: of children on the altar of your Satan! no! You are the worst murderess satanists: just in Syria: all religions lived as brothers, first, that came your evil, ie, imperialism Masonic, of banking seigniorage: the IMF (Great Satan)! incidentally? the worst offenders: murderess satanists in Saudi Arabia (little Satan)? are just your allies!
  • Islam's Sharia law, of the Salafis, Islamists, Muslim brothers, etc. .. ? sure, is worse, than, the Nazis! and it is this: the reason: of the IMF, to do the 3 ° WW nuclear, to destroy all religions, and to raise the Satanism, in all the world! but, this is one reason that Rothschild has built, because the Saudis are idiots! but the true Islam, is holy and peaceful, like any other religion! If the Illuminati and the Freemasons, ie, the most evil men the world, they have taken: control of the people, because, we do not think that even more bad Muslims, have seized control of Islam?
  • NightDarothic
    NightDarothic ha pubblicato un commento
    9 minuti fa
    Allah is Satan, Islam is Worst Than Nazism.
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    12 minuti fa
    [ John 6; John 1-15 : Jesus Feeds the Five Thousand ] 6, Some time after this, Jesus crossed to the far shore of the Sea of Galilee (that is, the Sea of Tiberias), 2, and a great crowd of people followed him because they saw the signs he had performed by healing the sick. 3, Then Jesus went up on a mountainside and sat down with his disciples. 4, The Jewish Passover Festival was near. 5 When Jesus looked up and saw a great crowd coming toward him, he said to Philip, "Where shall we buy bread for these people to eat?" 6 He asked this only to test him, for he already had in mind what he was going to do. 7, Philip answered him, "It would take more than half a year's wages[a] to buy enough bread for each one to have a bite!"
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    12 minuti fa
    [ John 6; John 1-15 : Jesus Feeds the Five Thousand ] 8, Another of his disciples, Andrew, Simon Peter's brother, spoke up, 9, "Here is a boy with five small barley loaves and two small fish, but how far will they go among so many?" 10, Jesus said, "Have the people sit down." There was plenty of grass in that place, and they sat down (about five thousand men were there). 11, Jesus then took the loaves, gave thanks, and distributed to those who were seated as much as they wanted. He did the same with the fish. 12, When they had all had enough to eat, he said to his disciples, "Gather the pieces that are left over. Let nothing be wasted." 13 So they gathered them and filled twelve baskets with the pieces of the five barley loaves left over by those who had eaten.
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    13 minuti fa
    [ John 6; John 1-15 : Jesus Feeds the Five Thousand ]14 After the people saw the sign Jesus performed, they began to say, "Surely this is the Prophet who is to come into the world." 15 Jesus, knowing that they intended to come and make him king by force, withdrew again to a mountain by himself. @ Jew: because: hate a person like that: good, an your own brother? the feelings of Jesus to the people are wonderful, because: while he was fasting: for himself (his Ramadan): then he sfamava the hungry crowd!
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    20 minuti fa
    if governments do not hear my voice? nobody's life will be safer around the world!... se i governi non ascolteranno la mia voce? la vita di nessuno: sarà più al sicuro in tutto il pianeta! Obama - your satanists. that: you have infiltrated into google? they have stolen: block, from me, ADSL, this is the respect that you have of the 1: AMENDMENT! Obama -- i tuoi satanisti. che: tu hai infiltrato in google? loro hanno sottratto a me la ADSL; questo è il rispetto che, tu hai del 1°: EMENDAMENTO! [(hanno bloccato nuovamente la mia ADSL)]
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    31 minuti fa
    [Power unius rei: is the faith in universal brotherhood] evil of satanists Americans (Great Satan) FMI: and Sharia (the little Satan) is very big ! this is evident to all! their goal is the destruction of Israel! to subdue all peoples in one bondage! and this I have already made ​​through the IMF!
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    34 minuti fa
    Unius REI: is love that is present: in all religions! my philosophy is that of Buddha and of Gandhi [Power unius rei: is the faith in universal brotherhood]
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    36 minuti fa
    [Power unius rei: is the faith in universal brotherhood] Ephesians 4, Unity and Maturity in the Body of Christ! 4 As a prisoner for the Lord, then, I urge you to live a life worthy of the calling you have received. 2 Be completely humble and gentle; be patient, bearing with one another in love. 3 Make every effort to keep the unity of the Spirit through the bond of peace. 4 There is one body and one Spirit, just as you were called to one hope when you were called ; 5 one Lord, one faith, one baptism; 6 one God and Father of all, who is over all and through all and in all. --ANSWER--> ONE God: YHWH! one Jewish Temple: freedom of religion for all! or die in WW 3 ° nuclear! This is an appeal to Muslims, Hindus, Buddhists and Communists
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    43 minuti fa
    MarlaMarleen -- God bless you Maria: too blessings
  • [power unius rei : the fait in universal brotherhood ]2 Kings 4:42-44 Feeding of a Hundred 42 A man came from Baal Shalishah, bringing the man of God twenty loaves of barley bread baked from the first ripe grain, along with some heads of new grain. "Give it to the people to eat," Elisha said. 43 "How can I set this before a hundred men?" his servant asked. But Elisha answered, "Give it to the people to eat. For this is what the Lord says: 'They will eat and have some left over. '" 44 Then he set it before them, and they ate and had some left over, according to the word of the Lord.
  • MarlaMarleen
    MarlaMarleen ha pubblicato un commento
    45 minuti fa
    I'm sure Obama will get his lesson. Check out the videos of Michelle, before his first candidacy. They unmask this 'lady'. The second Angela Merkel. Now it's late, see ya
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    46 minuti fa
    shalom + salam = blessings to all Religions and to all Peoples! die satana! This is the chice the Word of God, today, God works miracles, very happy when we do not think selfishly to us, but we ask the happiness and welfare of all mankind questo chice la PArola di Dio oggi, Dio fa i miracoli, molto volentieri quando non pensiamo egoisticamente a noi, ma, chiediamo la felicità, e il benessere di tutto il genere umano
  • MarlaMarleen
    MarlaMarleen ha pubblicato un commento
    50 minuti fa
    Be blessed @ UniusRei3
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    52 minuti fa
    I have already been to church! I go to Mass every Sunday! But, Obama is a murderess, a true Satanist of Mason, in fact, witchcraft is taught in American schools: while every Christian symbol was denied, in fact, he has publicly made ​​it impossible to out-source the Christian religion: he has done everything to damage Christianity is why cannibalism of Satanists: is spreading throughout all society, as a cancer!
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    1 secondo fa
    Thank you MarlaMarleen: to you, and to all people good! Thank you for your high level of civility and responsibility, but we must say that our leaders as Masons, have wanted to train a generation of monsters and Satanists, all hatred for Jesus Christ! because they are the sons of darkness! but the extent of Wrath of God, is coming to its height: is the end! will end. very early, the bad life, of this vicious of evil 322 666, accomplices of all thieves satanists criminals of the IMF!
  • MarlaMarleen
    MarlaMarleen ha pubblicato un commento
    9 minuti fa
    Good morning from Germany I'm confused, once again new fakes. you've enjoyed no education. Scatological language disgusts me You want be taken seriously? Without manners? Greeting at UniusRei3 and other reasonable user
  • MarlaMarleen
    MarlaMarleen ha pubblicato un commento
    11 minuti fa
    Thank you youtube / google :-( Since days now I'm reading things on my home that I'm not interested. Before I get real exciting information about some selected channels, I've to read every amount of (for me) uninteresting statements. The result is that I announcing some subscriptions. It sucks.
  • NoahTheNephilim
    NoahTheNephilim ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    hallelujah --> [unius rei] My anger burns in the mouth of hell all the sons of darkness! alleluia la mia ira brucia sulla bocca degli inferi tutti i figli della oscurità! alleluia
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    AttackYourTube - your father is a piece of shit! I will tear down everything that Satan is here because the IMF will no longer exist! - tuo padre è un pezzo di merda! io demolirò tutto quello che è di satana: ecco perché il FMI non potrà più sussistere!
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    Matthew 16,23 Qui conversus dixit Petro: "Vade retro me Satana Tu autem impedit animum ne humana divinis. " Matthew 16.23 But he turned and said to Peter, "Get behind Me, Satan! You are my downfall, because you did not mind the things of God, but the things of men. "
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    Crux sancta sit mihi lux / Non draco sit mihi dux Vade retro satana / Numquam suade mihi vana Sunt mala quae libas / Ipse venena bibas (Italiano) Croce santa sia la mia luce, non sia il drago la mia guida, retrocedi, Satana, non tentare mai di persuadermi, sono cose vane, sono cose male quelle che offri, bevi tu stesso i veleni. La locuzione latina Vade retro Satana, tradotta letteralmente, significa "Arretra Satana", oppure "Vai indietro, torna indietro Satana".
  • AttackYourTube
    AttackYourTube ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    Satan is my father
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    Vade retro satana ("Go back, Satan" or "Step back, Satan") is a Medieval Catholic formula for exorcism, recorded in a 1415 manuscript found in the Benedictine Metten Abbey in Bavaria[1][2] and its origin is traditionally associated with the Benedictines. In current Catholic tradition, the formula (sometimes reduced to the vade retro verse) is used to repel any possible evil thing or happening, as a "spoken amulet". The initials of this formula (VRSNSMV SMQLIVB or VRS:NSMV:SMQL:IVB) have often been engraved around crucifixes or Catholic Saint Benedict Medals at least since 1780
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [unius rei king of israel] The phrase vade retro satana (often spelled vade retro satanas, or sathanas) is also used as a witty or scholarly prose device, dissociated from its religious implications, to express strong rejection of an unacceptable (but possibly tempting) proposal, or dread of some looming menace. Namely, in the sense of "do not tempt me!", "I will have nothing to do with that", "will someone deliver us from that", and so on
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    Crux sancta sit mihi lux / Non draco sit mihi dux Vade retro satana / Numquam suade mihi vana Sunt mala quae libas / Ipse venena bibas In approximate translation: "Let the Holy Cross be my light / Let not the dragon be my guide Step back Satan / Never tempt me with vain things What you offer me is evil / You drink the poison yourself."
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [Portae inferni non praevalebunt] verba Jesus ad apostolus Petrus: tu es Petrus, et eximius hanc petram aedificabo ecclesiam meam, et portae praevalebunt inferno non. Verba Jesus ad apostolus Petrus (eius Divinum Benedictus XVI): tu es Petrus, et eximius hanc petram aedificabo ecclesiam meam, et portae inferni non praevalebunt -----> portae inferi non praevalebunt ] Parole di Gesù all'apostolo Pietro: tu es Petrus, et super hanc petram aedificabo ecclesiam meam, et portae inferi non praevalebunt . Parole di Gesù all'apostolo Pietro (Sua Santità Benedetto XVI): tu es Petrus, et super hanc petram aedificabo ecclesiam meam, et portae inferi non praevalebunt
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    @hallelujah GOD JHWH my Allah --> [unius rei] Jesus knows that Peter's answer: do not come directly from him ... and the gates of hell shall not prevail against it "(Mt 16, 18) Gesù sa che questa risposta di Pietro: proviene non direttamente da lui ... e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa" (Mt 16, 18)



             I martiri cristiani nel Terzo millennio
        
    Si stima che 250 milioni di cristiani (cattolici, protestanti, ortodossi e di altre confessioni) vivano quotidianamente rischiando la propria vita.

    La World Christian Encyclopedia informa che ogni anno muoiono per la fede in Gesù circa 160.000 persone: quest'ultima cifra è probabilmente eccessiva, ma non manca chi la ritiene sottostimata.

    Michael Horowitz, ebreo, denuncia: "Oggi, le comunità cristiane minoritarie sono diventate il bersaglio prediletto del radicalismo islamico e dei rimanenti regimi comunisti.

         Il silenzio e l'indifferenza delle élites occidentali di fronte alle aggressioni violente, ai saccheggi, alle torture, agli arresti, alle riduzioni in schiavitù, alle uccisioni e alle crocifissioni delle sempre più vulnerabili comunità cristiane, ancor più fa fremere le mie ossa e il mio istinto di ebreo".

         Questi cristiani, sono persone il cui attuale destino può facilmente diventare il nostro se noi restiamo indifferenti alla loro sorte".

         Queste citazioni sono riportate da Antonio Socci nel volume "I nuovi perseguitati" (ed. Piemme), al fine di renderci consapevoli delle persecuzioni attualmente subite in diverse zone del mondo dai credenti in Cristo, nell'indifferenza pressoché generalizzata da parte dell'Occidente.

         Non mancano tuttavia opinionisti sensibili alla gravità del fenomeno: per la stampa laica troviamo:
          Ernesto Galli della Loggia, autore della prefazione del libro in questione,    Paolo Mieli del "Corriere della Sera",
         Sandro Magister, vaticanista de "L'Espresso".

         Socci parla dei massacri di cristiani compiuti durante il secolo scorso dai totalitarismi, insieme ai genocidi pressoché dimenticati dell'Armenia a inizio `900, del Messico negli anni '20 e della Spagna negli anni '30.

    L'autore si serve in proposito degli studi di:
          Andrea Riccardi ("Il secolo del martirio", ed. Mondadori) e Robert Royal.

         Si passa quindi a un dettagliato reportage sulle vessazioni compiute ai nostri giorni contro i cristiani negli Stati a maggioranza musulmana (Arabia Saudita, Pakistan, Indonesia, Nigeria, Sudan), compresi quelli ritenuti moderati e la cui legislazione è ispirata sulla carta al rispetto dei diritti umani (Egitto, Turchia).

         Si giunge poi ad esaminare le repressioni compiute nelle Nazioni dove siedono al potere regimi comunisti: tra essi spicca la Cina.

    Quali sono i motivi di tutto questo?
    Conosciamo, da parte occidentale, l'esistenza di interessi economici e commerciali gravitanti attorno al vasto mercato cinese e ai giacimenti petroliferi presenti in diversi Paesi islamici.

         Tali interessi conducono a mettere in secondo piano le violenze perpetrate da tali regimi.


         Un altro fattore è il secolarismo anticristiano, che da molto tempo caratterizza la nostra civiltà.

         Il musulmano iraniano Amir Taheri, in esilio dopo l'ascesa di Khomeini, è sconcertato nel vedere come l'Occidente critichi spesso il cristianesimo, senza adottare un uguale metro di giudizio per l'islamismo.

         Taheri ammonisce: "Questo fa molto male all'Islam.

         Ci trattate con condiscendenza come bambini e poi vi lamentate se questi bambini viziati diventano irresponsabili e violenti".
         E non può mancare il conformismo "politically correct", che non risparmia nemmeno diverse comunità religiose occidentali.

         Tuttavia, le responsabilità non stanno solo da un lato non vanno affatto assolte.
         Le teocrazie regnanti in Africa e in Asia, che disconoscono la libertà di culto, la dignità della donna e dell'individuo, e presentano strutture pre-medievali prive di un'assemblea parlamentare.

         In questi Paesi, le oligarchie al potere si appropriano dei proventi petroliferi, relegando gran parte dei sudditi nella povertà, addebitandone la causa esclusivamente al Nord del mondo, suscitando così diffuse simpatie per il terrorismo a base religiosa.

         Nel Sudan, dove è in atto da decenni una feroce persecuzione contro la minoranza cristiana e animista da parte del governo islamico di Khartoum, il petrolio è stato scoperto solo tre anni fa.

         E ancora: come potrà l'ONU mettere fine alle ingiustizie quando nella sua Commissione per i diritti umani siedono Cina, Vietnam, Cuba, Libia e Sudan?

    Nonostante tutto, Antonio Socci scorge una speranza nel grande incontro di Assisi del 24 gennaio 2002, in occasione del quale Giovanni Paolo II ha auspicato l'immediata cessazione di ogni tipo di violenza, specie se praticata in nome della fede, sollecitando i leader religiosi a "sconfessare e isolare quanti strumentalizzano il nome di Dio per scopi o con metodi che in realtà lo offendono".

         Il Papa ha inoltre più volte invitato, nei propri discorsi, i capi di Stato a rispettare la libertà religiosa e la dignità umana.

    "I nuovi perseguitati" è un'opera chiara e obiettiva, in quanto riporta un esame scevro da sommarie generalizzazioni degli aspetti politici, economici e culturali che stanno all'origine dell'attuale martirio di molti cristiani.      Marco Cingolati
     


     http://web.tiscali.it/martiri

    Grazie!
    Come potremmo non essere riconoscenti alla dottoressa Pia Maria Vincenti Guzzi per la sua dedizione, ac­compagnata da vero spirito di sacrificio, volta a non far cadere nell'oblio la drammatica storia di Vanja Moiseev, una vicenda che ha fatto il giro del mondo svegliando l'interesse per la Chiesa Perseguitata oltre la Cortina di Ferro.

                                               
    L'ateismo soffocante e tiranno dei Paesi dell'Est per ben settant'anni ha ridotto allo stremo la chiesa cristiana di ogni confessione, così come i seguaci di qualunque credo religioso che sotto quel regime osassero praticare la propria fede.                                  

    In quel clima di terrore, tra i tanti, innumerevoli credenti imprigionati e torturati per la loro fede, venne alla luce la figura ingombrante del Pastore Richard Wurmbrand, che dopo 14 anni di carcere e di torture in Romania, suo Paese natale, fu 'venduto' con la moglie Sabina e il figlio Mihai a una Missione Evangelica Norvegese, die­tro un compenso di 2.500 sterline.

    A Washington, nel maggio 1966, l'audace Richard Wurmbrand testimoniò di fronte alla Sottocommissione della Sicurezza Interna del Senato Americano e si svestì fino alla vita per mostrare ben diciotto profonde cicatrici che coprivano il suo corpo:
    il risultato delle tor­ture subite.
     La sua storia vissuta fece il giro del mondo; con ampi spazi ad essa dedicati in tutti i mass-media, e lo stesso Wurmbrand assunse la voce della Chiesa Perseguitata nei Paesi a regime comunista, fondando la Missione per la Chiesa Perseguitata, un'organizzazione rappresentata in più di cinquanta nazioni, che sostiene coloro che soffrono per la propria fede.

    Anche l'Italia ha la sua diramazione della fondazione del pastore Richard "Wurmbrand, che da anni opera con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica e anche di aiutare direttamente i cristiani sofferenti per la fede.

    Questo avviene, naturalmente, in un'ottica davvero ecumenica, perché la sofferenza non conosce distinzioni di credo.

    Il Pastore Richard Wurmbrand, veterano nella sofferenza e nella testimonianza per Cristo, è sempre riuscito ad avere immediatamente tutte le notizie sulla tragedia della vita quotidiana dei prigionieri cristiani e di quelli di coscienza nei Paesi comunisti, diventandone portavoce al di là delle differenze confessionali e denominazionali.

    In questo contesto, già nel lontano 1972 veniva prontamente trasmesso dal Pastore Wurmbrand il comunicato, ricevuto clandestinamente da parenti di prigionieri cristiani, con cui si portava a conoscenza che il l6 luglio di quell'anno; a Kerc', cittadina della Crimea, il giovane Vanja Moiseev, appena ventenne e sotto il servizio militare, era stato ferocemente torturato e ucciso per la sua fede religiosa di credente evangelico-battista.
    Tale notizia suscitò dapprima incredulità e dovunque venne gettato discredito sulla Missione per la Chiesa Perseguitata.
    Ma ci volle pochissimo tempo perché le nostre notizie trovassero, purtroppo, la tragica conferma.

    La storia di Vanja Moiseev vinse anche il cuore di una ragazzina cattolica di quindici anni che decise di non darsi pace finché non avesse rintracciato personalmente la famiglia di Vanja.

    Per facilitare le sue ricerche, volle subordinare al suo scopo anche le scelte scolastiche, indirizzandosi allo studio delle lingue, in particolare il russo.

    E così, dopo anni di tenace impegno, la dottoressa Pia Maria Vincenti Guzzi ha finalmente trovato la famiglia Moiseev e, grazie anche alla fattiva collaborazione del marito dottor Gianfranco Guzzi, ci presenta oggi un profilo del giovane credente Vanja Moiseev, torturato per il suo amore verso Cristo, vittima di un atroce martirio che vuole, però, essere anche un grido di vittoria.

    Grazie, Pia, per questa fatica!
    Quasi certamente, anche io come la signora Pia ho visto la foto che la famiglia ha scattato al proprio figlio Vanja, trattasi di una foto terribile, sia per la nitidezza dei particolari che per una facile ricostruzione di come si siano potuti trascorrere, molto
    drammaticamente, gli ultimi attimi de nostro servo di Dio Vanja (Ivan).

    Sono altresì riconoscente all’autrice che ha deciso di non pubblicare tale terribile ed inequivocabile documento… battiture per tutto il corpo, dalle tempie alle gambe, diverse bruciature profonde da pece bollente su tutto il torace, diverse pugnalate nella zona del cuore e infine un annegamento in acque basse, perché la vitalità del nostro martire superò la resistenza dei suoi carnefici. A distanza di tanti anni non ho potuto dimenticare quella foto. Scarola@interfree.it



    Il Signore benedica ogni lettore attento e sensibile alla voce dello Spirito. Pastore Giuseppe E. Laiso - Direttore dell'Editrice Uomini Nuovi e della Missione per la Chiesa Perseguitata, ramo italiano, a Marchirolo (Varese).

    La vita e la testimonianza di Ivan Vasil'evic Moiseev scritte con competenza e passione da Pia Maria Vincenti Guzzi, non possono non suscitare nel lettore, insieme alla più viva commozione, la lode a Dio onnipotente per la grazia così abbondante elargita a questo giovane, che ha amato e testimoniato il suo Signore fino all'effusione del sangue.

    Ma queste pagine sono anche un grande servizio alla causa dell'ecumenismo: Vanja, infatti, era un cristiano appartenente non alla Chiesa Cattolica, ma alla Chiesa Evangelico-Battista in Moldavia.

    Ora, la lettura di questa vita ci insegna a conoscere e a stimare i nostri fratelli cristiani anche non cattolici. E ci dice nel contempo quanto vere siano quelle parole del Concilio Vaticano II:

    “È necessario che i cattolici con gioia riconoscano e stimino i valori veramente cristiani, promananti dal comune patrimonio, che si trovano presso i fratelli non cattolici. Riconoscere le ricchezze di Cristo e le opere virtuose nella vita degli altri, i quali rendono testimonianza a Cristo, talora fino all'effusione del sangue, è cosa giusta e salutare: perché Dio è sempre stupendo e sorprendente nelle sue opere.” (Unitatis Redintegratio 4, 8)
    + Francesco Coccopalmerio - Vescovo Ausiliare di Milano e Presidente della Commissione Diocesana per l'Ecumenismo e il Dialogo
    “... Sii fedele sino alla morte e ti darò la corona della vita. (Ap 2:10)

    Quando dal libro Samizdat: cronaca di una vita nuova nell'URSS appresi la tragica storia del soldato evangelico-battista, di nazionalità moldava, Ivan (Vanja) Vasil'evic Moiseev torturato e ucciso nel 1972 ' in odio alla fede, era il 1976, avevo quindici anni e quella beata incoscienza dei giovani figli dell'Occidente 'risparmiato' che credono, finché l'impatto con il mondo non li convinca del contrario, che in esso tutto sia e debba sempre essere amore e verità. Lo scontro con quella realtà di persecuzione e sofferenza così atroce, l'incontro con quella testimonianza di fede così ardita e pura, fu forte e mi segnò.

    Promisi allora a me stessa che a qualunque costo, ci avessi impiegato l'intera vita, avrei trovato i famigliari di Vanja(1) Edito a Milano nel 1974 dal Centro Studi Russia Cristiana di Seriale (Bergamo) e dalla Mimep di Pessano (Milano); ristampato nel 1975 in collaborazione con la Missione per la Chiesa Perseguitata di Marchirolo (Varese); successiva ristampa nel 1977 a cura della Cooperativa editoriale La Casa di Matriona di Milano.

    Vanja tanto aveva patito per la sua morte e che tanto già sentivo di amare, ma il libro 'galeotto', però, riportava solo le sue fotografie e il testo della lettera inviata dai genitori e dai fratelli al Consiglio delle Chiese Cristiano Evangelico-Battiste dell'URSS e al Consiglio dei Parenti dei Prigionieri Cristiano Evangelico-Battisti dell'URSS; l'indirizzo non era segnalato e, in assenza di precisi elementi da cui iniziare, non avevo altro all'infuori della preghiera che potesse unirmi a loro.

    Per essere spiritualmente e moralmente vicina a chi stavo cercando, mi impegnai in un'attività di volontariato presso vari centri che si battevano in difesa dei Diritti dell'Uomo violati nei Paesi dell'Est.

    Se ripenso, oggi, a quel periodo di militanza a contatto con situazioni terribili e che sembravano senza fine, di cui dovevo informare un mondo, il nostro, libero e per molti aspetti fortunato, capace anche di grandi gesti, ma per lo più distratto e noncurante; se ripenso alla fatica di quel lavoro che per me, è stato più di un servizio o di una missione (fatica premiata nel 1986 dalla scoperta dell'indirizzo, che ha poi permesso una corrispondenza affettuosissima e rivelatrice, di un fratello minore di Vanja, Roman, condannato nel'1984 a due anni di reclusione per attività religiosa), capisco che ci sono progetti che Dio ha su di noi per i quali non è dato il potere di accorciare o, viceversa, dilatare i tempi: tutto deve avvenire secondo un ordine prestabilito, all'intersecarsi di precise coordinate spazio-temporali e ogni tappa raggiunta, ogni successo o insuccesso - perché contano pure quelli - è già segnato in anticipo e ha un suo significato preciso.

    Le mie visite ai genitori e ad alcuni fratelli di Ivan, ormai sposati e con figli, la gioia di una lunga, ansiosa attesa scioltasi nel calore degli abbracci e del reciproche confidenze, la libertà stessa di cui finalmente gode anche la Moldavia,
    …Di ritorno dal mio quarto viaggio in Moldavia, essendo ormai in, possesso di tutto il materiale disponibile per questo libro su Vanja, mi accingo a scrivere con l'intenzione - che è poi un sogno lungo diciassette anni - di realizzare, prima che una biografia, il racconto documentario di un'esistenza breve ma intensa da cui, nonostante le crudezze che vi devono comparire perché così nella realtà purtroppo è stato... E ancora: bandita ogni indulgenza al sensazionalismo e al pietismo, perché non sono certo questi i fini del mio lavoro, nei quindici capitoli del libro – quindi come le stazioni della via crucis di cui l'ultima è la Risurrezione - voglio fare rivivere Vanja attraverso sua vibrante, appassionata testimonianza che scaturisce dalle lettere alla famiglia, dal diario e dal suo discorso registrato, sfuggiti alle perquisizioni del KGB.

    Trattandosi di documenti il cui contenuto attiene per la maggior parte alla sfera del mistero e del sovrannaturale, ho ritenuto opportuno limitarmi a tradurli senza aggiungere commento: di fronte a esperienze così particolari come quelle da lui vissute, è preferibile a qualsiasi parola un silenzio carico di profondo rispetto e, per chi crede, di senso del divino.

    E scrivo soprattutto perché anche da noi che facciamo parte di questo Occidente frettoloso e superficiale, facile a commuoversi e a dimenticare, il suo sacrificio venga conosciuto, non sia scordato e crei coscienza.

    Perché i cristiani, a qualunque confessione appartengano, lo prendano come esempio di fedeltà e di abnegazione e siano sempre capaci, come lui, di perdonare.

    Perché tutti, credenti e non credenti, ne traggano una lezione di vita e di coerenza.
    Perché anche attraverso questo libro Dio venga glorificato e, come già avvenne dopo la morte di Ivan, molti cuori si aprano alla luce della fede.

    Perché nessuno rimanga tiepido e indifferente, che è poi la condizione peggiore in cui ci si possa arenare se è vero, come Fédor Michailovic Dostoevskij ne I demoni fa dire a Tichon, che: “...l'ateismo assoluto è più rispettabile dell'indifferenza mondana... L'ateo assoluto sta sul penultimo gradino prima della più perfetta fede (che lo superi o no), mentre l'indifferente non ha più nessuna fede...” Milano, aprile 1993 - aprile 1994

    Desidero ringraziare la famiglia moiseev non solo per avermi fornito il materiale documentario che è servito alla stesura di questo libro, ma anche per essersi resa disponibile in ogni momento a rispondere alle mie molte domande su di lui; mi ha dato così la possibilità, nonostante l"incontro postumo, di conoscerlo bene e di apprezzarlo ancora di più.

    Un grazie poi a tutti coloro che con saggezza e professionalità mi hanno saputo consigliare e orientare:
    S. E. Mons. francesco coccopalmerio, Vescovo Ausiliare di Milano e Presidente della Commissione Diocesana per l'Ecumenismo e il Dialogo; giovanni codevilla, Docente di Diritto dei Paesi Socialisti presso l'Università degli Studi di Trieste; Lucio dal santo, Docente di Letteratura Russa presso l'Università
    Cattolica del Sacro Cuore di Milano; johann jundt, Evangelista Itinerante di Meckenheim (Germania); giuseppe E. laiso, Pastore e Direttore dell'Editrice Uomini Nuovi e della Missione per la Chiesa Perseguitata, ramo italiano, a Marchirolo (Varese); paolo spanu, Pastore della Chiesa Evangelico-Battista di Milano.
    Un grazie a tanti altri amici che mi hanno aiutato e incoraggiato: anche la loro generosità mi ha permesso di proseguire.
    Un grazie particolare a mio marito gianfranco che con amore e pazienza mi ha accompagnato in questi mesi di lavoro, offrendomi suggerimenti preziosi e tutto il calore della sua solidarietà.
    …Satana ha ottenuto da Dio la Russia lucente per imporporarla del sangue dei martiri. (dall'Autobiografia di Awakum, 1620-1682. Traduzione di Pia Pera)


    E’ domenica 16 luglio per l'ultima volta il fratello Vanja si sedette al volante. Cosa successe dopo, solo il Signore lo sa. Come si fecero scherno di lui gli anticristi! Rimasero ustioni sul petto, lividi intomo alla bocca, segni di violenze sulle gambe e sul dorso. Non ci furono altri giorni per lui sulla terra.
    Prima i carnefici lo massacrarono, poi lo condussero sulla riva del mare e lo annegarono crudelmente. (versi inviati da anonimo alla famiglia qualche mese dopo la morte di Vanja)
    “Non piangere per Me, Madre, vedendomi nella tomba…ma là, dove muta stava la Madre, nessuno osò neppure guardare.”(La crocefissione, da Requiem di Anna Andreevna, 1889-1966. Traduzione di Michele Colucci)

    Il 1° agosto 1972 i famigliari di Vanja Moiseev, residenti a Volontirovka, distretto di Suvorov, nella repubblica Socialista Sovietica della Moldavia, inviando una coraggiosissima lettera di denuncia…ma per questo scritto subirono pesanti ritorsioni e la loro casa fu più volte perquisita dalla polizia che sequestrò materiale e documentazioni personali riguardanti Ivan.

    Inutilmente si chiese di far luce sulla morte del giovane, al ministro della Difesa dell'Unione Sovietica Grecko, al segretario generale del Comitato Centrale del PCUS Breznev e, per conoscenza, al segretario generale dell'ONU Waldheim, al Comitato Internazionale per la Difesa dei Diritti dell'Uomo presso l'ONU, al presidente dell'Accademia delle Scienze dell'URSS, al presidente dell'Unione degli Scrittori dell'URSS, alla redazione dei quotidiani Travda', 'Izvestija' e 'Sovetskaja Rossija', al Consiglio delle Chiese Cristiano Evangelico-Battiste dell'URSS, al Consiglio dei Parenti dei Prigionieri Cristiano Evangelico-Battisti dell'URSS
    e a tutti i cristiani:
    "II 16 luglio 1972 a Kerc', dopo essere stato orrendamente torturato, è morto per le sue convinzioni e la sua fede in Dio nostro figlio e fratello Moiseev Ivan Vasil'evic, nato nel 1952, in servizio militare presso il reparto n. 61968 T. Ferito e seviziato, in presenza del tenente colonnello Malsin è stato annegato ancora vivo nel mar Nero in un punto profondo un metro e cinquantasei centimetri; la sua statura era di un metro e ottantacinque. Il certificato di morte individua come causa: - Asfissia meccanica da annegamento - ; ma il referto autoptico attesta, invece, che: ' Il decesso è avvenuto in seguito a violenze '. Giunti a Kerc', abbiamo deciso di seppellirlo nel villaggio natale; ci è stato mostrato solo il suo volto nella bara e poi subito la cassa di zinco è stata saldata...fu intimato alla famiglia di non dissaldarla!

    Per trasportare il feretro e presenziare al funerale, sono stati inviati dal reparto il capitano Platonov, un maresciallo maggiore e un soldato semplice che sono arrivati a Volontirovka il 20 luglio. Consegnataci la cassa, abbiamo deciso di esaminare il corpo e di fotografarlo e abbiamo perciò iniziato a dissaldarne il cofano. Alla vista di ciò che facevamo, il capitano Platonov e il maresciallo maggiore, agitatissimi, si sono defilati…

    Ora inizia la turpe messa in scena delle autorità sovietiche che getteranno calunnie sui parenti e sulla comunità battista evangelica, mentre riempiranno di minacce e
    intimidazioni la famiglia.

    Foto di Vanja


    -Del 9 giugno 1973: “ Nostro figlio è andato ad aggiungersi al numero di coloro che sono stati immolati per la Parola di Dio. Nonostante il dolore, ci rallegriamo per il suo atto eroico; più di tutto in vita egli ha amato Gesù e lo ha dimostrato. Nelle lettere scritte prima della morte spesso ci ammoniva: ' Se al mondo amate qualcosa o qualcuno più di Gesù, non potrete seguirlo. '
    Tenendo fisso lo sguardo sul Buon Maestro, ha creduto e sofferto con fermezza.
    Possa questo fiore vivo che ha effuso sulla croce il profumo della sua giovinezza servire da esempio per tutta la gioventù cristiana. Sappia essa amare Cristo come nostro figlio Vanja Lo ha amato... Vi preghiamo di comunicare attraverso il 'Bollettino' che siamo stati sottoposti a una grande prova(…), ma Dio, che è fedele, ci aiuterà a superarla." La Comunità Evangelico-Battista alla quale apparteneva Vanja era una di quelle non registrate.


    La registrazione delle Chiese imponeva una dipendenza assoluta al regime comunista, nonchè la piena collaborazione dei pastori autorizzati che erano trasformati in spie del servizio segreto, da qui la necessità di istituire una chiesa clandestina. I pastori collaborazionisti credevano così di salvare la chiesa, mentre i comunisti erano così convinti di poterla sradicare completamente, ovviamente avevano ragione i comunisti.

    Art. 17: 'Alle associazioni religiose è fatto divieto:
    a. di creare casse di mutuo soccorso, cooperative, associazioni di produzione e in genere di utilizzare i beni di cui dispongono per qualsiasi altro scopo che non sia quello del soddisfacimento delle necessità religiose;
    b. di prestare assistenza materiale ai propri membri;
    e. di organizzare sia riunioni di preghiera o altre destinate in modo speciale ai fanciulli, ai giovani e alle donne, sia comuni riunioni bibliche, letterarie, per lavori a mano, di lavoro, per l'insegnamento della religione e simili, gruppi, circoli, sezioni, come pure di organizzare escursioni e giochi per bambini, aprire biblioteche e sale di lettura, organizzare sanatori e assistenza medica.

    Negli edifici e nei locali di preghiera possono essere custoditi soltanto i libri necessari per la celebrazione del rispettivo culto.'
    Art. 19: 'L'ambito di attività dei ministri del culto, dei predicatori religiosi, degli insegnanti, eccetera, è limitato al domicilio dei membri dell'associazione religiosa da essi servita e al luogo in cui è ubicato il rispettivo edificio di preghiera.

    L'attività dei ministri del culto, dei predicatori religiosi che servono regolarmente due o più associazioni religiose è limitata al territorio in cui abitualmente vivono i credenti che fanno parte di queste associazioni religiose.'

    La dottoressa Pia Maria Vincenti Guzzi, porta avanti un lavoro rigorosissimo fatto di documenti e legislazione sovietica e di testimonianze e fonti tali da mettere il lettore nella libertà di poter trarre le sue deduzioni e di vedersi proiettato nella realtà storica e sociale degli avvenimenti.

    Non posso violare i legittimi diritti d’autore e non parlerò dei miracoli, dei fenomeni soprannaturali che hanno interessato i due anni di servizio militare di Vanja, del come anche col corpo sia stato portato da un angelo in un pianeta di una lontana galassia e di come abbia visto da lontano la Gerusalemme del Cielo.

    Di come ha profetizzato il momento della sua morte, ne di tutte le terribili torture che ha raccontato e scritto dopo averle subite durante il servizio militare, di come rimanevano svergognati i suoi superiori che cercavano di metterlo in ridicolo sul piano filosofico, ecc.
    Tribolazioni a cui è andato incontro lucidamente sia come obiettore di coscienza che come evangelizzatore indomabile fino alla morte.
    So soltanto che di questo grande testimone della Risurrezione sentiremo ancora parlare, perché molto su di lui potrebbe ancora essere rivelato.
    Vanja nostro fratello è rappresentante di 45.000.000 di martirizzati del XX sec., massimamente caduti ad opera del comunismo e dell’islam. Evviva il comunismo!