esci bestia PARASSITA

esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] ORATIO POST LIBERATIONEM. ORÁMUS te Deus omnípotens ut spíritus iniquitátis ámplius non hábeat potestátem in hoc fámulo tuo N. (hac fámula tua N.) sed ut fúgiat et non revertátur: ingrediatur in eum (eam) Dómine te jubénte bónitas et pax Dómini nostri Jesu Christi per quem redémpti sumus et ab omni malo non timeámus quia Dóminus nobiscum est: Qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti Deus per ómnia sæcula sæculorum. R. Amen. Caput III. Exorcismus. in satanam et angelos apostaticos. Sequens exorcismus recitari potest ab Episcopis nec non a Sacerdotibus qui ab Ordinariis suis ad id auctoritatem habeant. In nómine Patris et Fílii et Spiritus Sancti. Amen. Ad S. Michaëlem Archangelum
Precatio. PRINCEPS gloriosíssime cæléstis milítiæ sancte Michaël Archángele defénde nos in prælio adversus príncipes et potestátes advérsus mundi rectóres tenebrárum harum contra spirituália nequítiæ in cæléstibus. Veni in auxilium hóminum; quos Deus ad imáginem similitúdinis suæ fecit et a tyránnide diáboli emit prétio magno. Te custódem et patrónum sancta veneratur Ecclésia; tibi trádidit Dóminus ánimas redemptórum in supérna felicitáte locándas. Deprecáre Deum pacis ut cónterat sátanam sub pédibus nostris ne ultra váleat captivos tenére hómines et Ecclésiæ nocére. Offer nostras preces in conspéctu Altíssimi ut cito antícipent nos misericórdiæ Dómini et apprehéndas dracónem serpéntem antíquum qui est diábolus et sátanas et ligátum mittas in abyssum ut non sedúcat ámplius gentes. Exorcismus. IN NÓMINE Jesu Christi Dei et Dómini nostri intercedénte immaculáta Vírgine Dei Genitrice María beáto Michaéle Archángelo beátis Apóstolis Petro et Paulo et ómnibus Sanctis et sacra ministérii nostri auctoritáte confisi ad infestatiónes diabólicæ fraudis repelléndas secúri aggrédimur. Psalmus 67.
EXSÚRGAT Deus et dissipéntur inimici ejus et fúgiant qui odérunt eum a fácie ejus. Sicut déficit fumus deficiant: sicut fluit cera a fácie ignis sic péreant peccatóres a fácie Dei. V. Ecce Crucem Dómini fúgite partes advérsæ.
R. Vicit Leo de tribu Juda radix David. V. Fiat misericórdia tua Dómine super nos.
R. Quemádmodum sperávimus in te. EXORCIZÁMUS te omnis immúnde spíritus omnis satánica potéstas omnis incúrsio infernális adversárii omnis légio omnis congregátio et secta diabólica in nómine et virtúte Dómini nostri Jesu Christi eradicáre et effugáre a Dei Ecclésia ab animábus ad imáginem Dei cónditis ac pretióso divíni Agni sánguine redémptis . Non ultra áudeas serpens callidíssime decípere humánum genus Dei Ecclésiam pérsequi ac Dei electos excútere et cribráre sicut tríticum . Imperat tibi Deus altíssimus cui in magna tua supérbia te símilem habéri adhuc præsúmis; qui omnes hómines vult salvos fíeri et ad agnitiónem veritátis veníre. Imperat tibi Deus Pater ; ímperat tibi Deus Fílius ; ímperat tibi Deus Spíritus Sanctus . Imperat tibi Christus ætérnum Dei Verbum caro factum qui pro salúte géneris nostri tua invídia pérditi humiliávit semetípsum factus obédiens usque ad mortem; qui Ecclésiam suam ædificávit supra firmam petram et portas ínferi advérsus eam numquam esse prævalitúras edixit cum ea ipse permansúrus ómnibus diébus usque ad consumatiónem sæculi. Imperat tibi sacraméntum Crucis omniúmque christiánæ fídei Mysteriórum virtus . Imperat tibi excélsa Dei Génetrix Virgo Maria quæ superbíssimum caput tuum a primo instánti immaculátæ suæ Conceptiónis in sua humilitáte contrivit. Imperat tibi fides sanctórum Apostolórum Petri et Pauli ceterorúmque Apostolórum . Imperat tibi Mártyrum sanguis ac pia Sanctórum et Sanctárum ómnium intercéssio. Ergo draco maledicte et omnis légio diabólica adjurámus te per Deum vivum per Deum verum per Deum sanctum per Deum qui sic diléxit mundum ut Filium suum unigénitum daret ut omnis qui credit in eum non péreat sed hábeat vitam ætérnam: cessa decípere humánas creatúras eisque æternæ perditiónis venénum propináre: désine Ecclesiæ nocére et ejus libertáti láqueos injícere. Vade sátana invéntor et magister omnis fallaciæ hostis humánæ salútis. Da locum Christo in quo nihil invenísti de opéribus tuis; da locum Ecclesiæ uni sanctæ cathólicæ et Apostólicæ quam Christus ipse acquisívit sánguine suo. Humiliáre sub potenti manu Dei; contremísce et éffuge invocato a nobis sancto et terríbili Nómine Jesu quem ínferi tremunt cui Virtútes cælórum et Potestátes et Dominatiónes subjéctæ sunt; quem Chérubim et Séraphim indeféssis vócibus laudant dicéntes: Sanctus Sanctus Sanctus Dóminus Deus Sábaoth.
V. Dómine exaudi oratiónem meam.
R. Et clamor meus ad te véniat.
V. Dóminus vobíscum.
R. Et cum spírito tuo.
Orémus. Oratio. Deus cæli Deus terræ Deus Angelórum Deus Archangelórum Deus Patriarchárum Deus Prophetárum Deus Apostolórum Deus Mártyrum Deus Confessórum Deus Virginum Deus qui potestátem habes donáre vitam post mortem réquiem post labórem: quia non est Deus præter te nec esse potest nisi tu créator ómnium visibílium et invisibílium cujus regni non erit finis: humíliter majestati glóriæ tuæ suplicámus ut ab omni infernálium spirítuum potestáte láqueo deceptióne et nequítia nos poténter liberáre et incólumes custodíre dignéris. Per Christum Dóminum nostrum.
R. Amen.
Ab insídiis diáboli libera nos Dómine.
Ut Ecclésiam tuam secúra tibi fácias libertáte servire te rogámus audi nos.
Ut inimícos sanctæ Ecclésiæ humiliáre dignéris te rogámus audi nos.
Et aspergatur locus aqua benedicta.

EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] ORATIO POST LIBERATIONEM. Psalmus 10 Ad Dóminum confúgio; quómodo dícitis ánimæ meæ:
"Tránsvola in montem sicut avis! Ecce enim peccatóres tendunt arcum ponunt sagíttam suam super nervum ut sagíttent in obscúro rectos corde. Quando fundaménta evertúntur justus quid fácere valet?" Dóminus in templo sancto suo; Dóminus in cælo sedes ejus. Oculi ejus respíciunt pálpebræ ejus scrutántur fílios hóminum. Dóminus scrutátur justum et ímpium; qui díligit iniquitátem hunc odit ánima ejus. Pluet super peccatóres carbónes ignítos et sulphur; ventus æstuans pars cálicis eórum. Nam justus est Dóminus justítiam díligit;
recti vidébunt fáciem ejus. Glória Patri. Psalmus 12. Quoúsque Dómine obliviscéris mei omníno? quoúsque abscóndes fáciem tuam a me? Quoúsque volvam dolóres in ánima mea mærórem in corde meo cotídie? Quoúsque se extóllet inimícus meus super me? réspice exáudi me Dómine Deus meus!
Illústra óculos meos ne obdórmiam in morte ne dicat inimícus meus: "devíci eum";
Ne exsúltent adversárii mei quod corrúerim: cum confísus sim in misericórdia tua.
Exsúltet cor meum de auxílio tuo; cantem Dómino qui bona tríbuit mihi.
ORÁMUS te Deus omnípotens ut spíritus iniquitátis ámplius non hábeat potestátem in hoc fámulo tuo N. (hac fámula tua N.) sed ut fúgiat et non revertátur: ingrediatur in eum (eam) Dómine te jubénte bónitas et pax Dómini nostri Jesu Christi per quem redémpti sumus et ab omni malo non timeámus quia Dóminus nobiscum est: Qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti Deus per ómnia sæcula sæculorum. R. Amen. Exorcismus. in satanam et angelos apostaticos
Sequens exorcismus recitari potest ab Episcopis nec non a Sacerdotibus qui ab Ordinariis suis ad id auctoritatem habeant. In nómine Patris et Fílii et Spiritus Sancti. Amen. Ad S. Michaëlem Archangelum
Precatio PRINCEPS gloriosíssime cæléstis milítiæ sancte Michaël Archángele defénde nos in prælio adversus príncipes et potestátes advérsus mundi rectóres tenebrárum harum contra spirituália nequítiæ in cæléstibus. Veni in auxilium hóminum; quos Deus ad imáginem similitúdinis suæ fecit et a tyránnide diáboli emit prétio magno. Te custódem et patrónum sancta veneratur Ecclésia; tibi trádidit Dóminus ánimas redemptórum in supérna felicitáte locándas. Deprecáre Deum pacis ut cónterat sátanam sub pédibus nostris ne ultra váleat captivos tenére hómines et Ecclésiæ nocére. Offer nostras preces in conspéctu Altíssimi ut cito antícipent nos misericórdiæ Dómini et apprehéndas dracónem serpéntem antíquum qui est diábolus et sátanas et ligátum mittas in abyssum ut non sedúcat ámplius gentes.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 3. Dómine quam multi sunt qui tríbulant me multi insúrgunt advérsum me! Multi sunt qui de me dicunt: "Non est salus ei in Deo". Tu autem Dómine clípeus meus es
glória mea qui érigis caput meum. Voce mea ad Dóminum clamávi
et exaudívit me de monte sancto suo. Ego decúbui et obdormívi:
exsurréxi quia Dóminus susténtat me. Non timébo mília pópuli
Quæ in circúitu contra me consístunt. Exsúrge Dómine!
Salvum me fac Deus meus! Nam maxíllam percussísti ómnium adversántium mihi
dentes peccatórum confregísti. Penes Dóminum est salus:
Super pópulum tuum sit benedíctio tua! Glória Patri. Psalmus 10. Ad Dóminum confúgio; quómodo dícitis ánimæ meæ: "Tránsvola in montem sicut avis!
Ecce enim peccatóres tendunt arcum ponunt sagíttam suam super nervum
ut sagíttent in obscúro rectos corde. Quando fundaménta evertúntur
justus quid fácere valet?" Dóminus in templo sancto suo;
Dóminus in cælo sedes ejus. Oculi ejus respíciunt
pálpebræ ejus scrutántur fílios hóminum.
Dóminus scrutátur justum et ímpium; qui díligit iniquitátem hunc odit ánima ejus.
Pluet super peccatóres carbónes ignítos et sulphur;
ventus æstuans pars cálicis eórum. Nam justus est Dóminus justítiam díligit;
recti vidébunt fáciem ejus. Glória Patri.
EvolutionisReligion
Bush 322 Kerry -- che c'è vi sono momentaneamente finiti i sacrifici umani da poter offrire sull'altare del vostro satana per compensare le mie preghiere? ma voi potete sempre rapire un altro aereo di linea della Malesia con passeggeri cinesi!

EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 21. Deus meus Deus meus quare me dereliquísti? Longe abes a précibus a verbis clamóris mei.
Deus meus clamo per diem et non exáudis
et nocte et non atténdis ad me. Tu autem in sanctuário hábitas
laus Israël. In te speravérunt patres nostri
speravérunt et liberásti eos; Ad te clamavérunt et salvi facti sunt
in te speravérunt et non sunt confúsi. Ego autem sum vermis et non homo
oppróbrium hóminum et despéctio plebis.
Omnes vidéntes me derídent me diducunt lábia ágitant caput:
"Confídit in Dómino: líberet eum erípiat eum si díligit eum".
Tu útique duxísti me inde ab útero; secúrum me fecísti ad úbera matris meæ.
Tibi tráditus sum inde ab ortu ab útero matris meæ Deus meus es tu.
Ne longe stéteris a me quónian tríbulor; prope esto: quia non est adjútor.
Circúmstant me juvénci multi tauri Basan cingunt me.
Apériunt contra me os suum sicut leo rapax et rúgiens.
Sicut aqua effúsus sum et disjúncta sunt ómnia ossa mea;
Factum est cor meum tamquam cera
liquéscit in viscéribus meis. Aruit tamquam testa guttur meum et lingua mea adhæret fáucibus meis et in púlverem mortis deduxísti me. Etenim circúmstant me canes multi catérva male agéntium cingit me. Fodérunt manus meas et pedes meos dinumeráre possunt ómnia ossa mea. ipsi vero aspíciunt et vidéntes me lætántur; dívidunt sibi induménta mea et de veste mea mittunt sortem. Tu autem Dómine ne longe stéteris: auxílium meum ad juvándum me festina.
Eripe a gládio ánimam meam et de manu canis vitam meam;
Salva me ore leónis et me míserum a córnibus bubalórum.
Enarrábo nomen tuum frátribus meis
in médio cœtu laudábo te. "Qui timétis Dóminum laudáte eum; univérsum semen Jacob celebráte eum: timéte eum omne semen Israël.
Neque enim sprevit nec fastidívit misériam míseri;
neque abscóndit fáciem suam ab eo
et dum clamávit ad eum audívit eum".
Ad te venit laudátio mea in cœtu magno
vota mea reddam in conspéctu timéntium eum.
Edent páuperes et saturabúntur; laudábunt Dóminum qui quærunt eum:
"vivant corda vestra in sæcula". Recordabúntur et converténtur ad Dóminum univérsi fines terræ; Et procúmbent in conspéctu ejus univérsæ famíliæ géntium
Quóniam Dómini est regnum et ipse dominátur in géntibus.
Eum solum adorábunt omnes qui dórmiunt in terra
coram eo curvabúntur omnes qui descéndunt in púlverem. Et ánima mea ipsi vivet
semen meum sérviet ei Narrábit de Dómino generatióni ventúræ
et annuntiábunt justítiam ejus pópulo qui nascétur: "Hæc fecit Dóminus".
Glória Patri.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 30
Ad te Dómine confúgio: ne confúndar in ætérnum;
in justítia tua libera me! Inclína ad me aurem tuam
festína ut erípas me. Esto mihi petra refúgii arx muníta ut salves me.
Nam tu es petra mea et arx mea et propter nomen tuum dedúces me et díriges me.
Edúces me e reti quod abscondérunt mihi
quia tu es refúgium meum. In manus tuas comméndo spíritum meum:
liberábis me Dómine Deus fidélis. Odísti eos qui colunt idóla vana;
ego autem in Dómino confido. Exsultábo et lætábor de miseratióne tua quóniam respexísti misériam meam adjuvísti in angústiis ánimam meam
Nec tradidísti me in manum inimíci sed statuísti in loco spatióso pedes meos.
Miserére mei Dómine quia in angústiis sum;
mæróre tabéscit óculus meus ánima mea et corpus meum.
Etenim ærúmna consúmitur vita mea et anni mei gémit Defécit in afflictióne robur meum et ossa mea tabuérunt. Omnibus inimícis meis factus sum oppróbrium vicinis meis ludibrium et terror notis meis; qui foris vident me aufúgiunt a me.
Oblivióne éxcidi ex corde quasi mórtuus factus tamquam vas confráctum.
Etenim audívi síbilum multórum - terror est úndique!
conveniéntes simul contra me vitam meam auférre meditáti sunt.
Ego autem in te confido Dómine; dico: Deus meus es tu. In manu tua sortes meæ:
éripe me de manu inimicórum meórum et a persequéntibus me.
Serénum præbe vultum tuum servo tuo
salva me in misericórdia tua. Dómine ne confúndar quia invocávi te;
confundántur ímpii conticéscant acti ad ínferos.
Muta fiant lábia mendácia Quæ loquúntur contra justum insolénter in supérbia et contémptu. Quam magna est bónitas tua Dómine
quam reservásti timéntibus te Quam præstas confugiéntibus ad te
in conspéctu hóminum. Prótegis eos protectióne vultus tui
a conspiratióne virórum Occúltas eos in tentório
a júrgio linguárum. Benedíctus Dóminus quia mirábilem præbuit mihi
misericórdiam suam in urbe muníta. Ego autem dixi in trepidatióne mea:
"Abscíssus sum a conspéctu tuo". Tu vero audísti vocem obsecratiónis meæ
cum clamárem ad te. Dilígite Dóminum omnes sancti ejus!
fidéles consérvat Dóminus. Sed retríbuit abundánter
agéntibus supérbe. Confortámini et roborétur cor vestrum
omnes qui sperátis in Dómino. Glória Patri.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 34. Certa Dómine contra certántes mecum impúgna impugnántes me.
Apprehénde clípeum et scutum
et exsúrge in auxilium meum.
Vibra lánceam et cóibe persequéntes me
dic ánimæ meæ: "Salus tua ego sum".
Confundántur et erubéscant qui quærunt vitam meam
cedant retrórsum et afficiántur pudóre qui cógitant mihi mala.
Sint velut pálea ante ventum
cum ángelus Dómini pellet eos.
Sit via illórum tenebrósa et lúbrica
cum ángelus Dómini insectábitur eos.
Nam sine causa tetendérunt mihi rete suum
sine causa fodérunt fóveam vitæ meæ.
Véniat illis intéritus improviso et rete quod tetendérunt cápiat ipsos;
in fóveam quam fodérunt ipsi cadant.
Anima autem mea exultábit in Dómino
lætábitur de auxílio ejus.
Omnes vires meæ dicent: "Dómine quis símilis tibi
Qui éripis míserum a præpoténte
míserum et páuperem a prædatóre".
Surrexerunt testes violénti:
quorum non eram cónscius a me quærébant.
Retribuébant mihi mala pro bonis:
desolatiónem ánimæ meæ.
Ego autem cum illi ægrotárent induébar cilício affligébam jejúnio ániman meam
et preces intra me fundébam.
Velut pro amíco fratre meo incedébam tristis
velut qui luget matrem mæstus incurvábar.
Sed cum vacillárem ego lætáti sunt et convenérunt
convenérunt contra me percutiéntes inopinántem.
Dilaniábant me neque cessabánt tentábant me irridébant mihi frendéntes contra me déntibus suis.
Dómine quámdiu aspícies?
Éripe ánimam meam a rugiéntibus a leónibus vitam meam.
Grátias agam tibi in cœtu magno
in pópulo multo te laudábo.
Ne gáudeant de me inimíci mei injústi:
ne óculis ánnuant qui me odérunt sine causa.
Neque enim quæ pacis sunt loquúntur
et contra quiétum terræ fraudes meditántur.
Et dilátant contra me os suum
dicunt:Vah! Vah! Óculis nostris vídimus!"
Vidísti Dómine! Noli silére
Dómine noli esse procul a me!
Exspergícere et evígila ad defensiónem meam
Deus meus et Dóminus meus pro causa mea!
Júdica me secúndum justítiam tuam Dómine;
Deus meus ne læténtur de me!
Ne cógitent in corde suo: "Vah! Quod desiderávimus!"
ne dicant: "Devorávimus eum".
Confundántur et erubéscant omnes símul
qui lætántur de malis meis;
Induántur confusióne et ignomínia
qui se extóllunt contra me.
Exsúltent et læténtur qui favent causæ meæ
et dicam semper:
"Magnificétur Dóminus
qui favet salúti servi sui".
Et lingua mea enuntiábit justítiam tuam
perpétuo laudem tuam. Glória Patri.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 117
Alleluja! Gratias agite Domino quia bonus est;
Quia in æternum misericordia ejus.
dicat domus Israël:
« In æternum misericordia ejus».
Dicat domus Aaron:
« In æternum misericordia ejus».
Dicant qui timent Dominum:
« In æternum misericordia ejus ».
De tribulatione invocavi Dominum;
Exaudivit me Dominus et liberavit me.
Dominus mecum est: non timeo;
Quid faciat mihi homo?
Dominus mecum est adjutor meus
Et ego confusos videbo inimicos meos.
Melius est confugere ad Dominum
Quam confidere in homine.
Melius est confugere ad Dominum
Quam confidere in principibus.
Omnes gentes circumvenerunt me;
In nomine Domini contrivi eos.
Undique circumvenerunt me:
In nomine Domini contrivi eos.
Circumvenerunt me sicut apes;
Adusserunt sicut ignis spinas:
In nomine Domini contrivi eos.
Pulsus impulsus sum ut caderem;
Sed Dominus adjuvit me.
Robur meum et fortitudo mea est Dominus;
Et factus est mihi salvator.
Vox exsultationis et salutis
In tabernaculis justorum.
Dextera Domini fortiter egit Dextera Domini erexit me
Dextera Domini fortiter egit
Non moriar sed vivam;
Et enarrabo opera Domini.
Castigavit castigavit me Dominus
Sed morti non tradidit me.
Aperite mihi portas justitiæ:
Ingressus per eas gratias agam Domino.
Hæc est porta Domini
Justi intrabunt per eam.
Gratias agam tibi quod audisti me
Et factus es mihi salvator.
Lapis quem reprobaverunt ædificantes
Factus est caput anguli.
A Domino factum est istud;
Est mirabile in oculis nostris.
Hic est dies quem fecit Dominus;
Exsultemus et lætemur de eo.
O Domine salvum fac;
O Domine da prosperitatem!
Benedictus qui venit in nomine Domini:
Benedicimus vobis e domo Domini.
Deus est Dominus et illuxit nobis.
Ordinate pompam cum frondibus densis
Usque ad cornua altaris.
Deus meus es tu et gratias ago tibi;
Deus meus laudibus te extollo.
Gratias agite Domino quia bonus est;
In æternum misericordia ejus.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 69
Placeat tibi Deus ut eripias me;
Domine ad adjuvandum me festina.
Confundantur et erubescant
Qui quærunt vitam meam.
Cedant retrorsum et pudore afficiantur
Qui delectantur malis meis.
Recedant confusione operti
Qui dicunt mihi: Vah vah!
Exsultent et lætentur de te
Omnes qui quærunt te;
Et dicant semper: « Magnificetur Deus »
Qui desiderant auxilium tuum.
Ego autem miser sum et pauper
Deus succurre mihi!
Adjutor meus et liberator meus es tu:
Domine ne tardaveris.
Psalmus 53
Deus in nomine tuo salvum me fac
Et virtute tua age causam meam.
Deus audi orationem meam;
Auribus percipe verba oris mei.
Nam superbi insurrexerunt contra me
Et violenti quæsierunt vitam meam;
Non proposuerunt Deum ante oculos suos.
Ecce Deus adjuvat me
Dominus sustentat vitam meam.
Retorque malum in adversarios meos
Et pro fidelitate tua destrue illos.
Voluntarie sacrificabo tibi
Celebrabo nomen tuum Domine quia bonum est.
Nam ex omni tribulatione eripuit me
Et inimicos meos confusos vidit oculus meus.
EvolutionisReligion
my JHWH -- giuro! li calpesterò finché in loro non si potrà trovare un solo osso intero! ] [ king SAUDI ARABIA -- perché tu dici: " a quel pervetito di Obama GENDER piace prenderlo e piace darlo! SODOMA E GOMORRA FUOCO DAL CIIELO! " perché tu guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello e poi tu non guardi la TRAVE SHARIA che è nel tuo occhio nazi sterminio genocidio?!"

EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 67. Exsúrgit Deus dissipántur inimíci ejus et fúgiunt qui odérunt eum a fácie ejus.
Sicut dispérgitur fumus dispérguntur sicut díffluit cera ante ignem
sic péreunt peccatóres ante Deum.
Justi autem lætántur exsúltant in conspéctu Dei
et delectántur in lætítia.
Cantáte Deo psállite nómini ejus;
stérnite viam ei qui véhitur per desértum
Cui nomen est Dóminus
et exsultáte coram eo.
Pater orphanórum et tutor viduárum
Deus est in habitáculo sancto suo.
Deus domum parat derelíctis edúcit captivos ad prosperitátem:
rebélles tantum degunt in tórrida terra.
Deus cum exíres ante pópulum tuum
cum incéderes per desértum
Terra mota est cæli quoque stillárunt ante Deum
trémuit Sinai ante Deum Deum Israël.
Plúviam copiósam demisísti Deus in hereditátem tuam
et fatigátam tu refecísti.
Grex tuus habitávit in ea
parásti eam in bonitáte tua páuperi Deus.
Dóminus profert verbum;
læta nuntiántium multitúdo est magna:
"Reges exercítuum fúgiunt fúgiunt;
et incolæ domus dívidunt prædam.
Dum quiescebátis inter caulas gregum alæ colúmbæ nitébant argénto
et pennæ ejus flavóre auri.
Dum Omnípotens illic dispergébat reges
nives cecidérunt in Salmon!"
Montes excélsi sunt montes Basan
clivósi montes sunt montes Basan: Cur invidiósi aspícitis montes clivósi montem in quo habitáre plácuit Deo
immo in quo habitábit Dóminus semper?
Currus Dei myríades sunt mille et mille:
Dóminus de Sinai in sanctuárium venit.
Ascendísti in altum duxísti captívos accepísti in donum hómines
vel eos qui nolunt habitáre apud Dóminum Deum.
Benedíctus Dóminus per síngulos dies:
portat ónera nostra Deus salus nostra!
Deus noster est Deus qui salvat
et Dóminus Deus dat evasiónem a morte.
Profécto Deus confríngit cápita inimicórum suórum
vérticem capillátum ejus qui ámbulat in delíctis suis.
Dixit Dóminus: "Ex Basan redúcan
redúcam e profúndo maris
Ut intíngas pedem tuum in sánguine
ut linguis canum tuórum sit pórtio ex inimícis".
Vident ingressum tuum Deus
ingressum Dei mei regis mei in sanctum:
Præcédunt cantóres postrémi sunt citharoédi
in médio puéllæ týmpana sonant.
"In coétibus festívis benedícite Deo
Dómino vos ex Israël nati".
Ibi est Benjamin mínimus natus præcédens eos príncipes Juda cum turmis suis
príncipes Zabulon príncipes Néphtali.
Exsere Deus poténtiam tuam
poténtiam Deus qui operáris pro nobis.
Propter templum tuum quod est in Jerúsalem
tibi ófferant reges múnera!
Increpa feram arúndinis
turmam taurórum cum vítulis populórum
Prostérnat se cum láminis argénti:
dissipa gentes quæ bellis lætántur.
Véniant magnátes ex Ægýpto Æthiópia exténdat manus suas ad Deum.
Regna terræ cantáte Deo psállite Dómino
qui véhitur per cælos cælos antíquos!
Ecce edit vocem suam vocem poténtem:
"Agnóscite poténtiam Dei!"
Super Israël majéstas ejus
et poténtia ejus in núbibus.
Timéndus est Deus e sancto suo Deus Israël;
ipse poténtiam dat et robur pópulo suo:
benedictus Deus: Glória Patri.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Psalmus 90
QUI habitat in adjutorio Altissimi * in protectione Dei caeli commorabitur.
Dicet Domino: susceptor meus es tu et refugium meum: * Deus meus sperabo in eum.
Quoniam ipse liberabit me de laqueo venantium * et a verbo aspero.
Scapulis suis obumbrabit tibi: * et sub pennis ejus sperabis.
Scuto circumdabit te veritas ejus: * non timebis a timore nocturno.
A sagitta volante in die a negotio perambulante in tenebris: * ab incursu et dæmonio meridiano.
Cadent a latere tuo mille et decem milia a dextris tuis: * ad te autem non appropinquabit.
Verumtamen oculis tuis considerabis: * et retributionem peccatorum videbis.
Quoniam tu es Domine spes mea: * Altissimum posuisti refugium tuum.
Non accedet ad te malum * et flagellum non appropinquabit tabernaculo tuo.
Quoniam angelis suis mandabit de te: * ut custodiant te in omnibus viis tuis.
In manibus portabunt te: * ne forte offendas ad lapidem pedem tuum.
Super aspidem et basiliscum ambulabis: * et conculcabis leonem et draconem.
Quoniam in me speravit liberabo eum: * protegam eum quoniam cognovit nomen meum.
Clamabit ad me et ego exaudiam eum: * cum ipso sum in tribulatione: eripiam eum et glorificabo eum.
Longitudine dierum replebo eum: * et ostendam illi salutare meum.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Symbolum Athanasianum
Quicúmque vult salvus esse ante ómnia opus est ut téneat cathólicam fidem:
 Quam nisi quisque íntegram inviolatámque serváverit
absque dúbio in ætérnum períbit. Fides autem cathólica hæc est:
ut unum Deum in Trinitáte et Trinitátem in unitáte venerémur.
 Neque confundéntes persónas
neque substántiam separántes. Alia est enim persóna Patris ália Fílii
ália Spíritus Sancti: Sed Patris et Fílii et Spíritus Sancti una est divínitas
æquális glória coætérna majéstas.
 Qualis Pater talis Fílius
talis Spíritus Sanctus.
 Increátus Pater increátus Filius
increátus Spíritus Sanctus.
 Imménsus Pater imménsus Fílius
imménsus Spíritus Sanctus.
 Ætérnus Pater ætérnus Fílius
ætérnus Spíritus Sanctus.
 Et tamen non tres ætérni
sed unus ætérnus.
 Sicut non tres increáti nec tres imménsi
sed unus increátus et unus imménsus.
 Simíliter omnípotens Pater omnípotens Fílius
omnípotens Spíritus Sanctus.
 Et tamen non tres omnipoténtes
sed unus omnípotens.
 Ita Deus Pater Deus Fílius
Deus Spíritus Sanctus.
 Et tamen non tres Dómini:
sed unus est Dóminus.
 Quia sicut singillátim unamquámque persónam Deum ac
Dóminum confitéri christiána veritáte compéllimur:
ita tres Deos aut Dóminos dícere cathólica religióne prohibémur.
 Pater a nullo est factus:
nec creátus nec génitus.
 Fílius a Patre solo est:
non factus nec creátus sed génitus.
 Spíritus Sanctus a Patre et Fílio:
non factus nec creátus nec génitus sed procédens.
 Unus ergo Pater non tres Patres: unus Fílius non tres Fílii:
unus Spíritus Sanctus non tres Spíritus Sancti.
 Et in hac Trinitáte nihil prius aut postérius nihil majus aut minus:
sed totæ tres persónæ coætérnæ sibi sunt et coæquáles.
 Ita ut per ómnia sicut iam supra dictum est
et únitas in Trinitáte et Trínitas in unitáte veneránda sit.
 Qui vult ergo salvus esse ita de Trinitáte séntiat.
 Sed necessárium est ad ætérnam salútem
ut Incarnatiónem quoque Dómini nostri Jesu Christi fidéliter credat.
 Est ergo fides recta ut credámus et confiteámur
quia Dóminus noster Jesus Christus Dei Fílius Deus et homo est.
 Deus est ex substántia Patris ante sæcula génitus:
et homo est ex substántia matris in sæculo natus.
 Perfectus Deus perféctus homo: ex ánima rationáli et humana carne subsístens.
 Æquális Patri secúndum divinitátem:
minor Patre secúndum humanitátem.
 Qui licet Deus sit et homo non duo tamen sed unus est Christus.
 Unus autem non conversióne divinitátis in carnem;
sed assumptióne humanitátis in Deum.
 Unus omníno non confusióne substántiæ
sed unitáte persónæ. Nam sicut ánima rationális et caro unus est homo:
ita Deus et homo unus est Christus.
 Qui passus est pro salúte nostra: descendit ad inferos:
tertia die resurréxit a mórtuis.
 Ascendit ad cælos sedet ad dexteram Dei Patris omnipoténtis:
inde ventúrus est judicáre vivos et mórtuos.
 Ad cujus advéntum omnes hómines resúrgere habent cum corpóribus suis:
et redditúri sunt de factis própriis ratiónem.
 Et qui bona egérunt ibunt in vitam ætérnam:
qui vero mala in ignem ætérnum. Hæc est fides cathólica
quam nisi quisque fidéliter firmitérque credíderit
salvus esse non póterit. Glória Patri.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Deus cæli Deus terræ Deus Angelórum Deus Archangelórum Deus Prophetárum Deus Apostolórum Deus Mártyrum Deus Vírginum Deus qui potestátem habes donáre vitam post mortem réquiem post labórem: quia non est álius Deus præter te nec esse póterit verus nisi tu Creátor cæli et terræ qui verus Rex es et cujus regni non erit finis; humíliter majestáti glóriæ tuæ súpplico ut hunc fámulum tuum (hanc fámulam tuam) de immúndis spíritibus liberáre dignéris. Per Christum Dóminum nostrum. R. Amen.
Exorcismus
ADJÚRO ergo te omnis immundíssime spíritus omne phantásma omnis incúrsio sátanæ in nómini Jesu Christi Nazaréni qui post lavácrum Joánnis in desértum ductus est et te in tuis sédibus vicit: ut quem ille de limo terræ ad honórem gloriæ suæ formávit tu désinas impugnáre: et in hómine miserábili non humánam fragilitátem sed imáginem omnipoténtis Dei contremíscas. Cede ergo Deo qui te et malítiam tuam in Pharaóne et in exércitu ejus per Moysen servum suum in abýssum demérsit. Cede Deo qui te per fidelíssimum servum suum David de rege Saule spirituálibus cánticis pulsum fugávit. Cede Deo qui te in Juda Iscarióti proditóre damnávit. Ille enim te divínis verbéribus tangit in cujus conspéctu cum tuis legiónibus tremens et clamans dixísti: Quid nobis et tibi Jesu Fili Dei altíssimi? Venísti huc ante tempus torquére nos? Ille te perpétuis flammis urget qui in fine témporum dictúrus est impiis: Discédite a me maledícti in ignem ætérnum qui parátus est diábolo et ángelis ejus. Tibi enim ímpie et ángelis tuis vermes erunt qui nunquam moriéntur. Tibi et ángelis tuis inextinguíbile præparátur incendium: quia tu es prínceps maledícte homicídii tu auctor incéstus tu sacrilegórum caput tu actiónum pessimárum magister tu hæreticórum doctor tu totius obscœnitàtis invéntor. Exi ergo ímpie exi sceleráte exi cum omni fallácia tua: quia hóminem templum suum esse vóluit Deus. Sed quid diútius moráris hic? Da honórem Deo Patri omnipoténti cui omne genu fléctitur. Da locum Dómino Jesu Christo qui pro hómine sánguinem suum sacratíssimum fudit. Da locum Spíritui Sancto qui per beátum Apóstolum suum Petrum te maniféste stravit in Simóne mago; qui falláciam tuam in Ananía et Saphíra condemnávit; qui te in Heróde rege honórem Deo non dante percússit; qui te in mago Elyma per Apóstolum suum Paulum cæcitátis calígine pérdidit et per eúndem de Pythonissa verbo ímperans exíre præcépit. Discéde ergo nunc discéde sedúctor. Tibi erémus sedes est. Tibi habitátio serpens est: humiliáre et prostérnere. Jam non est différendi tempus. Ecce enim dominátor Dóminus próximat cito et ignis ardébit ante ipsum et præcédet et inflammábit in circúitu inimícos ejus. Si enim hóminem fefélleris Deum non póteris irridére. Ille te ejicit cujus óculis nihil occúltum est. Ille te expéllit cujus virtúti univérsa subjécta sunt. Ille te exclúdit qui tibi et ángelis tuis præparávit ætérnam gehénnam; de cujus ore exíbit gládius acútus: qui ventúrus est judicáre vivos et mórtuos et sæculum per ignem.
R. Amen. 5. Prædicta omnia quatenus opus sit repeti possunt donec obsessus sit omnino liberatus.
6. Juvabit præterea plurimum super obsessum sæpe repetere Pater noster Ave Maria et Credo atque hæc quæ infra notantur devote dicere.
Canticum Magníficat; in fine Glória Patri. Canticum Benedíctus; in fine Glória Patri.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Oratio.
DEUS cónditor et defénsor géneris humáni qui hóminem ad imáginem tuam formásti: réspice super hunc fámulum tuum N. qui (hanc famulam tuam N. quæ) dolis immúndi spíritus appétitur quem vetus adversárius antíquus hostis terræ formídinis horróre circúmvolat et sensum mentis humánæ stupóre defígit terróre contúrbat et metu trépidi timóris exágitat. Reppélle Dómine virtútem diáboli fallacésque ejus insídias ámove: procul ímpius tentátor aufúgiat: sit nóminis tui signo (in fronte) fámulus tuus munítus (fámula tua muníta) et in ánimo tutus (-a) et córpore. (Tres cruces sequentes fiant in pectore dæmoniaci). Tu péctoris hujus intérna custódias. Tu víscera regas. Tu cor confirmes. In ánima adversatrícis potestátis tentaménta evanéscant. Da Dómine ad hanc invocatiónem sanctíssimi nóminis tui grátiam ut qui hucúsque terrébat térritus aufúgiat et victus abscédat tibíque possit hic fámulus tuus (hæc fámula tua) et corde firmátus (-a) et mente sincérus (-a) débitum præbére famulátum. Per Dóminum.
R. Amen.
Exorcismus. aDJÚRO TE serpens antíque per júdicem vivórum et mortuórum per factórem tuum per factórem mundi per eum qui habet potestátem mitténdi te in gehénnam ut ab hoc fámulo Dei N. qui (ab hac fámula Dei N. quæ) ad Ecclésiæ sinum recúrrit cum metu et exércitu furóris tui festínus discédas. Adjúro te íterum (in fronte) non mea infirmitáte sed virtúte Spíritus Sancti ut éxeas ab hoc fámulo Dei N. quem (ab hac fámula Dei N. quam) omnípotens Deus ad imáginem suam fecit. Cede ígitur cede non mihi sed minístro Christi. Illius enim te urget potéstas qui te Cruci suæ subjugávit. Illíus bráchium contremísce qui devíctis gemítibus inférni ánimas ad lucem perdúxit. Sit tibi terror corpus hóminis (in pectore) sit tibi formido imágo Dei (in fronte). Non resístas nec moréris discédere ad hómine isto quóniam complácuit Christo in hómine habitáre. Et ne contemnéndum putes dum me peccatórem nimis esse cognóscis. Imperat tibi Deus . Imperat tibi majéstas Christi . Imperat tibi Deus Pater ímperat tibi Deus Fílius ímperat tibi Deus Spíritus Sanctus . Imperat tibi sacramentum crucis . Imperat tibi fides sanctórum Apostolórum Petri et Pauli et ceterórum Sanctórum . Imperat tibi Mártyrum sanguis . Imperat tibi continéntia Confessórum . Imperat tibia pia Sanctórum et Sanctárum ómnium intercéssio . Imperat tibi christiánæ fidei misteriórum virtus . Exi ergo transgréssor. Exi sedúctor plene omni dolo et fallácia virtútis inimice innocéntium persecútor. Da locum diríssime da locum impiíssime da locum Christo in quo nihil invenísti de opéribus tuis: qui te spoliávit qui regnum tuum destrúxit qui te victum ligávit et vasa tua dirípuit: qui te projécit in ténebras exterióres ubi tibi cum minístris tuis érit præparatus intéritus. Sed quid truculénte renitéris? Quid temerárie detréctas? Reus es omnipoténti Deo cujus státuta transgressus es. Reus es Fílio ejus Jesu Christo Dómino nostro quem tentáre ausus es et crucifígere præsumpsísti. Reus es humáno géneri cui tuis persuasiónibus mortis venénum propinásti.
Adjuro ergo te draco nequíssime in nómine Agni immaculáti qui ambulávit super áspidem et basiliscum qui conculcávit leónem et dracónem ut discédas ab hoc hómine (fiat signum crucis in fronte) discédas ab Ecclésia Dei (fiat signum crucis super circumstantes): contremísce et éffuge invocáto nómine Dómini illíus quem ínferi tremunt: cui virtútes cælórum et Potestátes et Dominatiónes subjéctæ sunt: quem Chérubim et Séraphim indeféssis vócibus laudant dícentes: Sanctus sanctus sanctus Dóminus Deus Sábaoth. Imperat tibi Verbum caro factum. Imperat tibi natus ex Vírgine. Imperat tibi Jesus Nazarénus qui te cum discípulos ejus contémneres elísum atque prostrátum exíre præcépit ab hómine: quo præsénte cum te ab hómine separásset nec porcórum gregem íngredi præsumébas. Recéde ergo nunc adjurátus in nómine ejus ab hómine quem ipse plasmávit. Durum est tibi velle resístere . Durum est tibi contra stímulum calcitráre . Quia quanto tárdius exis tanto magis tibi supplícium crescit quia non hómines contémnis sed illum qui dominátur vivórum et mortuórum qui ventúrus est judicáre vivos et mórtuos et sæculum per ignem.
R. Amen.
V. Dómine exaudi oratiónem meam.
R. Et clamor meus ad te véniat.
V. Dóminus vobíscum.
R. Et cum spírito tuo.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] OMNÍPOTENS Dómine Verbum Dei Patris Christe Jesu Deus et Dóminus univérsæ creatúræ: qui sanctis Apóstolis tuis dedísti potestátem calcándi super serpéntes et scorpiónes: qui inter cétera mirabílium tuórum præcépta dignátus es dícere: Dæmones effugáte: cujus virtúte motus tamquam fulgur de cælo sátanas cécidit: tuum sanctum nomen cum timóre et tremóre supplíciter déprecor ut indigníssimo mihi servo tuo data vénia ómnium delictórum meórum constantem fidem et potestátem donáre dignéris ut hunc crudélem dæmonem bráchii tui sancti munítus poténtia fidénter et secúrus aggrédiar: per te Jesu Christe Dómine Deus noster qui ventúrus es judicáre vivos et mórtuos et sæculum per ignem.
R. Amen.
4. Deinde muniat se et obsessum signo crucis imponat extremam partem stolæ collo ejus et dextera manu sua capiti ejus imposita constanter et magna cum fide dicat ea quæ sequuntur:
V. Ecce Crucem Dómini fúgite partes advérsæ.
R. Vicit leo de tribu Juda radix David.
V. Dómine exaudi oratiónem meam.
R. Et clamor meus ad te véniat.
V. Dóminus vobíscum.
R. Et cum spírito tuo.
 Orémus.      Oratio.
Deus et Pater Dómini nostri Jesu Christi invoco nomen sanctum tuum et cleméntiam tuam supplex expósco: ut advérsus hunc et omnem immúndum spíritum qui vexat hoc plasma tuum mihi auxilium præstáre dignéris. Per eúmdem Dóminum.
R. Amen. Exorcismus
EXORCIZO te immundíssime spíritus omnis incúrsio adversárii omne phantasma omnis légio in nómine Dómini nostri Jesu Christi eradicáre et effugáre ab hoc plásmate Dei . Ipse tibi ímperat qui te de supérnis cæælórum in inferióra terræ demérgi præcépit. Ipse tibi ímperat qui mari ventis et tempestátibus imperávit. Audi ergo et time sátana inimice fidei hostis géneris humáni mortis addúctor vitæ raptor justítiæ declinátor malórum radix fomes vitiórum sedúctor hóminum próditor géntium incitátor invídiæ origo avaritiæ causa discórdiæ excitátor dolórum: quid stas et resistis cum scias Christum Dóminum vias tuas pérdere? Illum métue qui in Isaac immolátus est in Joseph venúndatus in agno occísus in hómine crucifixus deinde inférni triumphátor fuit. Sequentes cruces fiant in fronte obsessi. Recéde ergo in nómine Patris et Fílii et Spíritus Sancti: da locum Spirítui Sancto per hoc signum sanctæ Crucis Jesu Christi Dómini nostri: Qui cum Patre et eódem Spíritu Sancto vivit et regnat Deus per ómnia sæcula sæculórum.
R. Amen.
V. Dómine exaudi oratiónem meam.
R. Et clamor meus ad te véniat.
V. Dóminus vobíscum.
R. Et cum spírito tuo.
EvolutionisReligion
[esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] Léctio sancti Evangélii secúndum Marcum. Marc. 16 15-18
IN ILLO témpore: Dixit Jesus discípulis suis: Eúntes in mundum univérsum prædicáte Evangélium omni creatúræ. Qui credíderit et baptizátus fuérit salvus erit: qui vero non credíderit condemnábitur. Signa autem eos qui credíderint hæc sequéntur: In nómine meo dæmónia ejícient: linguis loquéntur novis: serpéntes tollent: et si mortíferum quid bíberint non eis nocébit: super ægros manus impónent et bene habébunt.
 Léctio sancti Evangélii secúndum Lucam
Luc. 10 17-20
IN ILLO témpore: Revérsi sunt septuagínta duo cum gáudio dícentes ad Jesum: Dómine étiam dæmónia subjiciúntur nóbis in nómine tuo. Et ait illis: Vidébam sátanam sicut fulgur de cælo cadéntem. Ecce dedi vobis potestátem calcándi supra serpéntes et scorpiónes et super omnem virtútem inimíci: et nihil vobis nocébit. Verumtamen in hoc nolíte gaudére quia spíritus vobis subjiciúntur: gaudéte autem quod nómina vestra scripta sunt in cælis.
 Léctio sancti Evangélii secúndum Lucam
Luc. 11 14-22
IN ILLO témpore: Erat Jesus ejíciens dæmónium et illud erat mutum. Et cum ejecísset dæmónium locútus est mutus et admirátæ sunt turbæ. Quidam autem ex eis dixérunt: In Beélzebub príncipe dæmóniorum éjicit dæmónia. Et álii tentántes signum de cælo quærébant ab eo. Ipse autem ut vidit cogitatiónes eórum dixit eis: Omne regnum in seípsum divísum desolábitur et domus supra domum cadet. Si autem et sátanas in seípsum divísus est quómodo stabit regnum eius? Quia dícitis in Beélzebub ejício dæmónia. Si autem ego in Beélzebub ejício dæmónia filii vestri in quo ejíciunt? Ideo ipsi júdices vestri erunt. Porro si in dígito Dei ejício dæmónia: profécto pervénit in vos regnum Dei. Cum fortis armátus custódit átrium suum in pace sunt ea quæ póssidet. Si autem fórtior eo supervéniens vícerit eum univérsa arma ejus áuferet in quibus confidébat et spólia ejus distribuet.

EvolutionisReligion
[esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.] DEUS cui próprium est miseréri semper et párcere: súscipe deprecatiónem nostram; ut hunc fámulum tuum quem (hanc fámulam tuam quam) delictórum caténa constríngit miserátio tuæ pietátis cleménter absólvat. DÓMINE sancte Pater omnípotens ætérne Deus Pater Dómini nostri Jesu Christi qui illum réfugam tyránnum et apóstatam gehénnæ ígnibus deputásti quique Unigénitum tuum in hunc mundum misísti ut illum rugiéntem contéreret: velóciter atténde accélera ut erípias hóminem ad imáginem et similitúdinem tuam creátum a ruína et dæmónio meridiáno. Da Dómine terrórem tuum super béstiam quæ extérminat vineam tuam. Da fidúciam servis tuis contra nequíssimum dracónem pugnáre fortíssime ne contémnat sperántes in te et ne dicat sicut in Pharaóne qui jam dixit: Deum non novi nec Israël dimítto. Urgeat illum déxtera tua potens discédere a fámulo tuo N. (a fámula tua N.) ne diútius præsúmat captívum tenére quem tu ad imáginem tuam fácere dignátus es et in Fílio tuo redemísti: Qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti Deus per ómnia sæcula sæculórum.
R. Amen. 2. Deinde præcipiat dæmoni hunc in modum:
PRÆCÍPIO tibi quicúmque es spíritus immúnde et ómnibus sóciis tuis hunc Dei fámulum (hanc Dei fámulam) obsidéntibus: ut per mystéria incarnatiónis passiónis resurrectiónis et ascensiónis Dómini nostri Jesu Christi per missiónem Spíritus Sancti et per advéntum ejúsdem Dómini nostri ad judicium dicas mihi nomen tuum diem et horam éxitus tui cum áliquo signo: et ut mihi Dei minístro licet indígno prorsus in ómnibus obédias: neque hanc creatúram Dei vel circumstántes aut eórum bona ullo modo offéndas.
 3. Deinde legantur super obsessum hæc Evangelia vel saltem unum.
Léctio sancti Evangélii secúndum Joánnem. (Jo 1 1-14)
Hæc dicens signat se et obsessum in fronte ore et pectore.
IN PRINCIPIO erat Verbum et Verbum erat apud Deum et Deus erat Verbum. Hoc erat in principio apud Deum. Omnia per ipsum facta sunt: et sine ipso factum est nihil quod factum est: in ipso vita erat et vita erat lux hominum: et lux in tenebris lucet et tenebræ eam non comprehenderunt.
Fuit homo missus a Deo cui nomen erat Johannes. Hic venit in testimonium ut testimonium perhiberet de lumine ut omnes crederent per illum.
Non erat ille lux sed ut testimonium perhiberet de lumine. Erat lux vera quæ illuminat omnem hominem venientem in hunc mundum. In mundo erat et mundus per ipsum factus est et mundus eum non cognovit. In propria venit et sui eum non receperunt. Quotquot autem receperunt eum dedit eis potestatem filios Dei fieri his qui credunt in nomine ejus: qui non ex sanguinibus neque ex voluntate carnis neque ex voluntate viri sed ex Deo nati sunt (hic genuflectitur). Et Verbum caro factum est et habitavit in nobis: et vidimus gloriam ejus gloriam quasi unigeniti a patre plenum gratiæ et veritatis.
EvolutionisReligion
Psalmus 53 [esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio.]
Deus in nómine tuo salvum me fac et virtúte tua age causam meam.
Deus audi oratiónem meam;
áuribus pércipe verba oris mei.
Nam supérbi insurréxerunt contra me et violénti quæsiérunt vitam meam;
non proposuérunt Deum ante óculos suos.
Ecce Deus ádjuvat me
Dóminus susténtat vitam meam.
Retórque malum in adversários meos
et pro fidelitáte tua déstrue illos.
Voluntárie sacrificábo tibi
celebrábo nomen tuum Dómine quia bonum est.
Nam ex omni tribulatióne eripuit me
et inimícos meos confúsos vidit óculus meus.
Glória Patri.
V. Salvum (-am) fac servum tuum (ancillam tuam).
R. Deus meus sperántem in te.
V. Esto ei Dómine turris fortitúdinis.
R. A fácie inimíci.
V. Nihil proficiat inimicus in eo (ea).
R. Et fílius iniquitátis non appónat nocére ei.
V. Mitte ei Dómine auxilium de sancto.
R. Et de Sion tuére eum (eam)
V. Dómine exaudi oratiónem meam.
R. Et clamor meus ad te véniat. V. Dóminus vobíscum.
R. Et cum spírito tuo.
EvolutionisReligion
my JHWH -- come si sentono male ed alcuni stanno svenendo!
magari muoiono le bestie!

EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio. Peccatóres te rogámus audi nos. Ut nobis parcas te rogámus audi nos.
Ut nobis indúlgeas te rogámus audi nos.
Ut ad veram pæniténtiam nos perdúcere dignéris te rogámus audi nos.
Ut Ecclésiam tuam sanctam régere et conserváre dignéris te rogámus
 audi nos.
Ut Domnum Apostólicum et omnes ecclesiasticos órdines
 in sancta religióne conserváre dignéris te rogámus audi nos.
Ut inimicos sanctæ Ecclésiæ humiliáre dignéris te rogámus audi nos.
Ut régibus et principibus christiánis pacem
 et veram concórdiam donáre dignéris te rogámus audi nos.
Ut cuncto pópulo christiáno
 pacem et unitátem largiri dignéris te rogámus audi nos.
Ut omnes errántes ad unitátem Ecclésiæ revocáre et infidéles univérsos
 ad Evangélii lumen perdúcere dignéris te rogámus audi nos.
Ut nosmetipsos in tuo sancto servitio
 confortáre et conserváre dignéris te rogámus audi nos.
Ut mentes nostras ad cæléstia desidéria érigas te rogámus audi nos.
Ut ómnibus benefactóribus nostris
 sempitérna bona retribuas te rogámus audi nos.
Ut ánimas nostras fratrum propinquórum et benefactórum nostrorum
 ab ætérna damnatióne eripias te rogámus audi nos.
Ut fructus terræ dare et conserváre dignéris te rogámus audi nos. Ut fructus terræ dare et conserváre dignéris te rogámus audi nos.
Ut ómnibus fidélibus defúnctis réquiem ætérnam donáre dignéris te rogámus audi nos.
Ut nos exaudire dignéris te rogámus audi nos.
Fili Dei te rogámus audi nos.
Agnus Dei qui tollis peccáta mundi parce nobis Dómine.
Agnus Dei qui tollis peccáta mundi exaudi nos Dómine.
Agnus Dei qui tollis peccáta mundi miserere nobis.
Christe audi nos.
Christe exáudi nos.
Kyrie eléison.
Christe eléison.
Kyrie eléison.
Postea dicat:
Ant. Ne reminiscáris Domine delicta nostra vel paréntum nostrórum: neque vindíctam sumas de peccátis nostris.
Pater noster secreto usque ad
V. Et ne nos indúcas in tentatiónem.
R. Sed líbera nos a malo.
EvolutionisReligion
esci bestia PARASSITA USURAIO immondo: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ]. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF.Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio. Propitius esto parce nobis Dómine. Propitius esto exáudi nos Dómine.
Ab omni malo libera nos Dómine.
Ab omni peccáto libera nos Dómine.
Ab ira tua libera nos Dómine.
 subitánea et improvisa morte libera nos Dómine.
Ab insidiis diáboli libera nos Dómine.
Ab ira et ódio et omni mala voluntáte libera nos Dómine.
A spiritu fornicatiónis libera nos Dómine.
A fúlgure et tempestáte libera nos Dómine.
A flagéllo terræmótus libera nos Dómine.
A peste fame et bello libera nos Dómine.
A morte perpétua libera nos Dómine.
Per mystérium sanctæ Incarnatiónis tuæ libera nos Dómine.
Per Advéntuum tuum libera nos Dómine.
Per Nativitátem tuam libera nos Dómine.
Per Baptismum et sanctum jejúnium tuum libera nos Dómine.
Per Crucem et Passiónem tuam libera nos Dómine.
Per Mortem et sepultúram tuam libera nos Dómine.
Per sanctam Resurrectiónem tuam libera nos Dómine.
Per admirábilem Ascensiónem tuam libera nos Dómine.
Per advéntum Spiritus Sancti Parácliti libera nos Dómine.
In die judicii libera nos Dómine.

EvolutionisReligion
esci bestia immonda: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ] obsessis a dæmonio. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF.
21. Si vero obsessus liberatus fuerit moneatur ut diligenter sibi caveat a peccatis ne occasionem dæmoni præbeat in ipsum revertendi ne fiant novissima hominis illius pejora prioribus. Caput II
Ritus exorcizandi obsessos a dæmonio
Sacerdos ab Ordinario delegatus rite confessus aut saltem corde peccata sua detestans peracto si commode fieri possit Sanctissimo Missæ sacrificio divinoque auxilio piis precibus implorato superpelliceo et stola violacea indutus et coram se habens obsessum ligatum si sit periculum eum se et astantes communiat signo crucis et aspergat aqua benedicta et genibus flexis aliis respondentibus dicat Litanias ordinarias usque ad Preces exclusive.
Kyrie eléison.
Christe eléison.
Kyrie eléison.
Christe audi nos.
Christe exáudi nos.
Pater de cælis Deus miserére nobis.
Fili Redémptor mundi Deus miserére nobis.
Spiritus Sancte Deus miserére nobis.
Sancta Trinitas unus Deus miserére nobis.
sancta Maria ora pro nobis.
Sancta Dei Génitrix ora pro nobis.
Sancta Virgo virginum ora pro nobis.
Sancte Michaël ora pro nobis.
Sancte Gábriel ora pro nobis.
Sancte Ráphaël ora pro nobis.
Omnes sancti Angeli et Archángeli oráte pro nobis.
Omnes sancti beatórum Spirituum órdines oráte pro nobis.
Sancte Joánnes Baptista ora pro nobis
Sante Joseph ora pro nobis.
Omnes sancti Patriárchæ et Prophétæ oráte pro nobis.
Sancte Petre ora pro nobis.
Sancte Paule ora pro nobis.
Sancte Andréa ora pro nobis.
Sancte Jacóbe ora pro nobis.
Sancte Joánnes ora pro nobis.
Sancte Thoma ora pro nobis.
Sancte Jacóbe ora pro nobis.
Sancte Philippe ora pro nobis.
Sancte Bartholomæe ora pro nobis.
Sancte Matthæe ora pro nobis.
Sancte Simon ora pro nobis.
Sancte Thaddæe ora pro nobis.
Sancte Matthia ora pro nobis.
Sancte Bárnaba ora pro nobis.
Sancte Luca ora pro nobis.
Sancte Marce ora pro nobis.
Omnes sancti Apóstoli et Evangelistæ oráte pro nobis.
Omnes sancti Discipuli Dómini oráte pro nobis.
Omnes sancti Innocéntes oráte pro nobis.
Sancte Stéphane ora pro nobis.
Sancte Laurénti ora pro nobis.
Sancte Vincénti ora pro nobis.
Sancti Fabiáne et Sebastiáne oráte pro nobis.
Sancti Joánnes et Paule oráte pro nobis.
Sancti Cosma et Damiáne oráte pro nobis.
Sancti Gervási et Protási oráte pro nobis.
Omnes sancti Mártyres oráte pro nobis.
Sancte Silvéster ora pro nobis.
Sancte Gregóri ora pro nobis.
sancte Ambrósi ora pro nobis.
Sancte Augustine ora pro nobis.
Sancte Hierónyme ora pro nobis.
Sancte Martine ora pro nobis.
Sancte Nicoláe ora pro nobis.
Omnes sancti Pontifices et Confessóres oráte pro nobis.
Omnes sancti Doctóres oráte pro nobis.
Sancte Antóni ora pro nobis.
Sancte Benedicte ora pro nobis.
Sancte Bernárde ora pro nobis.
Sancte Dominice ora pro nobis.
Sancte Francisce ora pro nobis.
Omnes sancti Sacerdótes et Levitæ oráte pro nobis.
Omnes sancti Mónachi et Eremitæ oráte pro nobis.
Sancta Maria Magdaléna ora pro nobis.
Sancta Agatha ora pro nobis.
Sancta Lúcia ora pro nobis.
Sancta Agnes ora pro nobis.
Sancta Cæcilia ora pro nobis.
Sancta Catharina ora pro nobis.
Sancta Anastásia ora pro nobis.
Omnes sanctæ Virgines et Viduæ oráte pro nobis.
Omnes Sancti et Sanctæ Dei intercédite pro nobis.
EvolutionisReligion
esci bestia immonda: nel nome di Gesù da questo organismo: il genere umano! De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneria come tu avresti voluto! ] obsessis a dæmonio. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF. 9. Quandoque diabolus infirmum quiescere et suscipere sanctissimam Eucharistiam permittit ut discessisse videatur. Denique innumerabiles sunt artes et fraudes diaboli ad decipiendum hominem quibus ne fallatur Exorcista cautus esse debet.
 10. Quare memor Dominum nostrum dixisse genus esse dæmoniorum quod non ejicitur nisi per orationem et jejunium (Matth. 17 20) hæc duo potissimum remedia ad impetrandum divinum auxilium dæmonesque pellendos exemplo Sanctorum Patrum quoad ejus fieri poterit tum per se tum per alios curet adhiberi.
 11. In ecclesiam si commode fieri potest vel in alium religiosum et honestum locum seorsum a multitudine perductus energumenus exorcizetur; sed si sit ægrotus vel alia honesta de causa in domo privata exorcizari poterit.
 12. Admoneatur obsessus si mente et corpore valeat ut pro se oret Deum ac jejunet et sacra confessione et communione sæpius ad arbitrium Sacerdotis se muniat; et dum exorcizatur totum se colligat et ad Deum convertat ac firma fide salutem ab eo deposcat cum omni humilitate.
Et cum vehementius vexatur patienter sustineat nihil diffidens de auxilio Dei.
 13. Habeat præ manibus vel in conspectu Crucifixum. Reliquiæ quoque Sanctorum ubi haberi possint decenter ac tuto colligatæ et coopertæ ad pectus vel ad caput obsessi reverenter admoveantur; sed caveatur ne res sacræ indigne tractentur aut illis a dæmone ulla fiat injuria. Sanctissima vero Eucharista super caput obsessi aut aliter ejus corpori ne admoveatur ob irreverentiæ periculum.
 14. Exorcista ne vagetur in multiloquio aut supervacaneis vel curiosis interrogationibus præsertim de rebus futuris et occultis ad suum munus non pertinentibus; sed jubeat immundum spiritum tacere et ad interrogata tantum respondere; neve ei credatur si dæmon simularet se esse animam alicujus Sancti vel defuncti vel Angelum bonum.
 15. Necessariæ vero interrogationes sunt ex. gr. de numero et nomine spirituum obsidentium de tempore quo ingressi sunt de causa et aliis hujusmodi. Ceteras autem dæmonis nugas risus et ineptias Exorcista cohibeat aut contemnat et circumstantes qui pauci esse debent admoneat ne hæc curent neque ipsi interrogent obsessum; sed potius humiliter et enixe Deum pro eo precentur.
 16. Exorcismos vero faciat ac legat cum imperio et autoritate magna fide et humilitate atque fervore; et cum viderit spiritum valde torqueri tunc magis instet et urgeat. Et quoties viderit obsessum in aliqua corporis parte commoveri aut pungi aut tumorem alicubi apparere ibi faciat signum crucis et aqua benedicta aspergat quam tunc in promptu habeat.
 17. Observet etiam ad quæ verba dæmones magis contremiscant et ea sæpius repetat; et quando pervenerit ad comminationem eam iterum et sæpius proferat semper pœnam augendo; ac si videat se proficere in ipsa perseveret per duas tres quatuor horas et amplius prout poterit donec victoriam consequatur.
 18. Caveat proinde Exorcista ne ullam medicinam infirmo obsesso præbeat aut suadeat; sed hanc curam medicis relinquat.
 19. Mulierem exorcizans semper secum habeat honestas personas quæ obsessum teneant dum exagitatur a dæmonio; quæ quidem personæ sint patienti si fieri potest cognatione proximæ; atque honestatis memor Exorcista caveat ne quid dicat vel faciat quod sibi aut aliis occasio esse possit pravæ cogitationis.
 20. Dum exorcizat utatur sacræ Scripturæ verbis potius quam suis aut alienis. Jubeatque dæmonem dicere an detineatur in illo corpore ob aliquam operam magicam aut malefica signa vel instrumenta quæ si obsessus ore sumpserit evomat; vel si alibi extra corpus fuerint ea revelet; et inventa comburantur. Moneatur etiam obsessus ut tentationes suas omnes Exorcistæ patefaciat.

EvolutionisReligion
9 minuti fa

De exorcizandis [ fottiti Rothschild io non sono entrato nella massoneri come tu avresti voluto! ] obsessis a dæmonio. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF.
SACERDOS de peculiari et expressa Ordinarii licentia vexatos a dæmone exorcizaturus ea qua par est pietate prudentia ac vitæ integritate præditus esse debet: qui non sua sed divina fretus virtute ab omni rerum humanarum cupiditate alienus tam pium opus ex caritate constanter et humiliter exsequatur. Hunc præterea maturæ ætatis esse decet et non solum officio sed etiam morum gravitate reverendum.
 2. Ut igitur suo munere recte fungatur cum alia multa sibi utilia documenta quæ brevitatis gratia hoc loco prætermittuntur ex probatis auctoribus et ex usu noscere studeat; tum hæc pauca magis necessaria diligenter observabit.
 3. In primis ne facile credat aliquem a dæmonio obsessum esse sed nota habeat ea signa quibus obsessus dignoscitur ab iis qui vel atra bile vel morbo aliquo laborant. Signa autem obsidentis dæmonis sunt: ignota lingua loqui pluribus verbis vel loquentem intelligere; distantia et occulta patefacere; vires supra ætatis seu conditionis naturam ostendere; et id genus alia quæ cum plurima concurrunt majora sunt indicia.
 4. Hæc autem ut magis cognoscat post unum aut alterum exorcismum interroget obsessum quid senserit in animo vel in corpore ut sciat etiam ad quænam verba magis diaboli conturbentur ut ea deinceps magis inculcet ac repetat.
 5. Advertat quibus artibus ac deceptionibus utantur dæmones ad Exorcistam decipiendum: solent enim ut plurimum fallaciter respondere et difficile se manifestare ut Exorcista diu defatigatus desistat; aut infirmus videatur non esse a dæmonio vexatus.
 6. Aliquando postquam sunt manifesti abscondunt se et relinquunt corpus quasi liberum ab omni molestia ut infirmus se omnino esse liberatum: sed cessare non debet Exorcista donec viderit signa liberationis.
 7. Aliquando etiam dæmones ponunt quæcumque possunt impedimenta ne infirmus se subjiciat exorcismis vel conantur persuadere infirmitatem esse naturalem; interdum durante exorcismo faciunt ut dormiat infirmus et ei visionem aliquam ostendunt subtrahendo se ut infirmus liberatus videatur.
 8. Aliqui ostendunt factum maleficium et a quibus sit factum et modum ad illud dissipandum: sed caveat ne ob hoc ad magos vel ad sagas vel ad alios quam ad Ecclesiæ ministros confugiat aut illa superstitione aut alio modo illicito utatur.

EvolutionisReligion
15 minuti fa

http://evolutionxcrimeideological.blogspot.com/2014/05/satanismo-gender-obama-lanticristo.html

EvolutionisReligion
16 minuti fa

LO DICE A ME KING SAUDI ARABIA: " MIO ZIO BOKO HARAM HA RAGIONE! LA CULTURA OCCIDENTALE È PECCATO! " CONTRO IL SATANISMO GENDER OBAMA L'ANTICRISTO ISLAMICO MOSTRO ] Angela Dorothea Kasner [ Merkel ] SOSTANZIAMENTE voi siete una sola sinagoga di deprati assassini perché quando si tratta di uccidere i martiri cristiani poi voi andate sempre insieme anche se voi siete molto diversi tra di voi!

EvolutionisReligion
18 minuti fa

LO DICE A ME KING SAUDI ARABIA: " MIO ZIO BOKO HARAM HA RAGIONE! LA CULTURA OCCIDENTALE È PECCATO! " CONTRO IL SATANISMO GENDER OBAMA L'ANTICRISTO ISLAMICO MOSTRO ] Conferenza Episcopale Italiana. CONSIGLIO PERMANENTE. Roma 24 - 26 marzo 2014. È ASSURDO VEDERE COME ANCOA COSÌ TANTI CRISTIANI INNOCENTI VENGANO UCCISI NEL MONDO A MOTIVO DELLA LORO FEDE DA NON poche parti del pianeta continuano a salire rumori di conflitto che devono essere affrontati con le armi della preghiera e del dialogo onesto senza altri interessi. A tanti nostri fratelli e sorelle in umanità e spesso nella fede che sono anche vicinissimi perché parte del nostro Continente – come il popolo ucraino – da questa simbolica sede vogliamo far pervenire la nostra vicinanza di Pastori perché le ansie e le sofferenze i diritti e le speranze di tutti
trovino casa nella giustizia e nella pace. Anche per questo la comunità cristiana ha aderito con gratitudine all'iniziativa di Papa Francesco per 24 ore di adorazione e riconciliazione in tutte le Diocesi. 6. Educare intelligenza e cuore Come sappiamo l'annuncio di Cristo è fondamento e criterio dell'educazione delle intelligenze e dei cuori una educazione integrale che la scuola è chiamata a offrire: "Il compito educativo è una missione chiave" affermava recentemente il Santo Padre
(Discorso ai Superiori Generali degli Istituti maschili di vita religiosa 29.11.2013). E noi Vescovi Italiani con rinnovato impegno camminiamo nella via del decennio che abbiamo dedicato a questa missione. Per questo con tutte le persone di buona volontà e di retto sentire guardiamo all'appuntamento del 10 maggio prossimo in piazza San Pietro con il Papa. Davanti a Lui e con Lui riaffermeremo l'urgenza
del compito educativo; la sacrosanta libertà dei genitori nell'educare i figli; il grave dovere della società – a tutti i livelli e forme – di non corrompere i giovani con idee ed esempi che nessun padre e madre vorrebbero per i propri ragazzi; il diritto ad una scuola non ideologica e supina alle mode culturali imposte; la prezi
osità irrinunciabile e il sostegno concreto alla scuola cattolica. Essa è un patrimonio storico e plurale del nostro Paese offrendo un servizio pubblico seppure in mezzo a grandi difficoltà e a prezzo di sacrifici imposti dall'ingiustizia degli uomini: ingiustizia che i responsabili fanno finta di non vedere pur sapendo – tra l'altro – l'enorme risparmio che lo Stato accantona ogni anno grazie a questa peculiare presenza. È in questo orizzonte che riaffermiamo il primato della persona e quindi la tutela che si deve ad ogni persona specialmente se in situazione di fragilità – contro ogni forma di discriminazione e violenza. E nello stesso tempo non possiamo non ricordare il grave pericolo che deriva dallo stravolgere o disattendere i fondamentali fatti e principi di natura che riguardano i beni della vita della famiglia e dell'educazione. La preparazione alla grande Assise del Sinodo sulla Famiglia che si celebrerà in due fasi nel 2014 e nel 2015 nonché il recente Concistoro sul medesimo tema hanno provvidenzialmente riposto l'attenzione su questa realtà tanto "disprezzata e maltrattata" come ha detto il Papa: commenterei "disprezzata" sul piano culturale e "maltratta" sul piano politico. Colpisce che la famiglia sia non di rado rappresentata come un capro espiatorio quasi l'origine dei mali del nostro tempo anziché il presidio universale di un'umanità migliore e la garanzia di continuità sociale. Non sono le buone leggi che garantiscono la buona convivenza – esse sono necessarie – ma è la famiglia vivaio naturale di buona umanità e di società giusta. In questa logica distorta e ideologica si innesta la recente iniziativa – variamente attribuita – di tre volumetti dal titolo "Educare alla di versità a scuola" che sono approdati nelle scuole italiane destinati alle scuole primarie e alle secondarie di primo e secondo grado. In teoria le tre guide hanno lo scopo di sconfiggere bullismo e discriminazione – cosa giusta – in realtà mirano a "istillare" (è questo il termine usato) nei bambini preconcetti contro la famiglia la genitorialità la fede religiosa la differenza tra padre e madre...parole dolcissime che sembrano oggi non solo fuori corso ma persino imbarazzanti tanto che si tende a eliminarle anche dalle carte. È
la lettura ideologica del "genere" – una vera dittatura – che vuole appiattire le diversità omologare tutto fino a trattare l'identità di uomo e donna come pure astrazioni. Viene da chiederci con amarezza se si vuol fare della scuola dei "campi di rieducazione" di "indottrinamento". Ma i genitori hanno ancora il diritto di educare i propri figli oppure sono stati esautorati? Si è chiesto a loro non solo il parere ma anche l'esplicita autorizzazione? I figli non sono materiale da esperimento in mano di nessuno neppure di tecnici o di cosiddetti esperti. I genitori non si facciano
intimidire hanno il diritto di reagire con determinazione e chiarezza: non c'è autorità che tenga. Anche il fenomeno dell'"alcol estremo" – cioè di bere fino allo sfinimento o peggio– non può lasciare indifferente nessuno tranne chi si arricchisce sul male degli altri. Si dovrebbe invece sprigionare nell'intera società un brivido di rifiuto e di seria preoccupazione tale da provocare investimenti seri di risorse umane economiche e valoriali ben più meritorie rispetto a iniziative ideologiche e maldestre. Cari Confratelli mentre rinnoviamo la nostra lode al Signore della vita e della gioia ci disponiamo ai lavori che ci attendono con generosità e fiducia. San Giuseppe Patrono della Chiesa universale del quale abbiamo appena celebrato la solennità ci guardi e ci guidi. Egli ci assicura come nella casa di Nazaret la presenza calda e rassicurante della Sacra Famiglia. http://www.chiesacattolica.it/cci_new/documenti_cei/2014-03/26-3/Prolusione%20del%20Cardinale%20Presidente.pdf

EvolutionisReligion
30 minuti fa

CONTRO IL SATANISMO GENDER OBAMA L'ANTICRISTO ISLAMICO MOSTRO ] Conferenza Episcopale Italiana. CONSIGLIO PERMANENTE. Roma 24 - 26 marzo 2014. PROLUSIONE DEL CARDINALE PRESIDENTE
http://www.chiesacattolica.it/cci_new/documenti_cei/2014-03/26-3/Prolusione%20del%20Cardinale%20Presidente.pdf
1. Venerati e Cari Confratelliha inizio il Consiglio Permanente nel giorno dei "missionari martiri" ormai nel cuore della Quaresima e ci lasciamo quindi guidare dalla vivente memoria di quanti hanno dato la vita per la predicazione del Vangelo fino ai confini del mondo. Ma anche dal Messaggio che il Santo Padre Francesco ha inviato alla Chiesa in preparazione alla Pasqua vertice e fonte dell'Anno liturgico.Siamo grati al Papa che ha onorato la nostra Conferenza con un nuovo membro del Collegio Cardinalizio S.Em. il Cardinale Gualtiero Bassetti Arcivescovo di Perugia - Città della Pieve e Vice Presidente della CEI:
al neo porporato del quale apprezziamo la "sapientia cordis" esprimiamo la nostra
gratitudine e assicuriamo la nostra preghiera perché – con l'intero Collegio – possa coadiuvare più da vicino il Successore di Pietro nella sollecitudine "omnium ecclesiarum". Il nostro ricordo orante è anche suffragio per S.E.Mons. Giuseppe Agostino Arcivescovo emerito di Cosenza - Bisignano e già Vice Presidente della CEI che quest'oggi ha concluso il suo pellegrinaggio terreno. 1.Quaresima tempo di grazia Cristo "si è fatto povero per voi perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà" 2 Cor89): è questo il titolo del Messaggio quaresimale. Il Santo Padre subito ci ricorda che queste parole indicano innanzitutto con quale stile Dio opera nella storia: "Dio non si rivela con i mezzi della potenza e della ricchezza del mondoma con quelli della debolezza e della povertà" (Papa Francesco Messaggio per la Quaresima 2014). A questo stile divino la Chiesa deve continuamente guardare in quel percorso mai concluso di conversione del suo modo di essere tra gli uomini. È con tale spirito che anche noi continueremo il compito di revisione dello Statuto dopo la prima tappa dell'ultimo. Consiglio Permanente di gennaio. In quei giorni abbiamo sperimentato ancora una volta la passione e la responsabilità per la nostra amata Conferenza ed abbiamo esaminato con puntuale attenzione e metodo il ricco materiale pervenuto dalle Conferenze Episcopali Regionali. Così come affronteremo due Note di rilievo rispettivamente per la Scuola Cattolica vero patrimonio del Paese e per l'Ordo Virginum nuovo carisma per la Chiesa.L'amore per gli uomini peccatori conduce Dio a rivestirsi della nostra povertà – Luisenza peccato – ma non per fermarsi ad essa bensì per arricchirci: se la povertà di Cristo È "il suo farsi prossimo a noi come il Buon Samaritano" la sua ricchezza è l'affidarsi a Dio Padre in ogni momento fino al culmine della croce. È qui sul Calvario il punto in cui la povertà di Gesù s'incontra con la sua ricchezza e ci salva dal peccato della superbia e dell'autosufficienza. In altre parole "la ricchezza di Gesù è il suo essere Figlio". In questa prima parte del Messaggio siamo ricondotti salutarmente al cuore del Vangelo alla sorgente della gioia cristiana: Dio non è solamente Creatore ma anche Padre e nessuno quindi è orfano. Se in tempi recenti forse vi era il rifiuto del "padre" – categoria che esprime ogni legame di riferimento e di valore – oggi la situazione sembra rovesciata: a tutti i livelli e età pare che vi sia la ricerca del "padre " cioè di punti di riferimento veri e credibili che aiutino l'orientamento dentro ad una nuova Babele. Ritorna l'invito AD "uscire" da piccoli porti e a prendere il largo perché il bene tende a espandersi e la gioia a condividersi perché sia più grande. È la missionarietà a cui il Santo Padre continua ad incoraggiare l'intera Chiesa. Nella seconda parte il Messaggio riflette sulla testimonianza: infatti "Dio continua a salvare gli uomini e il mondo mediante la povertà di Cristo il quale si fa povero nei Sacramenti nella Parola e nella sua Chiesa che è un popolo di poveri" (id ). E affronta tre 2 tipi di povertà umane: la miseria materiale quella morale e infine quella spirituale. Tra queste miserie vi è non di rado una rete più o meno evidente di relazioni causali e di reciproco rafforzamento. 2. Miseria materiale "La miseria materiale è quella che comunemente viene chiamata povertà e tocca quanti vivono in una condizione non degna della persona umana" (id). Ci portiamo – come sempre – in mezzo alla nostra gente di cui condividiamo le speranze e le ansie in questO tempo particolarmente pesante. Ormai sono passati più di sei anni dall'inizio della grave crisi economica che chiede un prezzo altissimo al lavoro e all'occupazione. In modo speciale si riversa come una tempesta impietosa sui giovani che restano come una moltitudine fuori della porta del lavoro che dà di gnità e futuro. Essi a dire il vero anche di recente mostrano una grande pazienza e danno prova d'intraprendenza grazie alla genialità che spesso caratterizza l'età giovanile. Ma ciò non è sufficiente se non vi è un tessuto. industriale pronto a riconoscerne i pregi a recepirne i risulta ti e a metterli in circolo su scala. Senza dimenticare quanti – non più in giovane età – hanno perso il lavoro e spesso si trovano esclusi da ogni circuito lavorativo e con la famiglia sulle spalle. Come su un binario parallelo e virtuoso è necessario incentivare i consumi senza ritornare nella logica perversa del consumismo che divora il consumatore. Ma è altresì indispensabile sostenere in modo incisivo chi crea lavoro e occupazione in Italia semplificando anche le inutili e dannose burocrazie. Se non si velo cizzano i processi e non si incentiva si scoraggia ogni intrapresa vecchia e nuova. Bisogna ripensare e rimodulare anche la concezione del lavoro:il vecchio schema di dura contrapposizione è superato e rischia di danneggiare i più deboli. È necessario promuovere sempre più una mentalità partecipativa e collaborativa dentro ai luoghi di lavoro una visione per cui i diversi ruoli sono distinti ma non separati perché tenuti insieme da un comune senso di appartenenza e di responsabilità verso il proprio lavoro la famiglia l'aziendala società e il Paese. Con la responsabilità accorata di Pastori auspichiamo che il nuovo Governo – con la partecipazione convinta e responsabile del Parlamento – riesca a incidere su sprechi e macchinosità istituzionali e burocratiche ma soprattutto a mettere in movimento la crescita e lo sviluppo in modo che l'economia e il lavoro creino non solo profitto ma occupazione reale in Italia. La povertà – ci dice il Rapporto 2014 della nostra Caritas sulla povertà e l'esclusione sociale in Italia intitolato "False partenze" di imminente presentazione – è in rapido e preoccupante aumento: sembra di essere in prima linea su una trincea più grande di noi anche se sappiamo che la Chiesa non è chiamata a risolvere tutti i problemi sociali ma a contribuire al meglio nello spirito di Cristo buon Samaritano. Comunque gli sforzi delle 220 Caritas diocesane e degli 814 Centri di ascolto si sono moltiplicatie le iniziative sono in quattro anni raddoppiate registrando un aumento impressionante di italiani che bussano alla porta così come di gruppi sociali che fino ad oggi erano estranei al disagio sociale. I fondi diocesani di solidarietà aumentano dell'11% e gli sportelli per aiutare la ricerca del lavoro o della casa sono giunti a 216. Si registrano anche gravi e crescenti difficoltà derivanti purtroppo dalla rottura dei rapporti coniugali sia a livello occupazionale che abitativo. Il 661 % dei separati dichiara di non riuscire a provvedere all'acquisto dei beni di prima necessità. A questi dati di ordine ma teriale si devono aggiungere quelli di tipo relazionale tra padri e figli: il 68% dichiara che la separazione ha inciso negativamente su tale rapporto. Come Vescovi vogliamo incoraggiare il servizio delle nostre Caritas e dei Centri di ascolto come di tutte le 25.000 Parrocchie e delle molte Aggregazioni: è uno spiegamento di persone e di risorse che umilmente affronta un'onda sempre più grande e

EvolutionisReligion
50 minuti fa

TG 24 Siria LA SPORCA STORIA DEL TERRORISMO USA SAUDITA.. PER STERMINARE I CRISTIANI NEL MONDO! 5 maggio. #Siria Giovane cristiano di nome Antoan Hanna crocifisso dai terroristi takfiri sponsorizzati dagli USA-Occidente nella località Maskana in sobborgo Est di Aleppo accusato di essere empio SOLTANTO PERCHÉ HA RIFIUTATO DI CONVERTIRSI ALL'ISLAM

EvolutionisReligion
52 minuti fa

6 maggio. TG 24 Siria. TG 24 Siria LA SPORCA STORIA DEL TERRORISMO USA SAUDITA.. PER STERMINARE I CRISTIANI NEL MONDO! #presidente #al- #Assad #SIRIA #DAMASCO #TG24SIRIA. In occasione del sesto di maggio l'anniversario dei martiri l'incontro del presidente Bashar al- Assad e la signora Asma al-Assad oggi con le figlie e I figli dei martiri. Il presidente al-Assad ha detto che all'inizio della riunione la festa di martiri significa molto per noi e ci hanno sempre sentiti orgogliosi dei nostri martiri che hanno protetto la nazione .
Il presidente al-Assad ha affrontato i figli e le figlie dei martiri : Ognuno di voi dovrebbe essere orgoglioso di suo padre che ha dato il suo sangue per la redenzione della patria .. se tutte le persone sono forti come voi e non hanno paura come voi e le vostre famiglie certamente la vittoria sarà nostra.
Ha concluso il suo intervento dicendo presidente al- Assad in occasione della festa prossima ci incontreremo ma non solo per celebrare la festa dei martiri sarà anche per la celebrazione della vittoria contro i terroristi che hanno commesso i crimini più efferati contro il popolo siriano.
السيد الرئيس بشار الأسد يلتقي ابناء وبنات الشهداء 6 5 2014 In corso a #Homs una trattativa d'evacuare i quartieri della città vecchia dai terroristi. * Dopo che l'esercito ha stretto l'anello intorno ai terroristi asserragliati nei quartieri della città vecchia di Homs e nell'ambito del processo della riconciliazione nazionale e per risparmiare ulteriori scontri e distruzione alla città è stato raggiunto un accordo tra l'esercito e i gruppi armati che si trovano intrappolati all'interno della città che prevedeva il ritiro degli uomini armati dalla città senza alcune armi o munizioni verso la periferia nord di Homs attraverso un passaggio sicuro concesso dall'esercito con sorveglianza di osservatori Onu.
Il governatore di Homs Tallal Brazi ha affermato che i negoziati in corso per ripulire la vecchia città di Homs dalle armi e persone armate nel contesto degli sforzi del governo per ripristinare la sicurezza e la stabilità in tutto il territorio Siriano la città di Homs. In una dichiarazione a SANA Barazi ha detto: Questi sforzi non sono nuove hanno cominciato più di due mesi fa e cerchiamo attraverso i negoziati tramite mediatori per rendere la città vecchia di Homs pulita di armi e persone armate.
Fonti locali hanno fatto sapere che l'accordo entrerà in vigore a partire da domani dopo che il cessazione del fuoco è iniziata da 3 giorni.

EvolutionisReligion
54 minuti fa

TG 24 Siria. TG 24 Siria LA SPORCA STORIA DEL TERRORISMO USA SAUDITA.. 7 maggio. #Siria L'esercito avanza ad Aleppo Libera 15 soldati (Foto) rapiti da più di un anno nei sobborghi nord di Aleppo. *Secondo una fonte del governatorato di Aleppo l'esercito arabo siriano ha liberato 15 civili rapiti dai gruppi terroristici armati a Bustan Qasser. Sempre ad Aleppo l'esercito e le forze armate hanno respinto un tentativo da parte di gruppi terroristici armati d'attaccare oggi la prigione centrale infliggendo pesanti perdite su di loro.
L'esercito ha anche neutralizzato gran numero di terroristi e distrutto le loro armi e munizioni a Ramoussah Leyramon e la città industriale di Sheikh Najjar.
Una fonte militare ha detto che l'esercito ha ucciso e ferito diversi terroristi a Kafar Hamra Hreitan Anadan Daret Izza Khan al-Assel e Handarat. Deir Ezzor: l'aviazione militare dell'Esercito Arabo Siriano attacca un convolgio di veicoli dei terroristi armati nelle vicinanze dei campi petroliferi nella periferia a nord di Dei Ez Zor uccidendo numerosi mercenari terroristi e ferendone altri..
6 maggio. La verità siriana:
Quando la Patria ha chiamato e si sono affiancate ai difesnsori della Nazione ...
e come la madre del martire sua sorella e sua figlia si sono poste come martiri per la Patria e per la sua degnità e orgoglio cosi le martiri della Siria tra l'esercito e la difesa nazionale meritano tutto il rispetto l'onore che spetta solo ai martire.3
Le foto traggono la Prima Signora Asmaa al Assad nel ricevimento delle famiglie dei martiri.

EvolutionisReligion
56 minuti fa

TG 24 Siria LA SPORCA STORIA DEL TERRORISMO USA SAUDITA.. 7 maggio
Foto della Chiesa um al zennar (cintura) a Homs data fuoco da terroristi prima di uscire da città vecchia di homs oggi. #Siria L'accordo di Homs sale a 968 il numero di terroristi che hanno lasciato la città vecchia a bordo di 24 autobus in 5 diversi convogli. 7 maggio #Siria Entra in vigore l'accordo di Homs 200 uomini armati abbandonano la città x evacuare la città vecchia da armi e terroristi
*Un'operazione di evacuare circa 2.000 militanti dalla città di Homs è iniziata oggi sotto la supervisione dell'ONU.
due pullman che trasportano circa 200 terroristi hanno lasciato la città verso la periferia nord di Homs in località Al-Dar Al-Kabira.
L'accordo prevedeva anche in cambio:
1- Il rilascio di ostaggi (civili e militari) rapiti in precedenza dai terroristi a Homs.
2- Aprire un corridori umanitari per le due città assediate della periferia nord di Aleppo Nubbul e Al-Zahraa' assediate da più di 18 mesi dalle bande criminali.
3- Dare la possibilità ai terroristi siriani che non hanno le mani macchiate di sangue siriano e che vogliono pentire e tornare sui propri passi la possibilità di regolarizzare la loro situazione.
Una volta gli uomini armati saranno fuori le unità dell'esercito si metteranno al lavoro per individuare e smantellare ordigni esplosivi e mine e rimuovere barricate prima di annunciare la zona sicura per il rientro dei residenti fuggiti.
In corso a #Homs una trattativa d'evacuare i quartieri della città vecchia dai terroristi.
Dopo che l'esercito ha stretto l'anello intorno ai terroristi asserragliati nei quartieri della città vecchia di Homs e nell'ambito del processo della riconciliazione nazionale e per risparmiare ulteriori scontri e distruzione alla città è stato raggiunto un accordo tra l'esercito e i gruppi armati che si trovano intrappolati all'interno della città che prevedeva il ritiro degli uomini armati dalla città senza alcune armi o munizioni verso la periferia nord di Homs attraverso un passaggio sicuro concesso dall'esercito con sorveglianza di osservatori Onu. Il governatore di Homs Tallal Brazi ha affermato che i negoziati in corso per ripulire la vecchia città di Homs dalle armi e persone armate nel contesto degli sforzi del governo per ripristinare la sicurezza e la stabilità in tutto il territorio Siriano la città di Homs. In una dichiarazione a SANA Barazi ha detto: Questi sforzi non sono nuove hanno cominciato più di due mesi fa e cerchiamo attraverso i negoziati tramite mediatori per rendere la città vecchia di Homs pulita di armi e persone armate. Fonti locali hanno fatto sapere che l'accordo entrerà in vigore a partire da domani dopo che il cessazione del fuoco è iniziata da 3 giorni.

L'Occidente cerca di incastrare la Siria con la bufala delle bombe al cloro
6 maggio 2014. IL SATANISMO DI USA SAUDI ARABIA PER STERMINARE IL CRISTIANESIMO IN MEDIO ORIENTE! OVVIAMENTE POI SARÀ IL TURNO DELL'EGITTO! ] Alessandro Aramu) – Dopo aver provato ad incastrare Assad con le armi chimiche ora l'Occidente ci riprova e accusa l'Iran di aver fornito le bombe al cloro alla Siria. La notizia è riportata dal quotidiano The Telegraph secondo il quale funzionari occidentali per la sicurezza avrebbero avviato delle indagini per verificare l'accusa rivolta a Teheran di aver ordinato in Cina 10.000 proiettili di cloro e di averli poi trasferiti in Siria su voli cargo.
Le fonti occidenti riporta il quotidiano hanno evidenziato come il regime di Bashar al Assad abbia creato una rotta regolare di voli da trasporto con l'Iran usando un cargo siriano di fabbricazione russa: "Ogni volo tra l'aeroporto di Damasco e quello di Teheran – è scritto – può garantire il trasporto di fino a 40 tonnellate di attrezzature".
Le fonti stanno ora cercando di stabilire se Damasco abbia usato questi voli per ottenere il cloro che secondo il Telegraph sarebbe stato usato nei nuovi attacchi lanciati di recente contro i ribelli.
In realtà non c'è nessuna prova che questi ordigni siano stati usati dall'esercito governativo e le uniche fonti che parlano di bombe al cloro sono i ribelli e dunque non possono essere verificate in modo indipendente. Il dubbio come già è accaduto con gli attacchi chimici attribuiti ad Assad a partire da quello di Ghouta dell'agosto 2013 è che quelle bombe siano nelle mani degli anti governativi e vengano utilizzate al solo scopo di far ricadere la colpa sul "regime". Sarebbe il pretesto per condurre un'azione militare o infliggere nuove sanzioni nei confronti della Siria. Un'occasione che l'Occidente potrebbe non farsi sfuggire in vista delle elezioni presidenziali del prossimo giugno con Bashar al Assad che rimane il grande favorito. (twitter@AleAramu)

IL SATANISMO DI USA SAUDI ARABIA PER STERMINARE IL CRISTIANESIMO IN MEDIO ORIENTE! OVVIAMENTE POI SARÀ IL TURNO DELL'EGITTO! ] Il presidente al-Assad ha detto che il Giorno dei Martiri è una preziosa occasione per tutti i siriani e significa tanto per noi siamo stati sempre orgogliosi dei nostri martiri che hanno protetto insieme alle loro famiglie la nostra Patria.
Il presidente ha detto ai figli e figlie dei martiri che ognuno di loro deve essere orgoglioso di suo padre che ha offerto il suo sangue per il bene della Patria e per ogni cittadino aggiungendo: "Se tutti gli uomini erano forti fermi e non intimiditi come voi e le vostre famiglie la vittoria sul terrorismo certamente sarebbe già ottenuta ".
Il presidente al-Assad ha concluso la sua parola dicendo: "Nella prossima Giornata dei Martiri ci incontreremo se Dio vuole non solo per celebrare l'occasione ma anche per celebrare la vittoria sui terroristi che hanno perpetrato i crimini più brutali contro il popolo siriano"
Successivamente il presidente e la signora Asma al-Assad hanno scambiati discorsi cordiali con i figli e le figlie dei martiri affermando che i siriani sono sempre orgogliosi dei loro martiri sia coloro che sono stati martirizzati durante le precedenti fasi della storia della Siria o di quelli caduti nell'attuale guerra contro i terroristi.
Il presidente ha aggiunto che le famiglie dei martiri sono anche una fonte di orgoglio perché il loro coraggio e la forza sono stati la base della fermezza della Siria e costituirà uno dei motivi più importanti della sua vittoria sul terrorismo.
Il presidente al-Assad ha detto: Senza la volontà dei siriani nel difendere il loro paese e i sacrifici dei nostri eroici martiri che hanno protetto Patria la Siria non avrebbe resistito e non saremmo mai stati in grado di incontrarci in questo luogo e parlare tra di noi.
Da parte sua la signora Asma al-Assad ha detto ai figli e figlie dei martiri che il coraggio dei loro padri dovrebbe essere un motivo per loro di esercitare maggiori sforzi nel loro studio e avere la superiorità in modo da essere i prossimi eroi che difendono Patria.
http://youtu.be/UzxP5NWSmS8

IL SATANISMO DI USA SAUDI ARABIA PER STERMINARE IL CRISTIANESIMO IN MEDIO ORIENTE! OVVIAMENTE POI SARÀ IL TURNO DELL'EGITTO! ] TG 24 Siria
7 maggio Stati Uniti fornire l'opposizione siriana ulteriori 27 milioni dollari
؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟؟
L'Amministrazione della Casa Bianca assegnato ai ribelli siriani 27 milioni di dollari in aiuti riferisce l'agenzia di stampa Interfax . Pertanto l'importo totale degli aiuti da Washington da quando l'opposizione ha cominciato conflitto in Siria nel 2011 raggiungerà 287 milioni.

Inoltre le autorità statunitensi hanno aggiornato lo stato dei rappresentanti dell'opposizione siriana a Washington portandolo a "missione all'estero".

[ AL-QAEDA CIA ONU SHARIA 666 ] TUTTO L'ODIO DEL MAOMETTO SATANISTA IN AZIONE! TG 24 Siria. 16 ore fa [ IL CRIMINE UMMAH CALIFFATO SAUDITA ] esercito siriano sta per rimuovere l'assedio alla prigione centrale di Aleppo
L'esercito siriano è ormai a pochi metri dalla prigione centrale di Aleppo che è stata sotto assedio da più di due anni da gruppi takfiri che cercano di liberare i terroristi arrestati in essa. scorsa settimana l' Esercito ha preso il giro Bureij che si trova accanto alla prigione ea metà strada tra essa e l'Ospedale di Al Kindi che è stato distrutto da militanti con diversi camion-bomba a pochi mesi fa. Alcune fonti militari hanno notato che il controllo Bureij turno significa che l'intera zona circostante il carcere è ora sotto il controllo dell'esercito. Bureij Al è anche una zona strategica a causa dei numerosi laboratori e fabbriche abitazioni. Queste strutture la produzione di beni civili per l'industria siriana tre anni fa sono diventati laboratori dove vengono prodotte le bombe e munizioni. Nell'assumere Al Bureij una fonte dell'opposizione siriana ha detto al quotidiano libanese Al Akhbar che sempre cattive notizie attendono e numerose milizie hanno iniziato il loro ritiro. fautori di carcere ora attendono l'arrivo delle truppe che hanno preparato le spedizioni di cibo e medicine da inviare alla struttura dopo l'assedio è completamente sollevato. Questa anticipo Al Bureij è stata effettuata in linea con altre operazioni in Amiriya e Ramuseh sud-ovest della città che hanno ucciso decine di terroristi. L'esercito ha fatto anche nella città industriale di Sheikh Nayyar prendere collina strategica Aleppo che si trova ad est di esso. Questa zona è servito come punto di passaggio per i rifornimenti destinati ai gruppi armati che controllano diversi quartieri di questa città. Nel frattempo una calma continua nel settore è diminuito Zahra e attività di combattimento presso il Palazzo Intelligenza Air Force che è stato oggetto di numerosi attentati che hanno causato la vita di centinaia di militanti. Inoltre l'agenzia Asia News ha dichiarato che l'aviazione siriana ha distrutto il quartier generale della Brigata Hajji Ahmad legato ai Fratelli Musulmani e nella città di Mari a nord di Aleppo.

[ AL-QAEDA CIA ONU SHARIA 666 ] TUTTO L'ODIO DEL MAOMETTO SATANISTA IN AZIONE! TG 24 Siria. 16 ore fa [ IL CRIMINE UMMAH CALIFFATO SAUDITA ]
L'esercito sventola la bandiera della repubblica araba di #Siria nella città vecchia di #Homs dopo accordo di riconciliazione d'evacuare la città da armi e terroristi.
Più di 7 autobus con decine di terroristi a bordo hanno lasciato la città vecchia di Homs unità del genio dell'esercito entrano per ispezionare i quartiere per eventuali mine ed ordigni esplosivi che possono essere piazzati da terroristi.
- Come previsto nell'accordo un convoglio di aiuti umanitari raggiunge gli ingressi delle due località Nubbul e al-Zahraa' nei sobborghi nord di Aleppo assediate da terroristi da più di 18 mesi.
- Sempre nell'ambito dell'accordo 25 civili rapiti in precedenza durante l'offensiva dei terroristi mercenari contro la periferia nord di Lattakia sono stati liberati e saranno consegnati alla mezzaluna rossa siriana.
Per saperne di più dell'accordo https://www.facebook.com/Tg24Siria/photos/a.424039350956495.121590.422106757816421/874462352580857/?type=1&theater

[ AL-QAEDA CIA ONU SHARIA 666 ] TG 24 Siria. 19 ore fa · ULTIME ORE ALEPPO: I MERCENARI TERRORISTI DI AL-NUSRA FANNO ESPLODERE I TUNNEL SOTTO LA CITTA VECCHIA: DECINE DI MORTI TRA CUI PIÚ DI 10 MILITARI DEL SAA ENORME DANNO ALLE STRUTTURE STORICHE. Le canaglie takfiriste (sion-ottomane) al soldo straniero hanno commesso questa mattina un crimine orrendo facendo esplodere i tunnels scavati sotto la citta' vecchia che é anche un sito archeologico di importanza mondiale distruggendo palazzi e un hotel il "Carlton Citada Hotel" uccidendo decine di persone e ferendone altre centinaia.
Veramente un crimine orrendo. Moltissimi cittadini sono sotto le macerie e vista la struttura molto angusta del luogo (strade molto strette e accessi ridotti) sará molto difficile e sará un lungo e difficile lavoro riuscire a recuperare i corpi.
I rapporti parlano anche di oltre dieci soldati dell'Esercito Arabo Siriano martirizzati.
Un crimine orrendo a causa delle perdite umane a maggioranza civili ma anche un crimine contro il patrimonio archeologico mondiale di cui la Siria e ricca.
Le forze del male sono scatenate specie dopo la recente dichiarazione ufficiale americana di finanziare altri circa 30 milioni di dollari per "aiuti-non-letali"...ai terroristi mercenari che operano in Siria....
L'Esercito Siriano ha inflitto e sta infliggendo loro gravissime perdite con interi gruppi terroristici eliminati fisicamente o allo sbando.
Oltretutto le imminenti elezioni presidenziali che danno Bashar al-Assad come stravincente fanno schiumare di rabbia tutti i nemici della Siria libera laica e sovrana e specialmente i burattinai di Washington e Jew York che usano i criminali jihadisti takfiristi cerebrolesi in Siria per commettere orrendi crimini contro l'umanitá.
Obama e tutti i suoi collaboratori in America nei Paesi Arabo-Ottomani e in Europa sono criminali di guerra.
Nelle prossime ore potremo dirvi di piu' su questa tragedia.
#SFP - http://syrianfreepress.wordpress.com/2014/05/08/urgent-huge-terrorist-attack-on-aleppo-old-city-antiquities/

IL SACERDOTE DI SATANA BUSH 322 KERRY HANNO SMESSO DI CREDERE AI VALORI DELLA DEMOCRAZIA E SI AFFIDANO AGLI JIHADISTI ONU SHARIA NEL MONDO!

TG 24 Siria. 3 ore fa. Periferia di Latakia: ucciso il primo comandante militare del fronte di al nusra chiamato "Abou Anas il libico" con 6 esponenti del suo gruppo uccisi nel loro covo nei pressi della cittadina Al Sukkaria nella periferia di Latakia a nord. ] [ Al-Jaafari: Alcuni Stati membri del Consiglio di sicurezza sono complici nel fornire Armi di Distruzione di Massa ai terroristi in #Siria
* Intervento dell'Ambasciatore permanente presso l'ONU Dr. Bashar al-Jaafari nella odierna seduta del Consiglio di sicurezza dell'ONU: "Signor Presidente la vostra iniziativa riveste una grande importanza attualmente per il fatto che dieci anni fa il presente Consiglio aveva approvato all'unanimità la delibera numero 1540 adottata dal Consiglio di sicurezza allo scopo di consolidare gli sforzi nell'obiettivo della conservazione della sicurezza e della pace internazionali di contrastare la minaccia proveniente dalla possibilità per i gruppi terroristici ed altre parti attive diversi dagli Stati dal possesso di armi di distruzione di massa o anche i materiali per la sua produzione e distribuzione.
Gli sforzi compiuti a livello internazionale regionale e nazionale per mettere in atto le norme di detta delibera avevano prodotto alcuni risultati positivi rappresentati dalla contrazione delle lacune che permettono ai gruppi terroristici ed alle associazioni del crimine organizzato che attraversano i continenti ed i confini degli Stati di possedere armi di distruzione di massa; ha contribuito anche a limitare il fenomeno del mercato nero consolidando e rafforzando la regolamentazione della esportazione e del controllo sui materiali sensibili.
Nonostante tutto ciò e con dispiacere vi sono ancora delle ampie lacune sfruttate da parte dei terroristi per ottenere armi di distruzione di massa da utilizzare per raggiungere i loro obiettivi criminali anzi noi vediamo a questo riguardo Stati membri in questa Organizzazione coinvolti nella fornitura ai gruppi terroristici di armi chimiche o di materiali per la sua produzione oltre alla partecipazione di altri Stati alcuni sono anche membri del Consiglio di sicurezza che tollerano questi grandi trasgressioni che rappresentano una vera e propria pericolosa minaccia contro il mondo intero.
Detta pericolosa minaccia si è manifestata concretamente purtroppo con i fatti che il mio paese la Siria ha vissuto l'utilizzo di materiale chimico per diverse volte da parte dei gruppi terroristici armati contro i civili e contro i militari e con il sostegno di paesi arabi e regionali oltre alla complicità di servizi di influenti Stati membri in questo Vostro Consiglio.

8 maggio 2014. In occasione del 66esimo anniversario della nascita di Israele Hamas ha diffuso martedì un video in cui dileggia l'inno nazionale israeliano Hatikvà ("La speranza"). Intitolato Sof Hatikvah ("Fine della speranza") e cantato interamente in (malcerto) ebraico il video promette agli israeliani che presto saranno cacciati dalla Terra d'Israele. La canzone dice che agli israeliani più furbi sarà permesso di lasciare il paese e tornare "ai loro paesi" (che sarebbero Russia e Germania) mentre quelli più testardi che resteranno avranno il destino segnato "sotto la polvere". Le immagini generate al computer mostrano un palestinese che manda in frantumi i simboli dello stato ebraico ed ebrei in preghiera cacciati dal "muro del pianto" e da Gerusalemme e scortati da miliziani armati di Hamas verso le navi che li deporteranno. La storpiatura dell'inno israeliano si conclude chiamando la capitale d'Israele "Bayit al Maqdis" invece di Gerusalemme. Vale la pena notare che la locuzione araba Bayit al Maqdis deriva da quella ebraica Bayit Al Miqdash che indica il Tempio ebraico di Gerusalemme.
8 maggio 2014
Hamas ha giustiziato mercoledì pomeriggio a Gaza due uomini accusati d'aver collaborato con Israele (nella lotta contro il terrorismo). Lo ha annunciato il portavoce del "ministero dell'interno" Iyad al-Bozum dicendo che uno è stato messo a morte mediante fucilazione l'altro per impiccagione. I loro nomi non sono stati resi noti.
8 maggio 2014
Subito dopo la diffusione mercoledì di un'intervista al Canale Due della tv israeliana nella quale il presidente Shimon Peres dice che tre anni fa il primo ministro Benjamin Netanyahu ha lasciato cadere un accordo quasi raggiunto tra lo stesso Peres e il presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen) l'ufficio di Netanyahu ha diramato una smentita in cui si afferma che "Abu Mazen non ha mai accettato nulla: anche quella volta tutto ciò che voleva era ricevere da Israele senza dare nulla in cambio. La strategia di Abu Mazen è nota ed è quella di mantenersi nell'ambiguità fino a quando non viene messo alle strette e allora fugge". La nota aggiunge: "Uno che abbraccia il terrorista Khaled Mashaal nel giorno dedicato al ricordo dei caduti israeliani non è uno che vuole un accordo di pace con Israele".





rimuovi
no! I Said That the Bible is God Himself Made flesh that is, a real Person! Therefore, if you will remain IN THE cards in the middle OF dogmas: etc. .. Standards Requirements THE HOLY SPIRIT IN : etc. .. damn you go IN THE HELL! Why: The purpose of your life: and HAVE to report LOVE, in Holy Spirit, ie, true Justice truth, and love, With same Person of Jesus Risen: THAT IS ONE only PERSON true: that is, with God Himself, IE LIVING PERSON and not: Of DEATH Sacred Cards, OR DEATH SACRED BOOKS!

shariah LEGA ARABA ] non avete un denaro virtuale Spa come tutti, anche voi? quindi anche voi siete un video di cartone animato, nel video di youtube, che Rothschild può cancellare, in qualsiasi momento! [ IN REALTà, TUTTO IL GENERE UMANO è GIà MORTO!
=================
Putin è un ignorante, si è un bravo ragazzo, è vero, ma è un ignorante.. e questo è molto pericoloso! ] [ Non si possono mettere sullo stesso piano nazismo e comunismo perché, nonostante "le deformità e le repressioni", lo stalinismo, al contrario del nazismo, "non si è mai posto l'obiettivo di eliminare dei popoli". Lo ha detto Putin riferendosi alla recente decisione del governo di Kiev di vietare simboli e propaganda sia comunisti che nazisti. ] Putin non riuscirà mai a fondare una identità russa ad di fuori del cristianesimo laico, le vere radici della Russia, che, il suo comunismo ha tentato di uccidere totalmente [ se, poi, dobbiamo guardare i 100 milioni di morti civili, in tempo di pace, che, il comunismo ha fatto, noi dobbiamo ammettere, che il Comunismo è stato: 1000 volte peggio del Nazismo ] Ovviamente, il comunismo è così merda fallita, che si è ucciso da solo, perché, anche in Corea del Nord porta le persone a morire di fame, alla paranoia.. alla distruzione del valore intrinseco alla vita umana, esendo una schizofrenia della materia.. quindi, è una ideologia satanica, come tutte, ma, con la aggravante, che, non funzionale, efficace, come il nazismo che è la vera ideologia dei Rothschild 666, Spa, FMI, Bildenberg 322 Bush, cioè, il capitalismo occidentale! Soltanto l'umanesimo biblico ebraico cristiano, da un vero valore universale alla sacralità della vita umana!
Quindi, se volete vivere felici, questa è la mia proposta a religioni ideologie, ecc.. tutti vi dovete lasciare ispirare, umanizzare dai contenuti spirituali della Bibbia!
===================== 

questo è vero, non possiamo chiedere al codardo Putin di affrontare la questione dei diritti umani con la LEGA ARABA shariah il nazismo.. per tutte le armi atomiche, che, i satanisti massoni USA hanno dato ai sunniti, lui, al loro confronto, è come un santo con gli sciiti! ] [ 16 APR - La revoca russa all'embargo dei missili S-300 all'Iran "è dovuta alla sua flessibilità e al suo desiderio di raggiungere un compromesso" sul proprio programma nucleare: cosi' Putin nella sua 'linea diretta', ricordando che questo tipo di armi non rientrano nella lista della sanzioni Onu e che nel 2010 la fornitura era stata sospesa volontariamente e unilateralmente. Putin ha ribadito che gli S-300 non minacciano Israele, anzi rappresentano un fattore di deterrenza nella regione.
==================
in questo, nessuno che, lui sia onesto intellettualmente, potrebbe dare torto a Putin! il linciaggio punitivo, che i massoni farisei stanno facendo contro la Russia? è perché loro i massoni farisei nazisti 322 Spa IMF USA, non riconoscono un popolo sovrano che vota, ma, riconosce golpe, attentati, abbattimento di aerei, terrorismo shariah jihadisti in tutto il mondo, e così sia ] QUELLO DEGLI USA è VOLGARE BULLISMO! [ MOSCA, 16 APR - "Mi pare che le sanzioni occidentali non siano più legate direttamente agli eventi ucraini, dato che ora occorre realizzare gli accordi di Minsk, cosa che noi stiamo facendo, mentre Kiev non si affretta a farlo. Le sanzioni ora hanno un carattere politico": lo ha detto Vladimir Putin nella sua 'linea diretta' con il Paese.
==============
Hillary Clinton è UNA DONNA COERENTE, perché, lei il culo rugoso pieno di cellulite? lo ha già condivio con i gay, e tutti possono vederne la fotografia! e questo non è grave.. QUELLO CHE è VERAMENTE GRAVE è LA SUA MANCANZA DI RAZIONALITà: COME LEI PUò garantire AI GAYgli stessi diritti costituzionali, SE NON SONO IDONEI AD ASSUMERSI GLI STESSI DOVERI costituzionali? INFATTI, NOI TUTTI SIAMO NATI DA UN UOMO E DA UNA DONNA, se, noi vogliamo comprendere che, anche i bambini hanno i loro sacri diritti! ] quello che noi temiamo di questa ideologia del GENDER è la trasformazione in SODOMA a tutti, che è una ulteriore deriva di degradazione morale della nostra corrotta società, di cui Hillary Clinton è una degna rappresentante! [ NEW YORK, 16 APR - Primo cambio di posizione di Hillary Clinton. La candidata democratica fa un passo avanti sui matrimoni gay appoggiando una legge a livello nazionale, piuttosto che stato per stato come aveva sostenuto in precedenza. "Hillary Clinton - ha detto Adrienne Elrod, portavoce di 'Hillary for America' - sostiene l'uguaglianza del matrimonio e spera che la Corte Suprema deliberi a favore delle coppie dello stesso sesso in modo da garantire loro gli stessi diritti costituzionali delle coppie etero"
======================
Saudi Erdogan Arabia IRAN: in shariah ONU nazism ] [ come no! ] questo è un ottimo sistema per uccidere pacifici israeliani, finché, non verrò io, per mettere tutti voi sotto i cingoli! ] [ Terrorist Attack in Jerusalem. Driver Rams Car into Pedestrians ] A terrorist recently rammed his car into two pedestrians in the French Hill community of Jerusalem. One pedestrian is in her 20s and the other in his 30s. Both are critically injured and were rushed to the hospital. The driver was not seriously injured and was treated by paramedics at the scene.
The cause of the accident remains unclear, and police have not ruled out the possibility that it may have been terror-related. Source: Arutz Sheva
*  Attacco terroristico a Gerusalemme. Autista Rams Car in Pedoni
Un terrorista ha recentemente schiantato con la sua automobile in due pedoni nella comunità French Hill di Gerusalemme. Un pedone è nel suo 20s e l'altro nei suoi 30 anni. Entrambi sono feriti gravemente e sono stati portati in ospedale.
Il conducente non è rimasto gravemente ferito ed è stato trattato dai paramedici sulla scena. La causa dell'incidente non è chiara, e la polizia non ha escluso la possibilità che potrebbe essere stato il terrore relative.
Fonte: Arutz Sheva
=========================
Erdogan ha ragione quando lui dice ,che questa è una colpa troppo grande, da mettere sulle spalle del popolo turco, infatti, soltanto lui che sogna di rifare l'impero ottomano, lui soltanto, ne è il responsabile: ecco perché, lui e suoi complici sauditi, devono essere condannati a morte! ] [ Perché i commenti controversi di papa Francesco sul “genocidio armeno” hanno provocato tanta indignazione in Turchia? Per aiutare a comprendere la vera storia che sta dietro le atrocità del 1915-16, Aleteia ha intervistato lo storico e autore tedesco Michael Hesemann, che domenica 12 aprile si trovava a Roma per la Messa nella basilica di San Pietro per commemorare il 100° anniversario del genocidio, noto anche come Metz Yeghern (il Grande Male).
Le atrocità hanno comportato lo sterminio sistematico da parte del Governo ottomano della minoranza armena nella sua patria storica, situata nel territorio che costituisce l'attuale Turchia. Il numero totale di persone uccise in quello che è noto anche come Olocausto armeno è stimato tra il milione e il milione e mezzo.
Nel suo nuovo libro intitolato Völkermord an den Armeniern (Il genocidio armeno), Hesemann rivela per la prima volta il contenuto di documenti inediti sul “più grande crimine della I Guerra Mondiale” e su come papa Benedetto XV e la diplomazia vaticana abbiano cercato di fermare le deportazioni degli armeni nel deserto siriano, salvare le vittime e impedire il massacro di un intero popolo.
In questa intervista, Hesemann condivide le sue scoperte, che includono prove del coinvolgimento massonico, ed esprime la sua ammirazione per papa Francesco per aver attirato l'attenzione sul genocidio di cristiani e minoranze etniche e la delusione per l'assenza dell'ambasciatore tedesco presso la Santa Sede alla Messa commemorativa di domenica.
Dottor Hesemann, cosa l'ha portata a scrivere un libro su ciò che rivelano sul genocidio armeno i documenti contenuti negli Archivi Vaticani?
In realtà è stata una specie di coincidenza. Lavoro come storico per la Pave the Way Foundation in uno studio intensivo di tutti gli aspetti della vita di Eugenio Pacelli, l'uomo che è poi diventato papa Pio XII.
Dal 1917 al 1925, Pacelli è stato nunzio a Monaco, per cui ho analizzato i documenti della Nunziatura Apostolica a Monaco scoprendo una cartella dal titolo “Persecuzione degli armeni”.
L'ho aperta e ho trovato una lettera dell'arcivescovo di Colonia, il cardinale von Hartmann, al cancelliere del Reich, Graf (conte) Härtling, in cui definiva la persecuzione degli armeni “non meno brutale delle persecuzioni dei cristiani nei primi secoli del cristianesimo”. L'arcivescovo richiedeva, purtroppo invano, un urgente intervento tedesco.
Nello stesso documento ho trovato la copia di una lettera scritta da papa Benedetto XV al sultano in cui chiedeva misericordia per gli armeni innocenti. Questi documenti mi hanno colpito e hanno stimolato la mia curiosità. Sentivo di aver toccato la punta di un iceberg ed ero sicuro che avrei trovato altre informazioni, e infatti è avvenuto – finora parliamo di circa 2.500 pagine.
Ho capito presto che nessuno storico aveva mai lavorato sulla maggior parte di questi documenti, e che tutte quelle informazioni erano ovviamente ignote anche ai massimi esperti del genocidio degli armeni.
Vista l'importanza del loro contenuto, ho deciso di scrivere un libro inserendo i documenti nel contesto di quello che già sappiamo sugli eventi del 1915-18.
Qual è stato l'elemento più sorprendente e inaspettato che ha scoperto negli Archivi Vaticani sul genocidio armeno?
L'elemento più sorprendente è stato il fatto che il genocidio armeno era solo una parte di un progetto più ampio – lo sterminio di tutte le minoranze non musulmane presenti nell'Impero Ottomano.
Il movimento dei Giovani Turchi al potere era giunto in contatto con le idee europee di nazionalismo e con il concetto che solo uno Stato omogeneo può essere forte. È per questo che credeva che la debolezza dell'Impero Ottomano fosse causata dal suo carattere multireligioso e multietnico.
Voleva “guarire” questa “debolezza” eliminando tutti gli elementi stranieri, che in primo luogo significava i cristiani, che all'inizio del 1914 rappresentavano il 19% della popolazione. Oltre agli armeni, sono stati perseguitati e assassinati anche i cristiani aramaici e assiri, i cristiani cattolici e quelli greci ortodossi.
L'affermazione turca dell'esistenza di una cospirazione tra la Russia e alcuni leader armeni non era altro che una menzogna per giustificare quelle misure. Se fosse stato davvero così, perché uccidere anche donne e bambini innocenti? E perché non risparmiare gli altri gruppi cristiani, che non avevano mai destato sospetti? In base a un rapporto a Berlino, il segretario degli Interni turco, Talaat Bey, disse piuttosto francamente a Johann Mordtmann, dell'ambasciata tedesca: “Il Governo (turco) usa la guerra per sbarazzarsi dei nostri nemici interni – i cristiani locali di tutte le denominazioni – senza interventi diplomatici da parte di Nazioni straniere”.
Questo è anche ciò che si legge in alcuni documenti vaticani, ad esempio in un rapporto scritto da padre Michael Liebl, un missionario cappuccino austriaco che insegnò nella città di Samsun: “Non gli armeni, ma i cristiani sono stati condannati (a morte) in un incontro segreto dei Giovani Turchi cinque o sei anni fa a Tessalonica”.
Quali misure prese a livello diplomatico Benedetto XV per aiutare a salvare gli armeni dalla deportazione nel deserto siriano?
Già nel giugno 1915 il Vaticano aveva una vaga idea di ciò che era accaduto nell'Anatolia orientale. Un mese dopo non c'erano dubbi sull'orribile massacro perpetrato contro la maggior parte della popolazione maschile armena. Per tutto l'agosto 1915, monsignor Dolci – delegato apostolico a Costantinopoli – fece tutto ciò che era umanamente possibile per intervenire a livello diplomatico, ma senza successo.
Quando i drastici resoconti giunsero in Vaticano nel settembre 1915, papa Benedetto XV non volle perdere altro tempo e decise di agire: inviò un testo autografo al sultano Mehmet V chiedendo misericordia per gli armeni, ma i turchi rifiutarono perfino di riceverlo. Per due mesi, monsignor Dolci provò a fare di tutto per consegnarlo al destinatario, ma non venne ricevuto dal sultano.
Solo quando chiese aiuto sia all'ambasciatore tedesco che a quello austriaco gli venne concessa un'udienza. Quando, quattro settimane dopo, il sultano rispose, la maggior parte delle deportazioni era già stata completata. Tutte le promesse dei turchi di porre fine ai massacri o di risparmiare un gruppo o l'altro – o di permettere loro di tornare a casa – risultarono delle bugie.
Papa Benedetto riferì del fallimento di qualsiasi intervento diplomatico nella sua allocuzione ai cardinali nel concistoro del 6 dicembre 1915, nel quale parlò del popolo armeno dicendo che era stato quasi completamente sterminato.
Nel giugno 1916, il patriarca cattolico armeno informò la Santa Sede: “Il progetto di sterminio degli armeni in Turchia è ancora in atto. (...) Gli armeni in esilio... sono continuamente portati nel deserto e lì privati di tutte le risorse vitali. Periscono miseramente per fame, malattie e clima estremo. (...) È certo che il Governo ottomano ha deciso di eliminare il cristianesimo dalla Turchia prima che la Guerra Mondiale abbia fine. E tutto questo accade davanti al mondo cristiano”.
Perché sta venendo alla luce solo ora?
Buona domanda. Ovviamente i documenti del pontificato di Benedetto XV sono stati resi disponibili solo dagli anni Novanta del Novecento. Oltre a questo, non sono molti gli storici che vi hanno accesso, e forse nessuno aveva idea di ciò che vi avrebbe trovato – è solo un'ipotesi.
Tra i documenti contenuti nel suo libro, lei inserisce una lettera scritta dal superiore dei cappuccini a Ezrurum, padre Norbert Hofer, al Vaticano nell'ottobre 1915, nella quale si legge: “La punizione della Nazione armena (per presunte sollevazioni) è solo un pretesto usato dal Governo turco massonico per sterminare tutti gli elementi cristiani in questo Paese”. Molti lettori potranno restare sorpresi sentendo menzionare i massoni in relazione al genocidio armeno, soprattutto alla luce del desiderio dell'epoca di unire la Turchia all'islam sunnita come religione di Stato. Può spiegare come il fattore massonico entri nel genocidio armeno, e chi siano i Giovani Turchi ai quali si è riferito in precedenza?
Certamente. Sarebbe facile e piuttosto populista biasimare l'islam per il genocidio armeno, soprattutto perché stiamo affrontando gli orribili eventi della nostra epoca nella stessa regione, con il massacro da parte dello Stato Islamico nei confronti di cristiani e yazidi nel nord della Siria e in Iraq.
Nessuno dei politici responsabili, né Talaat né Enver né Djemal Pasha, era un musulmano fanatico. I Giovani Turchi erano tutt'altro che fondamentalisti. Costituivano un giovane movimento rivoluzionario avviato da accademici turchi che avevano studiato nella maggior parte dei casi a Parigi, dove erano entrati in contatto con gli ideali sia della massoneria che del nazionalismo europeo. Molti di loro vennero accettati dalle logge massoniche, e la loggia di Tessalonica divenne una sorta di quartier generale nazionale per loro.
Talaat Bey – l'uomo responsabile del genocidio degli armeni – era perfino Gran Maestro del Grande Oriente della Massoneria turca. È un fatto storico. L'ideologia dei Giovani Turchi può essere descritta come un “protofascismo”, solo che la razza non giocava alcun ruolo come elemento unificatore, visto che non esiste un turco “puro a livello razziale”. In questo era sostituita dalla religione, nella fattispecie l'islam sunnita.
L'islam è stato quindi strumentalizzato per ragioni politiche. Dava a tutti coloro che erano coinvolti nei massacri una giustificazione delle loro azioni. Dietro di questo, però, c'era il piano generale di un'ideologia politica, che faceva un uso scorretto della religione per i propri scopi, cercando così l'omogeneizzazione della Nazione turca.
Come storico che ha studiato in modo approfondito gli eventi e le circostanze del genocidio armeno, soprattutto quelli documentati negli archivi vaticani, cosa pensa della reazione turca alle dichiarazioni di papa Francesco di domenica, nelle quali ha definito il massacro armeno un “genocidio”?
Sono molto grato al Santo Padre. Domenica non solo abbiamo assistito a una commemorazione bellissima, degna e solenne del martirio armeno, ma abbiamo anche sperimentato la vittoria della verità sulla diplomazia.
Se sapete con quanto fanatismo la Turchia cerca con ogni mezzo di ridimensionare gli eventi del 1915-1916, se seguite la cronologia delle sue minacce a Nazioni molto più grandi e molto più potenti del Vaticano – Nazioni come la Francia, la Germania e gli Stati Uniti –, potete farvi un'idea di cosa comporti prendere posizione e definire un “genocidio” quello che è stato realmente il primo genocidio del XX secolo. Grazie, papa Francesco! Che papa grande, splendido, politico, che ha agito come coscienza morale del mondo e ci ha insegnato che, come cristiani, non dovremmo mai temere la verità.
La reazione turca a questa coraggiosa affermazione era prevedibile. È sempre la stessa. Si dice che il papa è stato male informato, anche se sa la verità dai propri archivi. A proposito, quando è che i turchi apriranno i loro?
I turchi hanno addirittura parlato di razzismo. Dovremmo pensare che dal punto di vista turco non è affatto razzista uccidere quasi un'intera Nazione, un gruppo etnico e religioso, ma è razzista definire tutto questo un genocidio?
È molto triste che i turchi non capiscano come si escludono dalla comunità delle Nazioni civili con atti come questo. Intendo dire che sono tedesco e la mia Nazione ha commesso il crimine più orribile che si sia verificato nella storia, la Shoah, ma almeno abbiamo ammesso di averlo commesso, ce ne rammarichiamo profondamente e abbiamo cercato di fare il possibile per la riconciliazione e la compensazione.
Come cattolico, credo che ogni peccato e ogni crimine possa essere perdonato, se lo si confessa e ci si pente. Ma quello di cui non ci si pente e che non si confessa non può essere perdonato. La Turchia ha solo una possibilità per superare il trauma e la colpa del capitolo più nero della sua storia, ed è confessare e pentirsi! E tutti perdoneremo. In caso contrario, queste ferite saranno sempre aperte, anche dopo cent'anni.
Quali lezioni ci offre oggi la storia del genocidio armeno, soprattutto alla luce dell'attuale persecuzione dei cristiani in Africa e in Medio Oriente?
Se c'è una lezione che dovremmo imparare dal genocidio armeno, è questa: non voltatevi mai, non guardate mai da un'altra parte quando il vostro fratello subisce una persecuzione.
Tutti noi, tutte le Nazioni del mondo civile e in primo luogo la Germania – alleata della Turchia –, condividiamo la colpa turca, perché tutti abbiamo permesso che accadessero questi fatti. Per opportunismo, per il fatto di aver dato la priorità ad altri fattori, per quella che papa Francesco ha giustamente definito la “globalizzazione dell'indifferenza”, che è così negativa. “Caino, dov'è tuo fratello Abele?” È per questo che nessuno potrà mai dire di non avere nulla a che fare con il genocidio armeno, l'Olocausto o il destino dei nostri fratelli cristiani in Siria e in Iraq.
Perché ignorare il loro destino e la loro sofferenza rende anche noi colpevoli. Non evitare un crimine che viene commesso davanti ai nostri occhi ci rende complici di chi lo perpetra. Non dovremmo mai essere all'oscuro, non dovremmo mai essere indifferenti, ma dovremmo imparare ad agire responsabilmente.
È per questo che mi sono vergognato tanto quando, tra tutti i diplomatici presenti nella basilica di San Pietro quella mattina per commemorare i martiri armeni, l'unico assente era Annette Schavan, l'ambasciatore tedesco presso la Santa Sede. Soprattutto visto che, come ho spiegato prima, la Germania, in quanto alleato della Turchia, ha una responsabilità particolare per quel martirio. Nel caso della Schavan, l'opportunismo ha prevalso sulla verità. Ed è una vergogna. Possiamo essere gente del futuro solo se non abbiamo paura del passato.

https://drive.google.com/folderview?id=0B7Pk-HS79e1QUWRSNkY4NDF1cDQ&