scandalo della Mezzaluna Rossa

Lo scandalo della Mezzaluna Rossa degli Emirati Arabi Uniti Contro la Siria



UniusRei3




YouTube

590918 iscritti
68994390 visualizzazioni video

  • ExecutionKiller
    ExecutionKiller ha pubblicato un commento
    22 secondi fa
    @ IMF666KillTubeStopME I see 1 of you video you go to a beach ???
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    16 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] NAVIN CHAWLA. AP Wherever she went, it was to her beloved Calcutta that Mother Teresa longed to return. The most succinct summing up of Mother Teresa's life and work remains, in my view, by the Chairman of the Nobel Committee Prof. John Sannes, in his speech at the Nobel Prize ceremony in Oslo in 1979. He said: "The hallmark of her work has been respect for the individual and the individual's worth and dignity. The loneliest and the most wretched, the dying destitute, the abandoned lepers, have all been received by her and her Sisters with warm compassion devoid of condescension, based on her reverence for Christ in man ... In her eyes, the person who, in the accepted sense, is the recipient, is also the giver and the one who gives the most,
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    16 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] Giving — giving something of oneself — is what confers real joy, and the person who is allowed to give is the one who receives the most precious gift ... This is the life of Mother Teresa and her Sisters — a life of strict poverty and long days and nights of toil, a life that affords little room for other joys but the most precious." After the Award ceremony, typically, she refused the traditional banquet and instead asked the organisers to give her the money thus saved to feed 'her poor'. People were so moved by this simple gesture that even little children contributed their pocket money. In the process, she collected almost twice the Prize money. Clearly Mother Teresa was by now recognised as the world's foremost conscience keeper.
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    17 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] This was a far cry from her early days. For almost 20 years, from 1929 to 1948, she remained an ordinary Loreto nun, teaching geography and catechism. Then on her famous train ride to Darjeeling in 1946, she received a Vision, an order as it were, that she was to leave the security and happiness of the Convent, and step into Calcutta's streets and slums to begin the 'real work'. In those days it was inconceivable for a simple nun, albeit by now the Principal of St. Mary's school to leave her convent, and that too with her vows intact. It seemed absurd to even try to secure permission. Yet, in one of those many miracles that marked her life, her voice reached the Vatican itself. Two years of prayers and persistence paid off when the Vatican gave her the permission to try.
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    17 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] The next two years were those of great hardship. Imagine the Kolkata of 1948. The city which had not yet recovered from the Great Bengal Famine of 1941-42, when almost four million died and millions were rendered homeless. This was closely followed by the trauma of Partition which saw a million refugees additionally crowding every inch of space. Into this horror of deprivation stepped a small figure wearing a sari that cost a rupee, similar to those worn by the municipal sweepresses. She had no companion, no helper and no money to speak of. She had so far lived a secure life in the Convent and knew nothing of a large city's dangers. Although a voice in her cajoled her to return to the security of her convent,
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    17 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] she instead stepped into the very slum that she used to see from her classroom window. She picked up a stick and started to write the Bengali alphabet on the ground. Soon a few curious children gathered, and a few more the next day. People recognised goodness when they saw it, someone donated a chair, then a blackboard and chalk. A few teachers began to volunteer their services, and soon her first school became a reality. Then, seeing so many sick around her, she began to beg for medicines from chemists, and was able to set up a tiny clinic. She walked miles each day till her body ached. She encountered humiliation. More than once she was to tell me that for us human beings the greatest fear is the fear of humiliation.
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    17 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] In those early days of deprivation, she learned the lessons of being rejected, but also the generosity of spirit and goodness. She came to know that the very poor could more easily share their meagre bowls of rice than the rich, who were often reluctant to share at all. Within a few months, some of her Loreto pupils came out to join her Order, the Missionaries of Charity. Soon her little band of Sisters grew to 12. Now they began to be noticed, as they walked in pairs in their trademark white saris with blue borders. One of her earliest supporters was Dr. B.C. Roy, the legendary Chief Minister of West Bengal. In later years, the equally legendary Jyoti Basu lent her his shoulder. In the course of writing my biography of Mother Teresa, I asked him what he, a Communist and atheist,
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    18 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] could possibly have in common with Mother Teresa, for whom God was everything. He replied: "We both share a love for the poor." By the time Mother Teresa died in 1997, she had set up arguably the world's largest humanitarian programme outside of a Government. She established a presence in 123 countries, creating hundreds of feeding centres, medical clinics, leprosy stations, AIDS hospices, primary schools, Shishu Bhawans for abandoned infants and shelters for the elderly destitute that benefited millions. Nor were all these in the poorer parts of the world. She opened hundreds of shelters in Europe, America and Australia for drug addicts, alcoholics and the destitute. She called the loneliness of Europe's large cities the "leprosy of the West".
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    18 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] I visited her homes for those dying of AIDS in the United States, and met with elderly cast-offs in her centres in Europe. I walked with her Sisters on a cold and wintry night under London's Waterloo Bridge, providing hot soup to people whose only home was a cardboard box the size of a coffin. I spent time in the soup kitchen in the Vatican, which she had persuaded Pope John Paul II to carve out near his grand Audience Chamber by persuading him that Rome's poor deserved at least one hot meal a day. Later, she would joke that her poor were the only people who could enter St. Peter's without a ticket!
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    20 minuti fa
    [Mother Teresa, Motherhouse, social service: The refuge of the wretched and the abandoned ] But wherever she went in the world, visiting her ashrams, and however much she pushed herself in spite of her growing pain, it was to her beloved Kolkata that she would long to return. Ultimately, it was in her little room in Motherhouse that she died, and lies buried in a simple grave in Motherhouse itself, which bears the epitaph. "Love one another as I have loved you." (Navin Chawla is a former Chief Election Commissioner of India and biographer of Mother Teresa. Today he commemorates Mother Teresa's 102nd birth anniversary.) navinbchawla@hotmail.com
  • GunsOfArmor
    GunsOfArmor ha pubblicato un commento
    26 minuti fa
    hey hey hey
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    34 minuti fa
    horror Pakistan [against satanAllah in talmud of IMF 666] for example:. in the case of Asia Bibi? the Muslim women were jealous, because while they were ugly: Asia Bibi: instead, it was very nice! in fact, that poor woman? was raped repeatedly in prison!
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    39 minuti fa
    [against satanAllah in talmud] the blasphemy law: makes it impossible to scientific research and thus makes impossible any scientific truth: about the story! In fact, everything is crystallized on the partisanship of men of religion! who in wickedness and cruelty? gave ample evidence of itself! but these are not the feelings of God! la legge sulla blasfemia: rende impossibile la ricerca scientifica: e quindi rende impossibile: ogni verità scientifica: circa la storia! infatti, tutto rimane cristallizzato sulla faziosità degli uomini della religione! i quali a malvagità e crudeltà? hanno dato ampia dimostrazione di se! ma, questi non sono i sentimenti di Dio!
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    42 minuti fa
    [slander of Blasphemy to do personal vendettas] Blasphemy case against Maulvi for 'planting' Koran pages. ANITA JOSHUA. The blasphemy case involving an 11-year-old girl with Down Syndrome took a curious turn that could end her ordeal when the police on Saturday evening arrested a cleric for allegedly planting pages of the Koran among burnt papers found in her possession. The cleric, Khalid Judoon Chishti, was produced before a magistrate on Sunday and sent to 14 days judicial remand. He was arrested after a witness in the case, Hafiz Zubair (a muezzin of the mosque where Maulvi Chishti leads the prayers) told a magistrate that he saw the prayer leader putting pages of the Koran in the polythene bag containing burnt papers that the accused, Rimsha Masih, was carrying.
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    43 minuti fa
    [slander of Blasphemy to do personal vendettas] Blasphemy case against Maulvi.]] After Mr. Zubair made the statement before the magistrate, the police obtained a warrant for the Maulvi's arrest and went to the locality with a huge contingent to deal with any protests that may erupt while imprisoning him. He has now been booked under the blasphemy law, which provides for death sentence as he had desecrated the Koran by putting pages from it in a bag that contained ashes. To evict Christians. According to Mr. Zubair, the complainant — who had allegedly seen Ms. Masih burning the pages — had brought the packet to the mosque to show it to the Maulvi. The Maulvi, as per Mr. Zubair's statement, added some pages of the Koran to the packet to strengthen the case against the girl and facilitate the eviction of Christians from the slum cluster on the outskirts of the federal capital.
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    43 minuti fa
    [slander of Blasphemy to do personal vendettas] Blasphemy case against Maulvi.]] Though there had been conflicting reports on the circumstances in which Ms. Masih was found with the burnt pages of the Koran, she was arrested under the blasphemy law over a fortnight ago and sent to the Adiala Jail amid protests from civil society. In fact, till date, versions differ on the contents of the pages found in her possession with some claiming they were from a primer used to teach children the scriptures. In view of the latest development in the case, civil society activists have stepped up their demand for the amendment of the blasphemy laws to avoid their misuse as is apparent in this instance. They recalled that this was exactly what assassinated Governor of Punjab Salman Taseer had been demanding.
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    53 minuti fa
    @to all Nations --> who is responsible, to stop the rise of unius REI, to condemn to death the whole human race? maybe you do not know: that, is the system Masonic: of banking seigniorage, which has essential needs, of wars to live? The architect of this system? is satan himself: in his Talmud and Kabbalah, to retain power at all costs: how to make the Holocaust against my Jewish people !
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    59 minuti fa
    UniusRei3 posted a comment 4 hours ago Report spam [Against satanic IMF 666] -> soon, again Fill your mouth and your lips smile of joy. Your enemies saran covered with shame, and the tent of the wicked will be no more. AT Job 8, 21 While they were still near Jerusalem, Appeared as leader before them a knight on horseback, dressed in white and brandishing golden armor. All together they blessed God merciful and felt so Strengthened in heart, they were ready to attack not only men, but Also the most ferocious beasts, and the walls of iron. 2 Maccabees 11.08
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    59 minuti fa
    king  Unius Rei posted a comment 4 hours ago Cain @ 666 IMF CIA -> I am a politician, I know my action is not religious in nature, but as has been amply Demonstrated: I demolish the kingdom of Satan, in a supernatural way! That's why there are too many, of Those Who Hurt Themselves will! I want to remember ... That Yhwh, having freed the people from the land of Egypt, wiped out at a later time, Those who disbelieved, and put in custody, with chains in the darkness of hell, Those angels who were unable to 'maintain Their primeval dignity ... Judah 1, 5
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    59 minuti fa
    and to you, That you are now afflicted, relief along with us When we manifest the Lord Jesus from heaven with his mighty angels , in flaming fire taking vengeance on Those who do not know God and do not obey the gospel of our Lord Jesus Who Shall be punished with eternal destruction, away from the face of the Lord and from the glory of his power, II Thessalonians 1, 7 [of course, the destruction of Jerusalem was a coincidence?] When he drew near and saw the city [ Jerusalem ] and wept over it, saying, "If I understand you, too, on this day, the path of peace! (*) But now they are hidden from your eyes. days will come upon you When Your enemies will encircle the trenches, and will surround you in on every side, they will dash you and your children Within You, and not leave in thee one stone upon another; Because you did not Recognize the time of your visitation. "Luca19, 41
  • IMF666KillTubeStopME
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    if the opposition Agrees: for my good common sense? I can act as a mediator! Why: I am Certain of this: even: Assad would not like to keep: his regime! but, are: murderers international (U.S. and Arab League) That has forced him, and all minorities: in the Sirian country: to a fight for his own life: that is, for survival: why This should not be forgotten: where there were , Americans, ie, in Iraq? 1000.000 of the Christians are gone or are die! if the opposition Accepts: common sense? I can act as a mediator! Because: I am Certain of this: even: Assad want to keep: his regime! are the murderers International (U.S. and Arab League) That forced him, and all minorities in the country siraiano: a fight for his own life: that is, for survival, Because It Should not be forgotten, where there were, Americans, That Is in Iraq? 1000.000 of Christians are gone!

    Rothschild Spa 322 NWO, AIPAC 666 parassiti usurai - è inutile che strepitate, voi dovete venire con me, nel deserto saudita, tra i rettili come voi!

    my JHWH holy - io ti sono debitore del mio lavoro estenuante, per riscattare il sangue innocente di tutti i martiri innocenti, della storia di tutto il Genere Umano, e per dimostrare ai martiri, e a tutti i Popoli, che il loro sangue innocente sulla terra non è caduto inutilmente.
    Ayman Al Zawahri ( che lui ha il segno di Caino shariah sulla fronte
    ===================
    IL SATANISMO DELLA SHARIAH
    io ho donato ad un martire cristiano pakistano 250 euro, DOVE, il Pakistan UNA RAGAZZA CRISTIANA di 14 anni è STATA STUPRATA NELLA CASERMA DELLA POLIZIA, e dove vengono calunniati ed uccisi per blasfemia, e quindi LORO NON SI RIVOLGEREBBERO MAI AGLI INQUIRENTI PAKISTANI.. Il mio amico, in realta, è stato derubato di 2000 euro, da truffatori, che con wester Union hanno preteso inoltro del denaro prima in India e poi, in Sud Africa.. inoltro di denaro, che è stato reso possibile, utilizzando unicamente un amico del Barein ... TUTTO QUESTO è AVVENUTO CON LA MILLANTATA SPERANZA di poter andare a lavorare in Canada.. ma, anche Interpol non mi ha risposto, FORSE RISPONDEREBBERO A VOI.. PER LA VOSTRA BUONA AZIONE DI PASQUA? io non ho nulla da pretendere dal vostro servizio come un atto dovuto...
    di tutta questa disavventura io ho la documentazione elettronica
    se, la Interpol non volesse ignorare anche il vostro impegno caritativo e oblativo..

    se poi noi vogliamo mandare al diavolo il denaro di 2000 dollari circa, che è stato rubato al nosto amico pakistano, e per il quale lui si è indebitato con la sua famiglia...
     in realtà quello che è importante per lui è di venire a lavorare in Italia
    per uscire dall'inferno islamico di oppressione angoscia, violazione, deprivazione, sfruttamento che sono uno stato reale di schiavitù
    se, voi conoscete un posto di lavoro per lui
    per realizzare questa colletta io offro 250 euro

    la ideologia si serve di considerazioni storiche distorte, come "Governo Mondiale Ebraico", o come "protocolli anziani di SION" ma, la mia metafisica è così semplice e perfetta, che non ha bisogno del dato religioso o del dato storico, ECCO PERCHé IO SONO LA FRATELLANZA UNIVERSALE, io non ho bisogno di deportare le persone, di contendere sfere di influenza, perché ogni persona del pianeta ha gli stessi diritti e gli stessi doveri, quindi io rimuoverò soltanto gli impedimenti a questo diritto universale alla uguaglianza, ed al pari accesso a beni e servizi! NON SO CHE FARMENE DELLA IDEOLOGIA DELLA STORIA O DI UNA QUALCHE VISIONE RELIGIOSA DELLA VITA!

    Mr. Ayman Al Zawahri SHARIAH IE, SAUDI ARABIA AGENDA - tu preferisci i confini del 1967, oppure tu preferisci avere tutta la Palestina? OK! IO TI DO TUTTA LA PALESTINA, E TU MI DAI IL DESERTO DELLA MADIANA ED IL DESERTO EGIZIANO.. perché, quando tu avrai condannato la shariah, poi, vivere con i musulmani sarà una vera felicità di amore!
    e se, i Farisei Rothschild Spa, saranno costretti a ritornare.. E LORO CERTAMENTE VERRANNO, SONO COSTRETTI A VENIRE, poi, anche il "signoraggio bancario" che è il potere dei satanisti crollerà! Quindi come crollerà il califfato mondiale, poi, anche il Nuovo Ordine Mondiale crollerà, perché io sono la FRATELLANZA UNIVERSALE

    Mr. Ayman Al Zawahri SHARIAH - non è con la violenza che, l'ISLAM potrà conquistare il mondo! .. tu usi una tecnica medioevale, quando non esistono più i crociati.. perché, i satanisti massoni, FARISEI USURAI VAMPIRI SPA 322 rOTHSCHILD, sono felici del lavoro di satana che tu stai facendo! MA, non è facendo il male a persone innocenti che qualcuno potrebbe sperare di entrare in Paradiso.. ecco perché Il TUO CORANO è "LA MERDA!

    Mr. Ayman Al Zawahri SHARIAH - se, tu credi che facendo uccidere i martiri cristiani, tu puoi riuscire a fermare i satanisti massoni farisei bildenberg? poi, tu sei uno scemo, che lui cerca di spegnere un fuoco, utilizzando la benzina.. perché durante la guerra mondiale? non potrebbe pù esistere una proporzione quantitaiva circa il numero dei cadaveri.. e quello che tu farai? sarà quello di fare condannare l'ISLAM su tutto il pianeta!

    Mr Ayman Al Zawahri SHARIAH - e che 666 youtube, lui mi ha cancellato molti video, in ShalomGerusalemme, che difendevano i palestinesi! ma, io ho fiducia che diversi video di difesa dei palestinesi devono esserci ancora

    Mr Ayman Al Zawahri SHARIAH - io non ho mai condiviso nulla di ogni violenza, che i satanisti americani hanno fatto contro poveri musulmani innocenti! TU INVECE ISTIGHI AD UCCIDERE I CRISTIANI INNOCENTI, PER ESSERE TUTTI GLI ISLAMICI SULLO STESSO LIVELLO DEI FARISEI SATANISTI ENLIGHTENed, 322 BUSH E ROTHSCHILD il vampiro, I TUOI SOSTENITORI E FINANZIATORI! TU CON TUTTI GLI ISLAMICI SHARIAH? TU  SEI LA ABOMINAZIONE! ... non ci potrebbe mai essere per voi una speranza in Paradiso! Io non avrei nessun motivo di contrastare i palestinesi se la shariah fosse condannata.. perché come è documentato: da molti video in ShalomGerusalemme, io in passato, io ho sempre difeso i palestinesi!

    Ayman Al Zawahri ( che lui ha il segno di Caino sulla fronte )




    03.01.2002
    Una nube di testimoni ci circonda. Davanti a Dio e all'Agnello immolato e glorioso nella grazia dello Spirito Santo facciamo memoria nella Chiesa e per il mondo dei testimoni della fede del secolo XX, dei tanti militi ignoti per la grande causa del Vangelo.

    Con gratitudine e speranza con il cuore che ricorda e perdona, ascoltiamo gli "acta et passa" di alcuni dei nostri fratelli e sorelle nella fede, i loro gesti di amore e le loro sofferenze.

    Essi appartengono a tutte le terre e a tutte le genti, sono fedeli di tutte le Chiese e comunità ecclesiali.

    Rappresentano tutte le età, tutte le vocazioni.

    Ascoltiamo e ricordiamo. Affinché non si cancelli dalla nostra memoria la testimonianza coraggiosa della loro fede e del loro amore. 

    (Celebrazione dei Testimoni della Fede, Grande Giubileo del 2000)
    Apostolica di Giovanni Paolo II "Tertio Millennio Adveniente" ( <../magistero/tma.html> il testo completo <../magistero/tma.html>)


    Al termine del secondo millennio, la Chiesa è diventata nuovamente Chiesa di martiri.

    Le persecuzioni nei riguardi dei credenti - sacerdoti, religiosi e laici - hanno operato una grande semina di martiri in varie parti del mondo.

    La testimonianza resa a Cristo sino allo spargimento del sangue è divenuta patrimonio comune di cattolici, ortodossi, anglicani e protestanti...

    Nel nostro secolo sono ritornati i martiri, spesso sconosciuti...   ... quasi "militi ignoti" della grande causa di Dio.

    Per quanto è possibile non devono andare perdute nella Chiesa le loro testimonianze... Occorre che le Chiese locali facciano di tutto per non lasciar perire la memoria di quanti hanno subito il martirio, raccogliendo la necessaria documentazione.

    Ciò non potrà non avere anche un respiro ed una eloquenza ecumenica.

    L'ecumenismo dei santi, dei martiri, è forse il più convincenti

     


                  Intervista esclusiva con monsignor Belo,
                       Nobel per la pace 1996



             Storia di un massacro
         A colloquio con monsignor Carlos Filipe Belo, Premio Nobel per la pace 1996, strenuo difensore delle popolazioni di Timor Est contro le quali si accanisce, con violenze e massacri, l'Indonesia.
                                                   di Mario Conte (tratto dal Messaggero Nazionale)

         Nel 1989, nel corso della sua visita all'Indonesia, il papa fece tappa nell'isola di Timor.
         Al suo arrivo all'aeroporto di Dili, capitale di Timor Est, non baciò il suolo come fa di solito, ma una croce appositamente posta su di un tappeto, quasi a significare che quello era un territorio ancora in contestazione.

         Ventuno anni fa, infatti, Timor Est venne invaso dall'Indonesia con la tacita approvazione degli Stati Uniti, dell'Australia, della Gran Bretagna e di altri paesi occidentali, che temevano la presa del potere dei comunisti in quella parte dell'isola da poco diventata indipendente dal Portogallo, e che certamente costituisce un punto strategico nell'Oceano Pacifico.

         Per molti anni il mondo si è completamente disinteressato del destino di questo popolo, che nel frattempo viveva una immane tragedia. In poco più di vent'anni oltre 200 mila persone (un quarto della popolazione) hanno perso la vita non solo in combattimento, ma anche vittime di un sistematico sterminio di interi villaggi e attraverso l'occasionale uccisione soprattutto di donne e bambini da parte dei soldati indonesiani, ben felici di giocare al tiro a bersaglio.

     È ben documentato l'uso di inermi timoresi come scudo umano contro l'avanzata dei guerriglieri, così pure la loro uccisione gettandoli dagli aerei in volo; oppure la loro deportazione nei cosiddetti "villaggi di risistemazione" (eufemismo per "campi di concentramento") dove parecchie migliaia di persone hanno perso la vita.

         Certamente il più grave incidente, dall'occupazione indonesiana a oggi, è stato il sanguinoso massacro avvenuto il 12 novembre 1991 a Dili, nel cimitero di Santa Cruz.
        
         In quel giorno, alla messa funebre in memoria di un giovane ucciso dalle forze dell'ordine alcune settimane prima, fece seguito una processione verso il cimitero dove la vittima era stata sepolta.
        
         Il corteo di circa duemila persone avanzava in ordine dimostrando pacificamente contro l'invasore, quando improvvisamente arrivò un contingente di militari che cominciò a far fuoco contro la folla uccidendo, secondo le stime di Amnesty International, almeno 270 persone.

         All'indomani del massacro i portavoce dell'esercito dichiararono che erano state uccise solo diciannove persone, sostenendo che l'esercito aveva dovuto rispondere al fuoco dei dimostranti per difendersi.

         Presentato in molte nazioni occidentali il documentario televisivo Nel febbraio 1994 venne Death of a Nation girate durante il massacro.

         Per la prima volta, a un mondo incredulo (Morte di una nazione), con molte immagini e ampiamente disinteressato, veniva fatto vedere quello che veramente stava accadendo in Timor Est.

         Il documentario non solo dimostrava che nel cimitero di Santa Cruz c'era stato effettivamente un massacro, ma che ne era seguito un altro nell'ospedale nel quale erano stati ricoverati i feriti.

         Da allora la tensione si è un po' allentata, ma la situazione di Timor Est rimane alquanto grave. Strenuo difensore del suo popolo continua a essere il giovane e coraggioso monsignor Carlos Filipe Ximenes Belo, vescovo di Dili. Amministratore apostolico dal 1983 - quando aveva solo trentacinque anni - monsignor Belo è il portavoce dei diritti del suo popolo.
         Lo scorso ottobre gli è stato conferito il Nobel per la pace. Lo abbiamo intervistato nella sede vescovile di Dili.


                                          L'intervista

         Nel dicembre del 1975 le truppe indonesiane hanno invaso il suo paese, con il pretesto di essere state invitate a intervenire dalla fazione nazionalista di Timor Est, che temeva il nascere di un governo comunista. Esisteva davvero questo pericolo?

         Si è trattato chiaramente di un pretesto da parte dell'Indonesia.
         La situazione politico-sociale nel Sudest asiatico in quegli anni era segnata dalla guerra fredda; però non vi era alcun pericolo di un golpe da parte dei comunisti.

         Ma volendo anche ammettere che ci fosse una qualche lontana possibilità di presa del potere da parte dei comunisti, l'Indonesia non aveva alcun diritto di invadere Timor Est.

    Del resto, lo stesso Sukarno, l'allora presidente dell'Indonesia, aveva più volte affermato che il suo paese non aveva alcuna pretesa sulla nostra isola.

         Dove si trovava, eccellenza, al momento dell'invasione?
    Dopo gli anni di filosofia, per ordine dei miei superiori mi trovavo nella enclave di Macao per la pratica pastorale.

         Qual è stata la sua prima reazione alla notizia dell'intervento armato indonesiano in Timor Est?

         Una tristezza profonda; perché non ho avuto dubbi che con l'invasione indonesiana l'indipendenza di questa parte dell'isola sarebbe stata irrimediabilmente perduta.

         L'organizzazione internazionale Amnesty International ha denunciato l'esorbitante numero di 200 mila morti in Timor Est, nel periodo che va dall'intervento armato indonesiano sino ai nostri giorni, a causa della guerra, della fame e della carestia.

    Se si pensa che la popolazione di Timor Est non ha mai superato gli 800 mila abitanti, si può aver un'idea della grande sofferenza che ha colpito il suo popolo. Come mai i mass media internazionali non hanno dato molto rilievo a questa grande tragedia?

    Dal 1975 al 1985, la maggioranza degli indonesiani non sapeva granché dell'intervento armato avvenuto in Timor Est semplicemente perché i loro mezzi di comunicazione non li informava.
        
         La stessa cosa succedeva per i mezzi di comunicazione che provenivano dall'estero: tutto veniva controllato e casomai censurato.

     Quel poco che sapevano erano il pensiero e gli orientamenti della politica governativa. Ma molti mass media internazionali hanno preferito passare sotto silenzio i tragici avvenimenti di Timor.

         Perché? Certamente i governi delle grandi potenze sapevano...

         Ma certo che ne erano a conoscenza. Anzi, ne erano anche conniventi. Prima dell'intervento militare, l'Indonesia aveva senza dubbio informato l'America e l'Australia delle sue intenzioni, e si suppone che abbia anche ottenuto la benedizione dal presidente Gerald Ford e dal segretario di stato Henry Kissinger.

    Prova ne sia che nel 1977, quando gli americani sono entrati a far parte del Catholic Relief Service, non hanno mai fatto obiezioni sulla questione di Timor Est e si sono ben guardati dal fare qualsiasi tipo di denuncia.
    Crede che si volesse far di tutto per non creare un "caso" Timor Est?

         Certo. Un esempio? Nei mesi di gennaio e febbraio del 1976 è venuto nell'isola il rappresentate del segretario generale dell'Onu, era di origine italiana e si chiamava Guicciardi. Nel rapporto conclusivo del suo sopralluogo ha scritto che la vita nell'isola di Timor era rientrata nella normalità e non esistevano motivi di preoccupazione.

         Si sente parlare con una certa regolarità di disordini, violenze e vittime in Timor Est. Quali sono le cause?

         La ragione principale è certamente quella politica. Con l'annessione l'Indonesia chiede l'integrazione di Timor Est con il resto della nazione. La maggioranza dei timoresi vuole, invece, un referendum per l'indipendenza. Soprattutto i giovani rischiano scontri con la polizia, prigione e anche la morte per il diritto fondamentale all'autodeterminazione.

    Devo dire, però, che non mancano quelli che opterebbero volentieri per una annessione all'Indonesia. Le due tendenze, essendo radicali, portano a dimostrazioni, scontri, retate della polizia, arresti, torture...

         A sua conoscenza, esistono ancora molte persone in carcere? Quanti i prigionieri politici?

         È difficile farne un conto esatto. Ci sono arresti compiuti dalla polizia, dall'esercito, dai servizi segreti... Ognuno di loro ha i propri sistemi e i propri locali per gli interrogatori e la detenzione. Ogni tanto sparisce qualcuno...

         Ci troviamo, quindi, di fronte al fenomeno dei desaparecidos anche a Timor Est come nel Sud e nel Centroamerica?
         Certamente.

         Timor Est è quasi al 90 per cento cattolica.
         È difficile parlare di Dio e di amore del prossimo oggi, nel suo paese, in una situazione in cui violenza, povertà e ingiustizia sono all'ordine del giorno?
    È molto difficile.
         Noi certo preghiamo per ottenere e offrire il perdono per le offese date e ricevute. Preghiamo per i nostri nemici... Ma spesso la gente - soprattutto i giovani - mi chiedono come sia possibile perdonare coloro che hanno ucciso i genitori, i fratelli... Con sincerità devo dire che questo è il nostro dramma di oggi...

         Ma il vangelo è troppo chiaro su questo punto, e noi dobbiamo seguirlo per aver pace e far parte di coloro che sono dichiarati beati nelle persecuzioni.

         Monsignore, più volte si è fatto il suo nome per il Nobel della Pace. Recentemente in Canada le è stato conferito il premio "John Humphrey" per la libertà e per la promozione dei diritti umani.
        
         Il 16 maggio di quest'anno, inoltre, le è stato conferito a Roma il premio "Oscar Romero". Su quali punti si è principalmente impegnato nella difesa del suo popolo?

         Noi pastori della comunità cristiana siamo stati preposti per l'aiuto e la difesa della gente.

    Se non ci opponiamo a coloro che per motivi di etnia, di cultura o di interesse nazionalista usano violenza al nostro popolo, noi manchiamo a un nostro preciso dovere, perché permettiamo che la chiesa di Cristo in questi luoghi si impoverisca o muoia.

    Se vogliamo la chiesa viva, dobbiamo difendere il popolo, perché la chiesa è il popolo, il popolo è la chiesa.

         C'è, poi, il problema della dignità umana: ogni essere umano, uomo o donna, è stato creato a immagine e somiglianza di Dio, pertanto non può essere trattato come una bestia.

         Inoltre non possiamo mai abdicare a un altro diritto fondamentale di un popolo:
         l'autodeterminazione, il poter esprimere il proprio parere su di una scelta di fondo della sua vita e della sua storia.

                  Secondo lei, l'autodeterminazione non potrà mai avvenire in Timor Est?

         Finché avremo un governo di militari e dittatori questo non potrà avvenire.

         Monsignore, ha mai dovuto temere per la sua vita?

         Certamente. Ma sono convinto che si muore una sola vota, e possibilmente per rendere la vita degli altri migliore.

    Eppoi sono 250 mila le persone di Timor Est che hanno sacrificato la loro vita.

     

    Fai conoscere questo sito se ami la pace













    *  *  *  *  *  *  *  *  *  * 

    ALCUNI ORGANISMI INTERNAZIONALI 

    * * * * * *










    *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *

    CHIESA CATTOLICA: DOCUMENTI      * * * * * * * * * * * * *












    MAI PIù (Sono in molti che devono ancora dire “mai più”)

    Mai più (Tutti dicano “mai più uccidere in nome di Dio”)









    *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  * 

    NAZIONI GENERICHE 









    * * * * * * * * * * * * * * * *

    ARTICOLI SUL COMUNISMO 

    * * * * *

















    RUSSIA CON TERRORE ma: “infine il mio cuore immacolato trionferà!”



    * * * * * * * * * * * * * * * 

    ARTICOLI SULL’ISLAM * * * *



















































    * * * * * * * * * * * * *

    NAZIONI ISLAMICHE * * * *