Privatizzato OGM intero patrimonio genetico

signora MOGHERINI Federica, MI CREDA, è meglio veder piangere LEI, che non veder piangere e MORIRE: milioni di persone! IO HO DECISO DI DARLE QUESTO INCARICO: NON RIMANDI INDIETRO, IN TURCHIA, I CRISTIANI CHE GLI ISLAMICI NON SONO RIUSCITI AD UCCIDERE DURANTE LA TRAVERSATA, VERSO LA EUROPA! come dicono tutte le organizzazioni umanitarie, questo accordo con la Turchia è un delitto contro i diritti umani! Non soltanto perché, lacera i nuclei familiari, ma, perché è Erdogan a scegliere chi è il migliore islamico terrorista, che, deve essere mandato in Europa! Di fatto, soltanto, ai cristiani che, sono sfuggiti al massacro siriano degli jihadisti sharia, dovrebbe essere data ogni corsia preferenziale! ] [ Migranti: Grecia, piano non sarà operativo da subito, 'Ci vogliono più di 24 ore' per attuare l'intesa sui rimpatri. 20 marzo 2016.
======

il suicidio è un peccato mortAle che porta all'inferno! QUESTE SONO LE CONSEGUENZE DI CHI PERDE LA PRESENZA DI DIO NELLA SUA VITA! e NESSUNA RELIGIONE O RELIGIOSITÀ TI PUÒ DARE LA FEDE NELLA PRESENZA E NELLA RELAZIONE CON DIO! Pensava di essere troppo vecchia per lavorare, a soli 31 anni. Sarebbe questa la ragione per cui la modella Irina Livshun si sarebbe tolta la vita dandosi fuoco nel suo appartamento di Almaty, nel Kazakistan meridionale. La polizia - secondo quanto riporta il Daily Mail - avrebbe trovato accanto al corpo carbonizzato una bombola di gas, usata dalla modella per appiccare il fuoco. A suggerire il movente della depressione, dovuta alla difficoltà di lavorare, sarebbero stati gli amici della giovane secondo i quali la modella si era chiusa progressivamente in se stessa nell'ultimo periodo. Inoltre, proprio per la prolungata assenza dalle passerelle, Irina Livshun aveva già tentato il suicidio in passato.

PERCHÉ IN GENERE, I CENTRI SOCIALI, MATRICE DI SINISTRA, SONO CARATTERIZZATI DA UNO SPIRITO AGGRESSIVO, INTOLLERANTE ESTREMISTICO? COSENZA, 20 MAR - La polizia ha denunciato alcune persone a Cosenza in seguito agli incidenti accaduti tra esponenti dell'associazione politica "Sovranità", provenienti da Lamezia Terme, ed un gruppo di antagonisti. Secondo la versione fornita dalla Questura, gli antagonisti, circa trenta persone aderenti di Centri sociali, si sono recati nella piazza in cui avrebbe dovuto svolgersi la manifestazione organizzata da "Sovranità" ed hanno fronteggiato circa 15 militanti di quest'ultimo movimento. Ne é scaturita una rissa al culmine della quale uno degli antagonisti é rimasto ferito. "L'intervento immediato del personale della Polizia di Stato - é detto in un comunicato della Questura - ha evitato conseguenze peggiori in quanto i manifestanti, benché continuassero nelle aggressioni reciproche, hanno cominciato a disperdersi".
    Le attività d'indagine su quanto é accaduto, dirette dal questore di Cosenza, Luigi Liguori, proseguono e non é escluso che possano scaturirne altre denunce.


LA TURCHIA HA INTERESSE A SUBIRE ATTENTATI, PER INSTAURARE UN REGIME DI POLIZIA MILITARE, E PER SCORAGGIARE INFILTRATI STRANIERI! I DANNI SUBITI DAL TURISMO IN QUESTA PROSPETTIVA DEL CONTROLLO POLITICO E SOCIALE DEL NAZISTA ERDOGAN SONO COSTI MARGINALI! Un kamikaze si è fatto esplodere sabato mattina  sulla centralissima viale Istiklal a Istanbul, a poca distanza da piazza Taksim. Sei i morti tra cui l'attentatore e 39 i feriti. Due sono americani, tre israeliani e uno iraniano. "La Turchia e' stata vittima ancora una volta di uno spaventoso attacco terroristico e noi riaffermiamo il nostro sostegno al nostro alleato Nato e partner", ha detto il portavoce del Consiglio nazionale per la sicurezza Ned Price, senza identificare le vittime Usa. Secondo diversi media locali, il kamikaze sarebbe un militante turco dell'Isis, identificato come Savas Yildiz di 33 anni, originario di Adana nel sud del Paese, che faceva parte della lista dei sospetti potenziali attentatori suicidi.


IL REGIME MASSONICO TECNOCRATICO NAZISTA BILDENBERG DELLA USUROCRAZIA SPA BANCHE CENTRALI, SE NON CI RIESCE A STERMINARE CON UNA GUERRA MONDIALE, CONTRO I FRATELLI RUSSI? IMPLODERÀ SU SE STESSO.. CRIMINALI HANNO PRESO IL CONTROLLO DEI POPOLI EUROPEI! 20.03.2016. Hollande affronta in Marzo un gran movimento di contestazioneMentre tutti gli occhi degli osservatori sono puntati sulla Germania, a seguito dello sconvolgimento prodotto dalle ultime elezioni amministrative che hanno decretato lo spettacolare successo di quelle, che i media conformisti definiscono forze populiste, un’altro dei grandi paesi d’Europa sta attraversando una situazione molto critica: la Francia.:
http://it.sputniknews.com/#ixzz43SpXzjB6


IL REGIME MASSONICO BILDENBERG, PILOTATO DA GEBABELE ELISABETTA: UK E CIA USA, È IL PIÙ CRIMINALE ED ANTICOSTITUZIONALE REGIME, CHE PROPUGNA IL SATANISMO COME RELIGIONE DI STATO, NON CI ERAVAMO MAI TROVATI IN UNA SITUAZIONE COSÌ INQUIETANTE, DA DOPO IL DILUVIO UNIVERSALE AD OGGI! 20.03.2016)Non appena il popolo ucraino riuscirà a liberarsi della propaganda “zombizzante”, vedrà chi in realtà si cela dietro la retorica antirussa delle autorità di Kiev, ritiene l'ex capo del governo ucraino durante la presidenza di Yanukovych.
I cittadini dell'Ucraina riusciranno ad affrontare la crisi solo se giudicheranno con sobrietà le azioni del proprio governo, ritiene l'ex primo ministro Mykola Azarov.
Azarov ha definito sbalorditivi i risultati di un sondaggio, secondo cui il 65% dei cittadini ucraini crede che il loro Paese sia in guerra con la Russia.
Il politico ha sottolineato che una situazione del genere nell'opinione pubblica indica chiaramente che la popolazione è stata manipolata con successo dalla propaganda di Kiev.
Secondo l'ex primo ministro, la cricca dominante a Kiev che alimenta l'odio e la campagna d'odio verso la Russia in primo luogo distrae l'attenzione della gente dalla sua politica criminale.
"Soccombendo alla propaganda dei media, gli ucraini volontariamente o involontariamente rafforzano il potere di Poroshenko, Yatsenyuk, Tymoshenko, Lyashko, e di tutti quelli che li hanno ridotti in povertà, hanno privato le madri dei sussidi, hanno lasciato senza risorse gli orfanotrofi, hanno annullato molte agevolazioni sociali, hanno aumentato e continuano ad aumentare le tariffe ed hanno lasciato gli anziani senza farmaci", — Azarov ha scritto sulla sua pagina Facebook. Secondo l'ex primo ministro, per cambiare la situazione i cittadini devono vedere la luce e pensare in proprio, capendo dove sono gli amici e i nemici:
http://it.sputniknews.com/politica/20160320/2311317/Ucraina-oligarchi-Poroshenko-russofobia.html#ixzz43SqYH0QT

====================

QUANDO LA "NAVE": BANCA MONDIALE, SPA, SPA FMI, NWO AFFONDA? I TOPI SCAPPANO! La Germania riporta in Patria a ritmo record le sue riserve auree.. TEDESCHI NON SONO SCEMI, MA PER QUELLO CHE GLI USA E LA NATO: SPA FED, FARISEI SALAFITI, NWO, HANNO PROGETTATO DI PORTARE NEL MONDO? NON C'È PRUDENZA CHE TENGA! 20.03.2016 SOLTANTO: IL GOVERNO MONDIALE DI UNIUS REI PUÒ DARE NUOVO VALORE POLITICO AL DENARO CIRCOLANTE! A Francoforte sono state consegnate 366 tonnellate di oro per un valore complessivo di circa 11,5 miliardi di euro nell'ambito della nuova concezione adottata dal governo tedesco sulla conservazione delle riserve auree nazionali. La Banca Centrale tedesca ("Bundesbank") sta riportando a ritmo record le riserve auree della Germania dai depositi stranieri, ha dichiarato oggi il governatore della "Bundesbank" Jens Weidmann. Secondo il banchiere, tutto questo rientra nel lavoro adottato dal governo tedesco sulla conservazione delle riserve auree nazionali: in particolare entro il 2020 a Francoforte deve essere consegnata la metà del totale dell'oro tedesco. "Per la nuova concezione di conservazione delle riserve auree, a Francoforte sono state consegnate 366 tonnellate d'oro per un valore complessivo di circa 11,5 miliardi di euro. Pertanto al momento sono conservate 1.400 tonnellate d'oro, ovvero il 41,5% delle nostre riserve auree. Rispettiamo il programma adottato," — "Deutsche Welle" riporta le parole di Weidmann. Secondo lui, il restante oro tedesco verrà conservato a New York e Londra, mentre verrà rescisso il contratto per la conservazione del metallo prezioso al caveau della Banca Centrale francese a Parigi. Weidmann ha rilevato che l'oro per la Germania è di fatto una valuta di riserva aggiuntiva. Secondo la Bundesbank, le riserve auree tedesche sono di circa 3.400 tonnellate, seconde al mondo dopo gli Stati Uniti.
In precedenza erastato riferito che Washington si era rifiutata di restituire immediatamente una parte significativa delle riserve auree tedesche limitando la consegna al 10%:
http://it.sputniknews.com/economia/20160320/2311512/USA-Londra-Parigi-NewYork-finanza-oro-Bundesbank.html#ixzz43Srqok9C



19.03.2016)CHE, 666 SPA GMOS AGENDA di INTERESSE, HANNO GLI USA 666, CHE, INTENZIONALMENTE SACERDOTI DI SATANA, hanno DEVASTATO LA SIRIA E IRAQ, PER OTTENERE, COME PRIMO OBIETTIVO: LO STERMINIO DEI CRISTIANI, DI OTTENERE, ADESSO UNA PACIFICAZIONE della società siriana, CHE, LA EUROPA DEVE ESSERE RIEPITA ANCORA DI ISLAMICI? GLI INTERESSI DEI LORO ALLEATI SGOZZATORI SAUDITI sharia, SONO TUTTI PER LA CONTINUAZIONE DELLA GUERRA ovviamente! Alle proposte russe per il controllo delle violazioni della cessazione delle ostilità finora non è seguita alcuna risposta. Il capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto nel territorio della Repubblica Araba Siriana, tenente generale Sergej Kuralenko, ha fatto sapere che il 25 febbraio la Federazione Russa ha inviato agli USA le proposte per il controllo delle violazioni della cessazione delle ostilità in Siria, ma finora non è stata comunicata nessuna risposta. «Il 25 febbraio abbiamo inviato alla controparte americana delle proposte per l'organizzazione del controllo delle violazioni della cessazione delle ostilità, ma finora non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Voglio sottolineare che a differenza della controparte americana, gli ufficiali del Centro russo si trovano nelle province, come si suol dire ‘in campo', ed effettuano la deterrenza dei potenziali trasgressori della tregua», ha dichiarato Kuralenko:
http://it.sputniknews.com/mondo/20160319/2308078/russia-usa-proposte-siria.html#ixzz43SvmGvjM



TUTTO NELLA LEGA ARABA È SHARIA NAZISMO, VIOLAZIONE DI TUTTI I DIRITTI UMANI, OMICIDI E TERRORE! QUINDI ISRAELE HA CONDANNATO A MORTE LA LEGA ARABA? Netanyahu,terrore non ha giustificazione, Né a Istanbul, a Gerusalemme o in Costa d'Avorio
king Israel Unius REI


PER MOGHERINI BOLDRINI E MERKEL, PRAVY SECTOR E ISLAM SONO PIÙ IMPORTANTI DEL DIRITTO DI GAY E DONNE! 20.03.2016 Nel centro di Hannover i manifestanti mostravano cartelli con le foto del leader curdo del PKK Abdullah Ocalan, detenuto nelle prigioni turche, le bandiere delle milizie curde e striscioni con la scritta "No alla cooperazione della UE con il dittatore Erdogan." Migliaia di curdi residenti ad Hannover sono scesi in piazza sabato per protestare contro la politica repressiva del governo turco contro la minoranza etnica e l'accordo in materia di immigrazione tra Ankara e Bruxelles, scrive "Spiegel". Secondo il tabloid tedesco, alla manifestazione hanno preso parte circa 9mila persone. Gli organizzatori si aspettavano 30mila presenze: http://it.sputniknews.com/mondo/20160320/2309879/Ocalan-PKK-repressione-valori-diritti.html#ixzz43RN8I0oy

Mogherini contro Putin – e Renzi (glielo chiede la UE. Ossia Nuland) 1. SE MOGHERINI AVESSE FATTO FILM PORNOGRAFICI, IN GIOVENTÙ, E SE OGGI, LEI FLIRTASSE CON IL MINISTRO DEGLI ESTERI SAUDITA, QUESTO, PER VOI, QUESTO SAREBBE NORMALE? NON È CHE LE DUE IPOTESI PRECEDENTI, PER MOGHERINI FEDERICA, POSSO ESSERE PIÙ GRAVI DELLA REALTÀ DI ESSERE UN PAPPAGALLO A PAGHETTA DELLA CIA SPA NWO FED SPA FMI, TALMUD AGENDA, REGIME MASSONICO BILDENBERG L'ANTICRISTO CHE UCCIDE LA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA! http://it.sputniknews.com/mondo/20160320/2309879/Ocalan-PKK-repressione-valori-diritti.html#ixzz43RO0jleK
king Israel Unius REI


NON SI PUÒ ESCLUDERE CHE I MUSULMANI UCCIDANO I CRISTIANI DURANTE LA TRAVERSATA, CI SONO STATII NUMEROSI PRECEDENTI DI QUESTO TIPO, DEVE ESSERE DISPOSTA LA AUTOPSIA D'UFFICIO! MITILENE (GRECIA), 20 MAR - Due migranti sono stati trovati morti su un barcone arrivato sull'isola greca di Lesbo, nel primo giorno di attuazione dell'accordo tra Ue e Turchia sulla gestione degli arrivi in Grecia. Il personale medico ha eseguito le manovre di rianimazione cardiopolmonare (rcp) sui due uomini, ma senza risultati. La sovraffollata imbarcazione trasportava decine di migranti provenienti dalla vicina Turchia.
king Israel Unius REI

voi vi ricordate tutti, quella Bestia di: king Saudi Arabia: Aziz SaUD abd sharia, quando disse: "in un mese: loro saranno in Europa, e in due mesi loro saranno in USA!", poi, il SUDAIRIO DISSE AD ERDOGAN E SALMAN: "io vado all'inferno, ma, voi li potrete ricattare!" .. e poi, disse a SALMAN: "tu giurami che tu non ubbidirai mai ad Unius REI! " .. e lui giurò!
king Israel Unius REI

TUTTE LE PREGHIERE DI SALAM E ROTHSCHILD [ AMEN ]
20:02 La Russia ha proposto agli USA il programma per il controllo della situazione in Siria
19:00 Russia: contromisure in risposta alle nuove sanzioni del Canada
18:08 Poroshenko assicura che l'Ucraina continuerà il corso delle riforme
17:04 La Russia sfrutterà le più moderne tecnologie per la distruzione di obiettivi spaziali
16:03 Donbass: gruppo di ricognizione ucraino salta in aria sul proprio campo minato [ ALLELUIA ]
king Israel Unius REI


Il Pentagono ha speso 500 milioni di dollari per addestrare l'opposizione in Siria 19.03.2016 DOVE E QUANDO IL SATANISMO DIVENTA VISIBILE ANCHE A LIVELLO CONTABILE.. QUESTI TERRORISTI MODERATI DI ERDOGAN HANNO FATTO IL GENOCIDIO E LA PULIZIA ETNICA DI TUTTI I CRISTIANI ECC.. E SE NON ERI SALAFITA? DOVEVI MORIRE! Nell’ambito del programma di supporto e addestramento delle forze siriane di opposizione le autorità USA avevano intenzione di formare cinquemila ribelli, ma non ci sono riusciti a causa delle diserzioni e gli attacchi da parte di altri gruppi armati.Il dipartimento della Difesa USA ha chiuso il programma dello scorso anno per il sostegno e la formazione delle forze siriane di opposizione, il quale è costato al Pentagono 500 milioni di dollari e non ha portato i risultati attesi. Lo ha scritto sabato la rivista Foreign Policy. Secondo la pubblicazione, il programma è iniziato nella primavera del 2015 e prevedeva l'addestramento di cinquemila ribelli entro la fine dell'anno, tuttavia, a causa delle diserzioni e delle aggressioni da parte di altri gruppi armati, sono stati addestrati e hanno combattuto contro il Daesh solo una manciata di combattenti. «Stiamo parlando di quattro o cinque (combattenti)», ha detto il generale dell'esercito americano Lloyd Austin all'udienza di giovedì della Commissione Forze Armate del Senato degli Stati Uniti. «Il risultato programma del programma è stato molto inferiore rispetto a quanto previsto», ha confermato il rappresentante del dipartimento della Difesa Christine Wormuth, evidenziando che in tutto hanno seguito la preparazione 100, 120 persone. Già nel settembre 2015 il senatore repubblicano John McCain aveva dichiarato che il presente piano del Pentagono per sostenere le unità dell'opposizione è «lontano dalla realtà», nota la pubblicazione. Tuttavia i militari USA dalle forze speciali hanno continuato a lavorare con alcuni comandanti dell'opposizione siriana, e altri 50 uomini delle forze speciali hanno operato in Siria per sostenere la lotta contro il Daesh. Il Foreign Policy sostiene che il programma, del valore di 500 milioni di dollari, era stato chiuso ad ottobre. Nel 2016, sottolinea la pubblicazione, il dipartimento della Difesa USA con l'approvazione del presidente Barack Obama ha introdotto un nuovo programma per sostenere l'opposizione siriana.: http://it.sputniknews.com/mondo/20160319/2306899/pentagono-formazione-opposizione-siria.html#ixzz43OVCGRm
king Israel Unius REI


MOGHERINI È COME OBAMA, SONO COME DUE ATTORI PAGATI PER FARE, IL LAVORO DEI BOIA! 19.03.2016 Mogherini contro Putin e Renzi (glielo chiede la Nuland) “Sottolineo che abbiamo l’unanimità, fra i 28, su cinque principi-guida della Unione Europea nella politica verso la Russia”: così Federica Mogherini, alta rappresentante eccetera e vicepresidente della commissione, all’uscita dal Consiglio Affari Esteri:
http://it.sputniknews.com/#ixzz43OUAwK6Z
king Israel Unius REI


MA, NON SI DICE SE, SONO STATI I TERRORISTI MODERATI DI SALMAN E DI OBAMA GENDER ] MOSCA, 19 MAR - Almeno 67 civili sono stati uccisi ad Aleppo e altri 65 sono rimasti feriti da quando è entrata in vigore la tregua in Siria il 27 febbraio: lo denuncia il capo del centro russo di riconciliazione delle parti belligeranti, Serghiei Kuralenko, precisando che tra le vittime ci sono anche donne e bambini.
king Israel Unius REI


SIGNORI E SIGNORE, ECCO: IL MONDO FAVOLOSO CHE I FARISEI E I LORO SALAFITI SAUDITI HANNO CREATO:
21:28 Media, 30 annegati al largo della Libia
20:50 Mosca, 67 morti a Aleppo da inizio tregua
20:47 Attacco a polizia in nord Sinai,13 morti
19:15 Istanbul: kamikaze è turco dell'Isis
19:12 Salah, 'volevo farmi esplodere a stadio'
18:45 Istanbul,morti 3 israeliani e 1 iraniano
18:44 Salah accusato 'stragi terroristiche'
18:40 Bulgaria, 3150 richieste asilo in 2016
18:39 Rama, non apriremo confini dell'Albania
15:15 Siria: 39 civili uccisi in raid a Raqqa
king Israel Unius REI


I BAMBINI SONO SEMPRE STRAORDINARI!!! Kate rivela, 'George chiama Elisabetta Gan-Gan' Europa. Intervista alla Duchessa, 'gli fa trovare sempre dei regalini'
king Israel Unius REI


PERCHÉ DOBBIAMO TRASFERIRE I POCHI SOLDI, CHE ROTHSCHILD SPA BANCHE CENTRALI, NON È ANCORA RIUSCITO A RUBARCI ALLE DEMOCRAZIE DEL GOLFO PERSICO: ALLAH AKBAR, ALLA VIGILIA DELLA TERZA GUERRA MONDIALE NUCLEARE CONTRO LA CINA E LA RUSSIA? Trivelle, flash mob degli 'oil man' di Greenpeace Ambiente&Energia. In 22 città l'invito agli italiani a partecipare al referendum sulle trivellazioni offshore. Jovanotti, io voto sì, petrolio non è il futuro. IL PD I MAFIOSI MASSONI, GENDER HANNO FATTO DEGLI ITALIANI UN POPOLO DI COGLIONI!
king Israel Unius REI


#Erdogan e #SALMAN: quindi, il vostro #Dio coglione #Allah #akbar, lui non è riuscito a conquistare il pianeta, quando non c'erano ancora, i farisei satanisti massoni, SPA BANCHE CENTRALI, NUOVO ORDINE MONDIALE, e invece, il vostro dio, adesso, dove lui ha fallito altre volte, invece, riuscirà adesso, perché, i vostri predecessori non erano così abbastanza: falsi, spergiuri, infami, ipocriti, pedofili, poligami, e criminali e intelligenti maligni predatori, genocidari nazisti, maniaci religiosi, per poter raggiungere la ipocrisia del vostro raffinato livello di fede sublime, cioè, come voi siete diventati oggi con i salafiti, i più degni dell'indemoniato Maometto esoterico falso profeta, A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA?
king Israel Unius REI


#Erdogan e #SALMAN: è chiaro, lo hanno capito tutti: un giorno i #FARISEI dovranno riconoscere la vostra potenza satanica di figli del demonio #sharia, e diranno: "ok, non ci uccidiamo tra di noi, ci dividiamo il pianeta in due parti uguali!" 1. E CHE SAPETE VOI della magia nera della KABBALAH, cioè, degli ESERCITI DI ALIENI (Golem) CHE HANNO RIEMPITO IL SISTEMA SOLARE, ED ATTENDONO LA DISTRUZIONE DEI CRISTIANI CHE IMPEDISCONO la loro INVASIONE? 2. oppure, CHE SAPETE VOI dei droni ad intelligenza artificiale? no! voi siete troppo coglioni, perché ISLAM possa sopravvivere alla vostra malvagità!
king Israel Unius REI


è chiaro, lo hanno capito tutti: Erdogan e SALMAN: 1. hanno consegnato il pianeta ai satanisti massoni farisei spa Banche Centrali, 2. hanno condannato l'ISLAM ALLA DISTRUZIONE! mentre, loro passando con la Russia e la Cina, farebbero spostare le lancette della storia dalla nostra parte contro di loro! LA UNIONE EUROPEA NON È AFFATTO COESA ] [ QUINDI RIMARREBBERO GLI USA DA SOLI CONTRO IL RESTO DEL MONDO, SE, LA LEGA ARABA VENISSE DA ME! POI, METTIAMO OBAMA E ROTHSCHILD A PULIRE IL PIAZZALE DEL MIO TEMPIO EBRAICO IN ARABIA SAUDITA! ... non sono io che posso fare del male a qualcuno! OVVIAMENTE, MI DISPIACE, CHE, Salman e Erdogan stanno minacciando la vita di tutti i musulmani del mondo, e rischiano di fare condannare, anche, l'ISLAM HOLY per fargli fare la brutta fine del nazismo (io ho bisogno di tutte le Religioni per migliorare il mondo: non voglio fare a meno dell'ISLAM), ma, finché rimane la sharia degli ASSASSINI SERIALI salafiti MANIACI DOGMATICI PARANOICI ASINI, io sono in difficoltà a proteggere i musulmani e l'ISLAM!

================
NON È CHE LE DUE IPOTESI PRECEDENTI, PER MOGHERINI FEDERICA, POSSO ESSERE PIÙ GRAVI DELLA REALTÀ DI ESSERE UN PAPPAGALLO A PAGHETTA DELLA CIA SPA NWO FED SPA FMI, TALMUD AGENDA, REGIME MASSONICO BILDENBERG L'ANTICRISTO CHE UCCIDE LA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA!
SHARIA cannibals SYRIA


Mogherini contro Putin – e Renzi (glielo chiede la UE. Ossia Nuland) 1. SE MOGHERINI AVESSE FATTO FILM PORNOGRAFICI, IN GIOVENTÙ, E SE OGGI , LEI FLIRTASSE CON IL MINISTRO DEGLI ESTERI SAUDITA, QUESTO, PER VOI, QUESTO SAREBBE NORMALE?
http://it.sputniknews.com/mondo/20160320/2309879/Ocalan-PKK-repressione-valori-diritti.html#ixzz43RO0jleK
SHARIA cannibals SYRIA


PER MOGHERINI BOLDRINI E MERKEL, PRAVY SECTOR E ISLAM SONO PIÙ IMPORTANTI DEL DIRITTO DI GAY E DONNE! 20.03.2016 Nel centro di Hannover i manifestanti mostravano cartelli con le foto del leader curdo del PKK Abdullah Ocalan, detenuto nelle prigioni turche, le bandiere delle milizie curde e striscioni con la scritta "No alla cooperazione della UE con il dittatore Erdogan." Migliaia di curdi residenti ad Hannover sono scesi in piazza sabato per protestare contro la politica repressiva del governo turco contro la minoranza etnica e l'accordo in materia di immigrazione tra Ankara e Bruxelles, scrive "Spiegel". Secondo il tabloid tedesco, alla manifestazione hanno preso parte circa 9mila persone. Gli organizzatori si aspettavano 30mila presenze: http://it.sputniknews.com/mondo/20160320/2309879/Ocalan-PKK-repressione-valori-diritti.html#ixzz43RN8I0oy
SHARIA cannibals SYRIA


MI DISPIACE PER I SATANA: FARISEI MASSONI SALAFITI: ANTICRISTO, MA, IO ASCOLTERÒ SEMPRE LA VOCE DEL POPOLO! Il presidente siriano ha osservato che il sostegno dei Paesi amici ha contribuito a ripristinare la sicurezza e creare le condizioni favorevoli affinchè, gli stessi siriani possano determinare il futuro del loro Paese. La vittoria del popolo siriano e dei suoi alleati nella guerra contro il terrorismo può contribuire alla creazione di un mondo più equilibrato e giusto, l'agenzia di stampa "Sana" riporta le parole di Assad. Nel suo intervento il presidente siriano ha inoltre accusato l'Occidente di voler imporre il proprio disegno in Siria in contrasto con gli interessi dei popoli della regione. Ha sottolineato che il popolo siriano è determinato nel difendere e sostenere la sovranità del proprio Stato e il diritto all'autodeterminazione:
http://it.sputniknews.com/politica/20160320/2308511/Siria-Medioriente-geopolitica-Daesh-cooperazione.html#ixzz43RMBfgMO
SHARIA cannibals SYRIA


11:36 Germania, migliaia di curdi scesi in piazza vs politica di Erdogan e accordo UE-Turchia
10:49 “Gli USA non possono fare a meno della Russia né in Siria né in Iran”
10:14 Crimea, Russia accusa UE: ipocrita, ignora violazioni Kiev e non rispetta volontà popolare
09:26 Assad ringrazia Russia ed Iran per aiuto in lotta vs terrorismo e attacca Occidente
SHARIA cannibals SYRIA


SE LO STESSO NAZISMO TEORICO, È APOLOGIA DI REATO, PERCHÉ, NEL REGIME MASSONICO BILDENBERG MERKEL MOGHERINI IL PAPPAGALLO, PUÒ ESISTERE UNA UCRAINA DEI PRAVY SECTOR, UNA LEGA ARABA DEGLI ISLAMICI, ECC..? È CHIARO FARISEI ANGLO-AMERICANI HANNO PROGETTATO DI NON LASCIARE UN FUTURO A POPOLI EUROPEI E A ISRAELIANI! Vladimir PutinRussia. Putin si scaglia contro i revisionisti della Seconda Guerra Mondiale ] 20.03.2016 [ Il presidente Vladimir Putin, accusato da più parti di essere illiberale quando non addirittura fascista, ha dichiarato di essere completamente contrario al revisionismo storico circa la Seconda Guerra Mondiale, ovvero alla riabilitazione dei fascismi. In particolare Putin ha sottolineato come questo sia avvenendo in Ucraina, ma chi lo ascolterà? Una premessa per fugare ogni dubbio dal momento che su internet si trova sempre troppa gente pronta a pontificare: questo articolo non vuole essere in alcun modo un articolo apologetico nei confronti di Vladimir Putin, personaggio su cui ogni lettore si sarà fatto un'idea aderente o meno alla realtà. Noi rispettiamo il pensiero di tutti, anche quando non collima col nostro, siamo abituati ad argomentare con rispetto le nostre convinzioni, e a confrontarle civilmente con gli altri. Sull'Ucraina abbiamo notato invece un atteggiamento insopportabile di una certa "sinistra" volta a tacciare Putin a priori come "cattivo" e quindi a prendere posizione apertamente a favore di Kiev come risposta. E se gli fate notare che a Kiev l'Occidente sta appoggiando bande di estrema destra e neofasciste, loro risponderanno che si tratta di una semplificazione in quanto Putin sarebbe lui stesso un "fascista". La domanda che non si deve fare: perché sta tornando Hitler? Costoro però non sanno, o fingono di non sapere, che Putin di difetti ne avrà molti, moltissimi, ma di certo non lo si può accusare di simpatie fasciste dal momento che il suo governo ha varato una legge antinazista ferrea che ci sogniamo nella "democratica" Europa, dove i neonazisti sono tornati a operare ovunque alla luce del sole, cavalcando un insopportabile revisionismo volto a considerare l'estrema sinistra e l'estrema destra due facce della stessa medaglia. Tre mila persone di differente età e sesso provenienti da diverse paesi hanno preso parte nei sondaggi. (1000 persone in ogni Paese). Tre mila persone di differente età e sesso provenienti da diverse paesi hanno preso parte nei sondaggi. (1000 persone in ogni Paese). "I tentativi di distorcere i risultati della Seconda Guerra Mondiale sono estremamente pericolosi, come testimoniano i tragici eventi in Ucraina, dove le forze neonaziste più oltranziste hanno scatenato un vero e proprio terrore contro i civili", ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin in un'intervista con i principali media cinesi alla vigilia della sua visita nel Paese asiatico. [ Momento di incontro con alleati americani, Mosca, 9 maggio 1945. ] La verità sulla Seconda guerra mondiale non è più gradita in Europa Si tratta di affermazioni chiare e nette che indicano come a Mosca sul fascismo non si scherzi. Beninteso Putin non sarà certo un'emblema di democrazia, ma almeno per quanto riguarda "l'antifascismo" avrebbe da insegnarne e molto anche allo stesso Obama. Se pensate che siamo troppo di parte come mai allora l'Occidente appoggia un governo provvisorio a Kiev che ha preso il potere grazie a un autentico Golpe e che annovera tra le sue fila ministri apertamente neonazisti? Sempre Putin ha ricordato come sei anni fa, in occasione del 65° Anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale, la Russia e la Cina avevano rilasciato una dichiarazione comune,in base alla quale entrambi i Paesi si mostrano uniti nella critica al revisionismo storico, ritenuto inaccettabile. "Continueremo a resistere ai tentativi di riscrivere la storia, di mitizzare i nazisti e i loro alleati e di infangare la memoria e il buon nome degli eroici liberatori", ha affermato ancora Putin, mettendo così in difficoltà molti benpensanti dell'Occidente, in prima fila nell'andare contro la Russia sui diritti gay e umani, (vedi la questione delle Pussy Riot, peraltro legate all'Nsa americano) e non pervenuti quando si tratta di prendere posizione contro il nazismo, quello vero:
http://it.sputniknews.com/mondo/20160320/2309692/russia-putin-contro-revisione-storia-seconda-guerra-mondiale-nazismo-fascismo.html#ixzz43RJebwqy


==================

IL SACERDOTE DI SATANA SPA FED NWO CIA, MI DISSE UtherRicwolf ha pubblicato un commento 3 minuti fa, " UniusRei You well join the dark side resistance is futile." POI, VENIVA 666 IHATENEWLAYOUT E, lui FACEVA SCORRERE LA PAGINA di
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion, RAPIDAMENTE, CON DEI NUMERI, ED IO AVEVO IMPIEGATO ANCHE 1ora, PER SCRIVERE UN ARTICOLO! così il mio articolo spariva subito! SIGNORA JHWH RICORDATI DELLA LORO MALVAGITÀ, NELL'ORA DELLA TUA COLLERA!
SHARIA cannibals SYRIA


IL SACERDOTE DI SATANA IHATENEWLAYOUT, lui INCOMINCIÒ Anche a FARE MOLTI SITI A MIO NOME, ed una volta, lui mi diede anche la password per farmi entrare in uno di essi, ma, il sistema di protezione di yahoo, mi chiese le credenziali di accesso ed io non potei entrare! QUINDI, VOLEVANO DIMOSTRARE CHE, IO ERO UNO DI LORO, QUALCOSA CHE APPARTENEVA ALLO SPETTACOLO DEL NWO!
SHARIA cannibals SYRIA


Abu Antar --- as you: could read: in my thoughts? I'm working on from days: that, a massacre of Satanists, and criminals can be achieved, from me: on all over the planet...

in Verily, I are pretty close to my determination .. so much so that a cry will rise, in the tents of my enemy, which was never ever heard from the time of the 10 plagues of Egypt

 lllllliiiiiiillllll ha pubblicato un commento [ [ lui è un sacerdote di satana della CIA che ha cercato di prendere la mia identità! QUESTO È STATO UNO DEI PATETICI TENTATIVI DEL NWO SPA FED, PER CERCARE DI TROVARE IN ME UN PUNTO DEBOLE! ]]

@Abu Antar fuck you fuck you and your mother you monstrosity UniusReiOrWarW666IMF [questa è la verità! questa è la mia verità!] ogni essere umano: per me: vale di più del Tempio Ebraico: e di qualsiasi luogo di culto! anzi: ogni essere umano: è lui il mio Tempio Ebraico (1, atrio esterno: è il corpo); [2. atrio interno: è l'anima: o psiche]; (3. in Santo dei Santi: è lo spirito, che è, in ogni uomo), pertanto, il segreto del tempio ebraico: è ogni uomo: ecco perché: io ho chiamato ogni uomo: al mio Tempio ebraico! ecco perché, ogni uomo è il mio fratello: ecco perché, io sono Unius REI: affinché, possa venire da me, tutta la meravigliosa famiglia umana! Abu Antar During the Vietnam War protestors chanted "hey hey LBJ how many kids did you kill today" but I say "Hey hey Unius Rei how many satanists did you kill today"

NoahTheNephilim se, io avessi un convolgimento emotivo, oppure, una predilezione: a favore: di un popolo, più di un altro popolo?" allora, io non potrei mai essere Unius REI! perché in tutto il mondo, non può esistere un bambino, che, merita di esistere più di un altro.. ecco perche, una politica di controllo delle nascite: è funzionale al partito della pace

lllllliiiiiiillllll answer---> ♰CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB♰ "自分が行ったあなたの毒を飲む"♰私JHWH-] allarm♰CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB♰ "自分が行ったあなたの毒を飲む"♰私JHWH-]:♰CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVBアール♰ "自分が行ったあなたの毒を飲む"♰私JHWH-BIG]銀行家:ジョージ·ソロスのようなグローバリストとその友人、調査し、逮捕されるべきで、IMF-NWO&シニョレッジバンキングの悟りを開いた。あなたは彼の小さな頭に蛇を打つ?その後、すべての政治人形の彼の大きい&ロングボディ:彼らはすべて彼らの支配から解放されます。迅速に、私はエルサレムに私の王座に座っていただきます!実際には:すべての人が、崖の端にあることを理解するであろう! ♰CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVBは♰ "自分が行っ

lllllliiiiiiillllll HolyJHWHsanto ha un commento Pubblicato 36 Secondi fa [Israele Al Qaeda] Aleppo: un altro attacco terroristico uccide decine di civili Aleppo: un altro attacco terroristico uccide decine di civili un razzo sparato da una banda armata terroristica da zona di Kallasia (campagna Aleppo), cadute il quartiere residenziale di al-muhafaza, causando decine di morti e feriti, e la distruzione di un intero edificio, lasciando molte persone sotto le macerie. Medici di soccorso e protezione civile sono al lavoro.

 HolyJHWHsanto [Israel Al Quaeda] Aleppo: another terrorist attack kills dozens of civilians Aleppo: another terrorist attack kills dozens of civilians A rocket fired by an armed terrorist gang from the area of Kallasia (Aleppo countryside), falls on the residential district of Al-muhafaza, causing dozens of deaths and injuries, and destroying an entire building, leaving several people under the rubble. Rescue doctors and civil protection are at work. HolyJHWHsanto Daraa: centinaia di lancia-missili e lancia-granate, artiglieria pesante e munizioni, fabbricati in Israele e USA, sequestrati ai terroristi. DARAA -- Hundreds of missile and grenade launchers, heavy artillery and ammunition, made in Israel and U.S., seized to the terrorists. 40 rocket launcher M72 LAW (Light Antitank Weapon) Israeli-made, 4 anti-aircraft missile launchers 120 mm RBR with 150 launches, 12 mm caliber anti-aircraft gun with 100 bullets as well as ammunition, grenades and thermal launch missiles... 40 lanciarazzi M72 LAW (Light Antitank Weapon) di fabbricazione israeliana, 4 lancia missili RBR 120 millimetri antiaereo con 150 lanci, cannone anti aereo calibro 12 millimetri con i suoi 100 pallottole oltre alle munizioni e lancio granate e missili termali HolyJHWHsanto mercy Lord Jesus Christ Abu Antar 1wz1 your icon is YouTube's icon inverted :O

 lllllliiiiiiillllll ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB Christians 160,000] martyrdom killed out of hatred for Christ every year JHWH-I ♰ "Drink your poison he had done" ♰: 1: These are 50 of the world's it is the nation's most crime. North Korea, 2. Iran, -3. Saudi Arabia 4. Somalia, 5. Yemen, 6. Morudi - Part 7. Mauritania, 8. Afghanistan, 9. Bhutan, 10. - China, 11. Laos 12. Uzbekistan, 13. Pakistan 1-4. Turkmenistan, 15. Eritrea, 16. Comoros 17. - Blood ~Echen 18. Iraq 19. Qatar, 20. Egypt, 21. A - Rujeria, 22. Azerbairgian; 23. India, 24. Myanmar, 25. Libya, 26. Naije - Rear, 27. Oman, 28. Kuwait, 29. Brunei, -30. In Sudan, 31. Tajikistan, 32. Tanzania, 33 -. Turkey, 34. United Arab Emirates, 35. Morocco, 36. Queue - ー server, 37. Djibouti, 38. Jordan, 39. Sri Lanka, 40. - Syria, 41. Tunisia, 42. Biellorussia; 43. Palestinians, all 44! '
SHARIA cannibals SYRIA

==================

IL TUO PORCO ASINO CIOLA? NON È DESTINATO A DURARE ANCORA TROPPO A LUNGO, COMUNQUE! QUINDI, IO HO DECISO: IO TI PORTERÒ SUL POZZO DEI CANI PRIMA DEL TEMPO! MA quando scoprirai che ti aspettano: 1000 anni all'INFERNO, prima di essere disintegrato nello stagno di fuoco, seconda morte e che non è una discoteca? POI, TU TI PENTIRAI DI ESSERE STATO CONCEPITO!
SHARIA cannibals SYRIA


chi dice che questa è una brutta notizia per Erdogan SHARIA? ISLAMICI SHARIA COME I SATANISTI DELLA CIA SPA FED NWO NATO, LORO NON HANNO IL CONCETTO DELLA SACRALITÀ DELLA VITA UMANA. e chi, CI assicura, che la LEGA ARABA SHARIA non ABBIA un istituzionale controlo sulla Galassia Jihadista SHARIA: i loro SERVIZI SEGRETI SHARIA? ] [ ISTANBUL, 19 MAR - Il kamikaze che oggi ha ucciso almeno 5 persone (2 ISRAELIANI, ECC.. ) nel centro di Istanbul sarebbe un militante turco dell'Isis, identificato come Savas Yildiz di 33 anni, originario di Adana nel sud del Paese, che faceva parte della lista dei sospetti potenziali attentatori suicidi. Lo riferiscono diversi media locali. voi vi ricordate tutti, quella Bestia di: king Saudi Arabia: Aziz SaUD abd sharia, quando disse: "in un mese: loro saranno in Europa, e in due mesi loro saranno in USA!", poi, il SUDAIRIO DISSE AD ERDOGAN E SALMAN: "io vado all'inferno, ma, voi li potrete ricattare!" .. e poi, disse a SALMAN: "tu giurami che tu non ubbidirai mai ad Unius REI! " .. e lui giurò!

======================

Ieri sempre in Arizona sono state arrestate tre persone che manifestavano contro il candidato bloccando un'autostrada che portava al suo comizio vicino Phoenix. iNTERROMPERE UNA CONVENCION DEVE PREVEDERE L'ARRESTO, PERCHÉ È UN ATTO OSTRUTTIVO, LESIVO DELLA PUBBLICA SICUREZZA.. IL DIRITTO DI PROTESTARE NON DEVE CONFLIGGERE, CON IL DIRITTO DI CHI SI È ORGANIZZATO PER REALIZZARE UNA RIUNIONE DI TIPO POLITICO! ma questa guerra del sistema massonico, regime Banche Centrali, vuole nascondere tutti i loro delitti di ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE, dei politici criminali come Hillary! king Israel Unius REI non è che io non vedo: i diritti del TIBET e dei tibetani, o le violazioni democratiche in CINA, MA, QUESTI SONO MOMENTI DI VITA O DI MORTE PER IL GENERE UMANO (i satanisti farisei massoni salafiti, nella NATO, loro faranno precipitare tutti all'inferno: molto presto), E LA CINA NON PUÒ RENDERE FRAGILE IL SUO POTERE ACCENTRATIVO: istituzionale proprio adesso! ============

ECCO PERCHÉ, CINA RUSSIA E COREA DEL NORD, non possono invitare Papa FRANCESCO! #FARISEI e #SALAFITI sono amici soltanto di se stessi, il fatto che il macellaio da il cibo alle sue vittime? questo non significa che vuole loro bene! IL PROBLEMA DELLA UE (( UNIONE EUROPEA REGIME BILDENBERG )) E CHE I SUOI POLITICI HANNO SPUTATO SULLA COSTITUZIONE E SUI LORO POPOLI GIURANDO NELLA MASSONERIA!

=====================


Turchia, Bruxelles ANTICRISTO MASSONE SATANISTA CRIMINALE GENDER, decide sull'entrata nell'Ue .. Il premier turco SHARIA NAZISMO Erdogan HA DETTO: "l'Europa dimostri che non è un club cristiano". MENTRE, LA LEGA ARABA PUÒ DIMOSTRARE DI ESSERE UN CLUB ISLAMICO SHARIA, PENA DI MORTE PER APOSTASIA BLASFEMIA, CHE UCCIDE TUTTI GLI SCHIAVI DHIMMI CRISTIANI!? O C'È LAICITÀ COME ATTO DI RECIPROCITÀ, OPPURE QUESTO È ALTO TRADIMENTO!
http://www.asianews.it/notizie-it/Turchia,-Bruxelles-decide-sull%27entrata-nell%27Ue-2127.html



17/12/2004 Turchia - Unione Europea: La questione Cipro divide Turchia e Europa. SE, I TURCHI NON ABBANDONANO CIPRO AI CIPRIOTI, DEPORTANDO, RIPRENDENDOSI, INDIETRO I LORO CRIMINALI ISLAMICI NAZISTI SHARIA TUTTI ALLAH AKBAR? IO DUBITO CHE LA UE, 666 SPA BCE NWO, REGIME MASSONICO GENDER BILDENBERG POSSA AVALLARE UNA GUERRA DI OCCUPAZIONE, CON RELATIVO REGIME ISLAMICO NAZISTA! CIOÈ, SE NON VUOL VEDERE INSANGUINARE TUTTE LE STRADE DI EUROPA CHE È PROPRIO QUELLO CHE STA CERCANDO DI REALIZZARE!


[ WARNING IMMAGINE SCIOCCANTE! ] BAMBINA CRISTIANA DECAPITATA DA: SHARIA ISLAMICI MODERATI DI: OBAMA GENDER, ERDOGAN CIA E SALMAN SHARIA [ WARNING IMMAGINE SCIOCCANTE! ] http://1.bp.blogspot.com/--G56uzEMPUc/U-UFqQVSACI/AAAAAAAAENo/0mQ0nP6TbfE/s1600/syria-christian-girl-beheaded-3.jpg


DUE POTENZE ESISTONO NEL MONDO: 1. UNIUS REI, ED IL 2. FARISEO ROTHSCHILD: TU FAI LA TUA SCELTA DI CAMPO! COSA E PERCHÉ, QUESTO DELITTO È SUCCESSO IN SIRIA? 1. PERCHÉ, LA SIRIA NON È UN REGIME SALAFITA, QUINDI I DEMONI: SPA FED UK, CIA SAUDITI TURCHI LA HANNO AGGREDITA, 2. MA, PURTROPPO LA SIRIA HA IL DELITTO DELLA SHARIA, COME LA GIORDANIA, ecc... QUINDI PER NON ESSERE DISINTEGRATI, TUTTE LE NAZIONI DELLA LEGA ARABA DEVONO SOTTOMETTERSI, AD UNIUS REI, OPPURE, A ROTHSCHILD! SCEGLI ORA IL TUO DESTINO! CALIFFATO MONDIALE ISLAMICO E SHARIA: LA LEGGE A CUI TUTTI DOVRANNO CHINARE IL CAPO IN UN MODO O NELL'ALTRO? Pubblicato da BOJS - LION OF YAHUDA venerdì 8 agosto 2014 "No, per il tuo Signore, NON SARANNO CREDENTI FINCHE' non ti avranno eletto giudice delle loro discordie e FINCHE' NON AVRANNO ACCETTATO SENZA RECRIMINARE quello che avrai deciso, SOTTOMETTENDOSI COMPLETAMENTE." Sura IV An-Nisâ' (IV,65)
  Lâ ilâha illâ Allah, Sahih Bukhari (il piu sacro dopo il Corano) Volume 4, Libro 52, Numero 260, narra: Ali bruciò alcune persone e la notizia giunse ad Ibn 'Abbas, che disse: 'Fossi stato io al suo posto non li avrei bruciati'. Perché il Profeta (pbsl) ha detto: 'Non punite (nessuno) con la Punizione di Allah.' Ma non c'è dubbio che li avrei uccisi, poiché il Profeta ha detto: 'Se qualcuno (Musulmano) abbandona la sua religione, uccidetelo'." Agenda LEGA ARABA, nazi sharia, da tutti è conosciuta??
"Prima, si fa il genocidio di tutti gli israeliani, e poi, si conquista ROMA e il mondo!"
QUESTO E' IL VERO SCOPO DELL'ISIS E DELLA JIHAD ISLAMICA
E' UNA PROFEZIA CHE TROVERETE SPIEGATA  CLICCANDO SUL LINK QUI SOTTO: L'ANTICRISTO, IL CALIFFATO UNIVERSALE E LE PROFEZIE. Chi vuole capire cosa stiamo affrontando per davvero oltre ciò che dicono i media non può fare ameno di dedicare una serata, invece che ai soliti insulsi programmi televisivi, a questi documenti in cui viengono chiarite molte cose che riguardano la situazione internazionale e cosa ci dobbiamo aspettare dall'autunno in poi e per i prossimi anni. 2014. CHIAMATA ALLA SOTTOMISSIONE ALLE GIUSTE LEGGI DI ALLAH http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/no-per-il-tuo-signore-non-saranno.html


DUE POTENZE ESISTONO NEL MONDO: 1. UNIUS REI: IL REGNO POLITICO TEOCRATICO LAICO DI ISRAELE, ED IL 2. FARISEO 666 ROTHSCHILD SPA FMI: TU FAI LA TUA SCELTA DI CAMPO! ] [ IO HO UN COMPUTER DA 400EURO, E SONO SOLO CON DIO ONNIPOTENTE CREATORE, E ROTHSCHILD HA TUTTI I SOLDI DEL MONDO: INSIEME A TUTTI I DEMONI DELL'INFERNO! il vero motivo: per cui, i satana: SALAFITI FARISEI MASSONI GENDER MERKEL L'ANTICRISTO MOGHERINI OBAMA GENDER SALMAN ERDOGAN SHARIA hanno aggredito Siria ed IRAQ è perché in queste NAzIoni vivevano le più antiche comunità cristiane del Pianeta, HANNO CERCATO I SATANA E I LORO MAOMETTANI: LA SINAGOGA DI SATANA, DI STERMINARE LE RADICI DEL CRISTIANESIMO!





Rodolfo Walsh. – C.I. 2845022 Buenos Aires, 24 marzo 1977.
POTREBBERO INTERESSARTI:
– Il PERONISMO (o Giustizialismo)
- John William Cooke il rivoluzionario peronista
- DESTRA, SINISTRA e l’evoluzione del pensiero politico

Fonte: Rinascita

Filed under Storia Tagged with 1976, 1977, abierta, Argentina, argentino, carta, Che Guevara, desaparecidos, dittatura, giornalista, giunta, golpe, lista, militare, Montoneros, peronismo, Rodolfo, scomparso, Videla, Walsh   
Rapimento Moro: sulla moto due agenti segreti

24 marzo 2014 Lascia un commento

“Tutto è partito da una lettera anonima scritta dall’uomo che era sul sellino posteriore dell’Honda in via Fani quando fu rapito Moro. Diede riscontri per arrivare all’altro. Dovevano proteggere le Br da ogni disturbo. Dipendevano dal colonnello del Sismi che era lì”. Enrico Rossi, ispettore di polizia in pensione, racconta all’ANSA la sua inchiesta.

L’ispettore racconta che tutta l’inchiesta è nata da una lettera anonima inviata nell’ottobre 2009 a un quotidiano. Questo il testo: “Quando riceverete questa lettera, saranno trascorsi almeno sei mesi dalla mia morte come da mie disposizioni. Ho passato la vita nel rimorso di quanto ho fatto e di quanto non ho fatto e cioè raccontare la verità su certi fatti. Ora è tardi, il cancro mi sta divorando e non voglio che mio figlio sappia. La mattina del 16 marzo ero su di una moto e operavo alle dipendenze del colonnello Guglielmi, con me alla guida della moto un altro uomo proveniente come me da Torino; il nostro compito era quello di proteggere le Br nella loro azione da disturbi di qualsiasi genere. Io non credo che voi giornalisti non sappiate come veramente andarono le cose ma nel caso fosse così, provate a parlare con chi guidava la moto, è possibile che voglia farlo, da allora non ci siamo più parlati, anche se ho avuto modo di incontralo ultimamente…”. L’anonimo fornì anche concreti elementi per rintracciare il guidatore della Honda. “Tanto io posso dire, sta a voi decidere se saperne di più”. Il quotidiano all’epoca passò alla questura la lettera per i dovuti riscontri. A Rossi, che ha sempre lavorato nell’antiterrorismo, la lettera arriva sul tavolo nel febbraio 2011 “in modo casuale: non è protocollata e non sono stati fatti accertamenti, ma ci vuole poco a identificare il presunto guidatore della Honda di via Fani”. Sarebbe lui l’uomo che secondo uno dei testimoni più accreditati di via Fani – l’ingegner Marini – assomigliava nella fisionomia del volto ad Eduardo De Filippo. L’altro, il presunto autore della lettera, era dietro, con un sottocasco scuro sul volto, armato con una piccola mitraglietta. Sparò ad altezza d’uomo verso l’ingegner Marini che stava “entrando” con il suo motorino sulla scena dell’azione.

“Chiedo di andare avanti negli accertamenti – aggiunge Rossi – chiedo gli elenchi di Gladio, ufficiali e non, ma la “pratica” rimane ferma per diversi tempo. Alla fine opto per un semplice accertamento amministrativo: l’uomo ha due pistole regolarmente dichiarate. Vado nella casa in cui vive con la moglie ma si è separato. Non vive più lì. Trovo una delle due pistole, una beretta, e alla fine, in cantina poggiata o vicino ad una copia cellofanata della edizione straordinaria de La Repubblica del 16 marzo con il titolo ‘Moro rapito dalle Brigate Rosse’, l’altra arma”. E’ una Drulov cecoslovacca, una pistola da specialisti a canna molto lunga che può anche essere scambiata a vista da chi non se ne intende per una piccola mitragliatrice. Rossi insiste: vuole interrogare l’uomo che ora vive in Toscana con un’altra donna ma non può farlo. “Chiedo di far periziare le due pistole ma ciò non accade”. Ci sono tensioni e alla fine l’ispettore, a 56 anni, lascia. Va in pensione, convinto che si sia persa “una grande occasione perché c’era un collegamento oggettivo che doveva essere scandagliato”. Poche settimane dopo una “voce amica” gli fa sapere che l’uomo della moto è morto e che le pistole sono state distrutte. Rossi attende molti mesi- dall’agosto 2012 – prima di parlare, poi decide di farlo, “per il semplice rispetto che si deve ai morti”.

POTREBBERO INTERESSARTI:
- Strategia della Tensione e False Flag
- Steve Pieczenik confessa: «Abbiamo ucciso noi Aldo Moro»
- Il documento della CIA sul rapimento Moro
- Il ruolo di Borghese in un golpe secondo un documento della CIA

Fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2014/03/23/Moro-Honda-due-007-dovevano-proteggere-Br-_10274126.html

Filed under Inchieste - Notizie, Storia Tagged with 007, agenti, Aldo, BR, brigate, CIA, Guglielmi, Honda, Moretti, Moro, moto, omicidio, rapimento, rosse, segreti, servizi, SISMI, Steve Pieczenik, via fani   
Prove tecniche di Manipolazione

18 marzo 2014 Lascia un commento
di Giovanna Canzano – Prove tecniche di manipolazione della libertà? Oggi con Grillo?
Antonio Caracciolo – Accetto le domande così come formulate, rispondenti del resto a un diffuso modo di rappresentare le cose. Devo però fare un’analisi e decostruzione della domanda stessa prima di poter rispondere, giacché sempre qualsiasi domanda condiziona in un certo qual modo la risposta che a essa si voglia dare.
Intanto, chi manipola chi? E di quale libertà stiamo parlando? Esattamente, in questo momento, ho appena finito di ascoltare una “informazione” televisiva sulle “espulsioni” di alcuni senatori. Si capisce bene come nel dare la notizia lo scopo non sia quello di informare su un fatto accaduto, ma di orientare un risultato politico che si desidera: “la perdita di pezzi del Movimento”. L’intento di chi redige la notizia è chiaro: di ridurre cioè la propensione dell’elettorato verso il Movimento, almeno quella parte influenzabile dai media stessi. Sembra quasi un’applicazione di Sun Tzu, il famoso stratega cinese del VI a.C, anziché un’informazione giornalistica. Si tende cioè a produrre confusione e smarrimento, a suscitare l’impressione di essere dalla parte perdente e quindi di arrendersi a chi viene fatto apparire come il vincitore. Insomma, l’informazione non è qui un fatto cognitivo, ma un fenomeno di psicologia sociale certamente interessante da studiare.
Prima di rispondere vorrei perciò fare una premessa che è del resto parte della risposta.
Se vogliamo parlare di “libertà” e nella specie di “libertà di stampa”, io incomincerei con il volgere lo sguardo sugli stessi media. In una precedente occasione io ebbi a distinguere fra “libertà di stampa” e “libertà di pensiero” ponendo le due cose come contrapposte e non sinonimiche o intercambiabili. La “libertà di stampa” è da noi in Italia più che altrove un esercizio di manipolazione dei fatti allo scopo di influenzare il pensiero altrui, che a causa dello scarso livello di istruzione e formazione critica si ritiene di poter condizionare con una informazione scientemente falsa, tendenziosa, partigiana. Da noi il giornalista considera se stesso principalmente come “opinionista”, dando alla sua soggettiva opinione un grande valore cui i fatti devono sottostare. Si sente una specie di sacerdote, anzi un alto prelato legittimato a sentenziare su tutto ciò che accade o non accade. Assai spesso il giornalista milita in un partito e lo si trova candidato a elezioni. Conduttori e talker televisivi passano con grande disinvoltura dai parlamenti o perfino da poltrone di governo agli studi televisivi e alla redazioni dei giornali. Non è questo chiaramente un illecito penale, ma in un tribunale come ci si può affidare ad un giudice che fino al giorno prima si conosceva come un proprio avversario politico o una controparte in un qualsiasi interesse o situazione? Come si può credere alla sua oggettività? Se il nostro fine è la pura conoscenza dei fatti e delle cose come la si può attingere da persone i cui interessi sono contrapposti ai nostri o le cui finalità consistono proprio nel condurci dove loro vogliono e dove hanno interesse che noi andiamo? Sto parlando dei giornalisti, una categoria che merita più di ogni altra di sparire non tanto per la sua inutilità ai fini della conoscenza pura del mondo delle idee platoniche, ma soprattutto per la sua pericolosità sociale e per la loro natura antidemocratica. Grazie alla rete, ognuno di noi è in grado di produrre conoscenze e di comunicarle al mondo intero. Il rispetto del principio deontologico “i fatti separati dalle opinioni” è un valore non più sentito e anzi apertamente sconfessato da quanti esercitano la professione giornalistica. Tutti i quotidiani hanno un finanziamento pubblico e dipendono dal governo o dalla proprietà dei mezzi televisivi ed è a loro che rispondono, non ai Lettori o ai cittadini utenti e abbonati a forza. Tutta questa impalcatura ha un senso e si regge in quanto i cittadini debbano essere convinti, persuasi, indotti a votare questo o quel partito, questo o quel personaggio. Dico: votare. Parlo cioè dell’istituto della “rappresentanza politica”, ritenuto cardine imprescindibile della nostra forma di democrazia. Io mi reco ogni cinque anni in un seggio elettorale e consegno la mia vita e il mio destino a personaggi che ignoro e mi ignorano. Li sollevo al di sopra di me e divento uno strumento delle loro ambizioni, della loro fortuna, del loro potere. Naturalmente, essi diranno che “servono il Paese”, ma sarebbe facile obiettare che vi è una bella differenza fra il servire comandando e disponendo della vita e degli avere degli altri e il dover ubbidire pagando le tasse e accettando ogni sofferenza, privazione e emarginazione, per non poter fare altro.
Il male in sé è dunque la “rappresentanza politica”, a prescindere che un presidente del consiglio sia migliore o peggiore di un altro: sono tutti oppressori liberi da ogni vincolo di mandato. Se ci affamano dopo averci promesso posti di lavoro, non portano mai pena e la colpa è sempre degli altri. Se vi è bel tempo primaverile, il merito è sempre loro. Questa musica cambia con il Movimento Cinque Stelle che punta alla democrazia diretta e alla mobilitazione diretta dei cittadini. Ripeto: mobilitazione diretta e non mera “partecipazione” come fatto prodromico di una nuova “rappresentanza politica”, che resta sempre quel male contro cui si è sempre opposto il pensiero anarchico. Va perciò sottolineato che il Movimento Cinque Stelle in quanto forma embrionale di democrazia diretta non è per sua natura rappresentabile. Nessuno può rappresentare il Movimento Cinque Stelle e fanno bene ogni volta gli Attivisti a precisar che parlano sempre a titolo personale. L’istituto della “rappresentanza politica” è contrario e opposto al principio della “democrazia diretta”, che per gli uni non è altro che una “utopia” impossibile, e per taluni altri addirittura una “idiozia”.  Sarà la storia di questa generazione e la lotta, anzi la “guerra”, in corso, a pronunciare il verdetto. È una scommessa che si sta giocando sotto i nostri occhi che i signori giornalisti, i media, fanno di tutto per bendare.
Grillo e Casaleggio? Il loro ruolo? Qui è un poco più difficile rispondere, ma io penso che per quanto sopra detto neppure Grillo e Casaleggio possono dire di “rappresentare” il Movimento Cinque Stelle, pur da loro fondato e creato. Non bisogna confondere la “rappresentanza” del Movimento con l’«autorevolezza» che essi hanno indubbiamente e indiscutibilmente dentro il Movimento. Ho detto: Auctoritas. Non Potestas. Non si deve confondere l’«Autorità» che a essi è riconosciuta con il concreto «Potere» di espellere un attivista o portavoce indegno del Movimento, per averne tradito i principi. Ogni entità politica (uno Stato, un partito, una chiesa, una qualsiasi associazione, ecc.) vuole esistere e conservarsi nel suo essere. E pertanto sono lecite le forme organizzative e disciplinari finalizzate allo scopo, fermo restando che esse non contrastino con norme di ordinamenti superiori.
Al momento, se ho ben compreso la struttura del Movimento, Beppe Grillo ha una sola arma a disposizione: la proprietà privata del Logo che porta il suo nome. Egli può quindi spedire una lettera raccomandata a chiunque faccia uso indebito del suo nome. Non manda a nessuno plotoni di esecuzione o squadroni della morte, ma ha il solo potere di dire: caro mio, tu da oggi non sei più autorizzato a fare uso del mio nome. Tu non rappresenti il Movimento Cinque Stelle da me fondato e di cui sono e mi dichiaro garante. Se è così e confronto la forma organizzativa del Movimento alla struttura tradizionale dei partiti, finanziati con denaro pubblico, io non riesco a immaginare un potere più blando, mite, dolce, gratuito.Giovanna Canzano 2– Quella della libertà di opinione e di pensiero  è stato oggetto di suoi studi e pubblicazioni, oggi, queste libertà le garantisce ancora la politica?

Antonio Caracciolo – In questo Paese la “politica” non ha mai garantito nessuna libertà di opinione e di pensiero, o per meglio dire: ha solo garantito e imposto un pensiero e una cosiddetta “opinione pubblica”, allineata e conformista, che meglio potrebbe essere definita “opinione pubblicata” di pochi personaggi che intendono in tal modo esercitare la loro “influenza”, per farne un partito. Non parlo a vuoto. Mi è rimasta impressa una sortita televisiva di Eugenio Scalfari, il quale tranquillamente parlava del quotidiano “La repubblica” e del fatto che esso esercita una “influenza” sui suoi lettori. Scalfari non si faceva nessuno scrupolo ad ammettere l’esistenza di un “partito” formato da quei cazzoni che comprano o leggono il quotidiano di De Benedetti non per venire informati sui fatti che accadono, ma per farsi condurre con l’anello al naso. Cito ancora una volta John Pilger, quando dice che l’informazione giornalistica e televisiva è una «emanazione del potere».
A far data dal rogo di Giordano Bruno e del processo di Galileo direi che in Italia si è totalmente incapaci di immaginarsi cosa possa essere un pensiero autenticamente libero, ma si è altrettanto feroci nel rivendicare e spacciare come “libertà di pensiero e di stampa” la propria intolleranza e i propri pregiudizi. Per esprimere questo fenomeno io uso l’espressione “antifascismo fascista”, dove ci si riferisce a una narrazione non storicamente contestualizzata di ciò che il fascismo è stato effettivamente, conoscibile solo con i metodi del lavoro storiografico, peraltro non libero e fortemente ideologizzato o marginalizzato quando esce fuori dai canoni ufficiali. Ma, pur assumendo una simile narrazione, la si contraddice poi clamorosamente, dimostrandosi apertamente “fascisti” secondo la definizione di fascismo che si è pur data. Dunque: “antifascisti fascisti”, grammaticamente un nonsenso, ma un’espressione concettualmente sostenibile, se si tiene conto della su definizione. In nome della ipervalutazione della propria “opinione” e dei propri pregiudizi si toglie la libertà agli altri, in quanto la loro “opinione” non la si riconosce come “manifestazione di un pensiero” bensì si pretende che sia un “crimine” da punire con la messa alla “gogna” e con il carcere duro, anzi con la tortura carceraria, dove capita di apprendere come una mezza dozzina di persone vengono ammassate in celle di tre metri per quattro ed il malcapitato di nulla altro è colpevole se non che di una “opinione”.

Giovanna Canzano 3- Un esempio pratico di “antifascismo fascista”?

Antonio Caracciolo – Proprio l’altra sera, su Rainews24, mi è capitato di ascoltare un’intervista a Domenico Gallo, di cui è appena uscito un libro. Gallo, che è un magistrato di Cassazione, diceva che l’attuale progetto di legge elettorale Renzi-Berlusconi è peggiore della legge Acerbo. Questa consentì al partito fascista di conquistare tutto il potere e di riformare lo stato italiano nel modo che sappiamo e che sempre vituperiamo, quando parliamo del ventennio, dove tuttavia non furono poche le cose fatte in 14 anni di potere effettivo, come si legge in un libro del compianto Alberto B. Mariantoni. L’imbarazzo del mezzo bisto di Rainews24 era davvero divertente. Cercava in tutti i modi di ridimensionare la portata delle affermazioni dell’Alto Magistrato di Cassazione, che era invece convinto e determinato nella sua affermazione.
Posso continuare ancora con un altro esempio. Il Signor Renzi fa consistere tutta la sua proposta politica nella grande trovata dell’abolizione del Senato e del bicameralismo perfetto, che era stato concepito proprio per precludere ogni possibilità di un ritorno del fascismo. Non doveva mai più succedere che con colpi di maggioranza parlamentare venisse sovvertita la natura e la forma dello stato, come era avvenuto per la nascita e avvento del fascismo in Italia e del nazismo in Germania. Da qui la rigidità della nostra costituzione, il cui contenuto essenziale non fu peraltro una “libera” espressione della volontà del popolo italiano, ma un dettato imposto dagli accordi di Yalta, dove i vincitori stabilirono che i vinti avrebbero dovuto darsi nuove costituzioni conformi agli esiti della guerra e della sconfitta subita. Le guerre non si perdono invano e chi le vince vuole eternare la sua vittoria. Non solo l’Italia ma tutta l’Europa continua a essere attraverso la NATO una terra di occupazione americana e con l’imminente Trattato transatlantico – su cui i media si guardano bene dall’informare i cittadini che sanno tutto di Dudù – verrà ad essere completo il nostro status coloniale. Le vicende in corso in Ucraina, presentate come la volontà del popolo ucraino di entrare in una opprimente e affamante Europa da dove noi cerchiamo di uscire, si spiegano con l’espansione imperiale della NATO, che tenta di mettere in scacco la Russia, con grave rischio per la pace mondiale e senza nessun utile per l’Europa.
Se si va a prendere il recentissimo libro di Alan Friedman, si apprende che nell’abitazione romana di Berlusconi, in via del Plebiscito, antistante a Palazzo Venezia, dove risiedeva Mussolini, vi è un sopramobile del Settecento con la scritta: “I vincitori scrivono la storia”. È quanto succede con l’attuale sistema dell’informazione, come abbiamo già detto. Quindi, non bisogna essere ingenui e non ci si devono fare illusioni, quando i Signori della carta stampata e dei talk show ci parlano di libertà, di democrazia, di pensiero, ecc., che verrebbe a mancare se toccano i loro privilegi o quando vengono espulsi i portavoci infedeli del Movimento Cinque Stelle, un elemento di novità e di disturbo nel sistema mediatico. Per questo lo attaccano in tutti i modi, cercando di non farlo crescere oltre il temibile 25 % al quale sarebbe ancora attestato secondo i loro stessi sondaggi e malgrado i continui attacchi.
A detta di un Mario Mauro la legge elettorale in discussione è stata concepita interamente contro Il Movimento Cinque Stelle, che si immagina al terzo posto non destinato al ballottaggio. Dunque, la guerra mediatica contro il Movimento è assai aspra, senza esclusioni di colpi e di menzogne, decisiva per la sopravvivenza di un sistema corrotto e corruttore che pretende di essere la cura di un male di cui è causa.

Giovanna Canzano 4– Grillo e Casaleggio hanno creato un movimento politico dove vige diciamo l’«Inquisizione»?

Antonio Caracciolo – Mi sembra di aver già risposto al senso di questa domanda con quanto sopra detto e illustrato. Non ripeto concetti espressi, ma integro per la parte restante. «Inquisizione» di che? Forse si intende dire che un cittadino, una volta eletto in una assemblea, se ne può tranquillamente infischiare degli elettori e degli scopi per i quali si è ottenuto il loro voto? Forse si intende dire che gli impegni e le promesse elettorali sono ordinarie menzogne “democratiche” di cui ci si può subito dimenticare appena proclamati i risultati elettorali? Non dimentichiamoci che andare in Parlamento ma anche nei Consigli regionali significa ritrovarsi un reddito mensile impensabile per i comuni mortali. E non è che la base per ulteriori scalate e privilegi. Siamo evidentemente abituati, o meglio ci hanno assuefatti all’idea che una volta eletti i signori Onorevoli sono sganciati da ogni rendicontazione non solo di carattere monetario. I media tendono ad accreditare come “libertà” questo principio di assoluta e criminale “irresponsabilità”. Agli “espulsi” del Movimento non è stata peraltro comminata nessuna sorta di fustigazione corporale, ma è stata semplicemente ed unicamente dichiarata la loro non appartenenza ulteriore al Movimento, da essi palesemente tradito o dal quale non godono più la fiducia. Nei programmi del Movimento è previsto l’istituto del recall, per il quale può essere ritirata la fiducia e il mandato ai parlamentati eletti. Questo naturalmente richiede un accurato esame di ciò che i parlamentari hanno fatto o non fatto nell’esercizio del loro mandato. È «Inquisizione» questa?

Giovanna Canzano 5- Il suddetto movimento gode di molto credito tra le masse disagiate che popolano la nostra Italia, diciamo masse che, senza un movimento a toglier loro la libertà di agire, potrebbero invadere le piazze, manifestando il loro malcontento. Cosa si aspettano dal M5S?

Antonio Caracciolo – Non mi pare esatto rappresentare il Movimento come una mera espressione, una “protesta” di disgraziati e infelici, che oltre ad essere “disgraziati” sarebbero pure stupidi non sapendo a chi dare utilmente il loro consenso, una volta esclusi i partiti tradizionali, gli unici a voler occupare la piazza e la scena: non avrai altro partito all’infuori di me! “Masse disagiate” che dovrebbero continuare ad avere fiducia in chi li ha condotti alla rovina in decenni e decenni di governi dove i “duellanti” del sistema bipolare si sono infine rivelati “compari” che a turno si spartivano privilegi e risorse di un regime consociativo, dove non vi è mai stato una vera opposizione. Questa rappresentazione del Movimento come luogo della “protesta”  che non ha “proposta”  non corrisponde alla realtà ed è dettata dalla politica mediatica sopra descritta. Il Movimento ha carattere non violento, ma questo non significa che ha carattere “reazionario” in quanto andrebbe a frenare una “santa” violenza delle “masse”, che avrebbero altrimenti manifestato il loro “malcontento” nelle piazze. L’Italia non è la Libia, o la Siria, o l’Ucraina,  dove i Governi Atlantici sobillano manifestanti ingannati o prezzolati, mettendo loro in mano le armi, per rovesciare governi legittimi. Da noi i Gasparri propongono gli “arresti preventivi” degli studenti che intendono scendere in piazza, i Gasparri immortalati con il dito medio alzato protetto da tre fila di poliziotti contro i manifestanti “eversivi”. Potrei continuare con altri esempi dell’apparato repressivo che in Italia – occupata da oltre 100 basi americane – stroncherebbe senza scrupoli qualsiasi seria insurrezione di “masse” sempre più impoverite e prive di ogni prospettiva futura. Le rivoluzioni pur legittime non sono strategicamente diverse da una guerra e non si improvvisano con assoluta mancanza di mezzi, uomini, strategie. In Italia è possibile solo una grande repressione oltre che la lenta morte per fame e per suicidio dei cittadini impoveriti e privi di prospettive. Il Movimento ha saputo dare la giusta forma alla “protesta” possibile, avendo una grandissima “proposta”, espressa nella formula “tutti a casa” ovvero “nessuna alleanza”, formule che gli “espulsi” dal Movimento hanno disatteso. A ciò si aggiunge il pragmatismo che distingue nei lavori parlamentari fra cose utili al popolo e cose inutili e dannose, approvando le une e respingendo le altre. Venir meno ai principi del “tutti a casa” e “nessuna alleanza” significherebbe tradire ancora una volta le speranze del popolo italiano.
Io credo poi che non bisogna essere necessariamente “disagiati” per accorgersi che tutto il sistema politico insediatosi dal dopoguerra ad oggi è  giunto al capolinea e che non possa offrire niente di buono. Che senso potrebbe avere un “dialogo” con “ladri” cui si imputa un ladrocinio mai cessato e rimasto intatto? L’avanzata inesorabile della crisi strutturale e permanete, non ciclica e passeggera del sistema, va producendo quella “trasmutazione dei valori” di cui parla continuamente Nietzsche in tutta la sua opera. Questa “trasmutazione” può avere un valore liberatorio, è trasversale e prescinde dal proprio status economico e sociale: chi ha la visione del giusto e del vero può bene accorgersi dell’esistenza di un Movimento popolare, portatore di vero “cambiamento” e vera speranza.  In realtà il regime ha una grande paura di un Movimento. Se si considera la vasta Astensione elettorale e il 25 % del Movimento, si tocca con mano quanto poco i partiti rappresentino gli italiani, ma grazie all’amplificazione mediatica agiscono come se tutto il Paese fosse con loro. La struttura del Movimento consente di “espellere” ogni suo membro di cui venga scoperta l’inaffidabilità e l’insincerità. Un Movimento è tale ed ha senso sono se cresce continuamente e racchiude in sé il tutto, è “ecumenico”, come ebbe a dire Grillo. I “partiti” invece sono sempre è soltanto una ristretta “parte” che può perfino trovarsi in contrapposizione con il Bene Comune e con la Salvezza nazionale. Il Signor Renzi spera di attirare a sé parlamentari ed elettori del Movimento, o meglio di togliere loro visibilità istituzionale attraverso una legge truffaldina, peggiore del Porcellum e della legge Acerbi. Nella cultura politica italiana oltre che la libertà di pensiero e di espressione manca pure il principio della coerenza, per la quale il politico che fa il contrario di ciò che ha pubblicamente detto dovrebbe avere il pudore di ritirarsi lui nella sua casa, nel suo privato senza dover essere cacciato dalle assemblee elettive, dove è indegnamente e fraudolentemente giunto.

Giovanna Canzano 6- La libertà di pensiero è molto sentita tra gli intellettuali specie nei regimi totalitari.  Con Grillo, che ha ‘plagiato’ gli aderenti al suo movimento a non esprimere le loro opinioni, si sta dando inizio ad un regime totalitario senza resistenza?

Antonio Caracciolo – Questa domanda sul “plagio” – che peraltro non è più neppure più un reato – è davvero inaccettabile. Verso Grillo vi è da parte di ogni sincero militante una grande e meritato devozione, ma non è né sudditanza né “plagio”. Se mai la domanda dovrebbe essere spedita a un altro indirizzo. Nessuno dice a Berlusconi (e ora a Renzi) di aver “plagiato” il suo elettorato, ma lo avrebbe fatto Beppe Grillo che non ha mai ricoperto nessuna carica pubblica, ma al cui “carisma” chiunque può sottrarsi più di quanto non possano i “nominati” da Berlusconi, in ultimo un Toti è stato preso direttamente dall’organico di Mediaset e spostato in politica, per fare il “consigliere politico” del Capo e Padrone. Di soldi nel Movimento non ne circolano e nessuno si arricchisce occupando posti e cariche. Appunto perché si vuol essere degni del Movimento ognuno sente la responsabilità di dare un valore aggiunto a ciò che Grillo e Casaleggio hanno creato. Personalmente, non conosco Grillo. Non ho mai parlato con lui. Seguo le sue affermazioni pubbliche e le sue prese di posizione con il massimo raziocinio critico. Ogni attivista non lesina a Beppe tutte le critiche che gli vengono in mente. Sono spesso infondate ma in tal modo si dimostra a se stessi di essere liberi nel poterle fare e si respinge qualsiasi addebito di essere stati “plagiati” o di non aver dato un’adesione consapevole e motivata al Movimento. Personalmente, non avrei alcuna remora o impedimento nel formulare rilievi critici, ma trovo sempre contenuti forti di pensiero politico in ogni affermazione di Beppe Grillo, letta nel suo contesto originale e non nelle manipolazioni e caricature fatte dai media. La mia preoccupazione, espressa più volte nei luoghi del Movimento, è che debba sorgere e svilupparsi una nuova cultura politica sulle basi pratiche e concettuali date da Grillo e Casaleggio. Il più grande pericolo del Movimento lo avremmo se dopo un certo tempo esso non fosse capace di camminare con le proprie gambe, anche quando Grillo e Casaleggio non dovessero più esserci (Dio li conservi!).  Si badi: una nuova cultura politica non in opposizione o in contrasto, ma ad integrazione in un processo continuo di sviluppo, conservando come un bene imprescindibile l’unità del Movimento e fustigando chi ad essa attenti. Quando gli attuali governi avranno finito di rovinarci e saranno fuggiti con il bottino, sarà necessaria tutta la genialità degli italiani per ricostruire dalle fondamenta un paese distrutto. Se è davvero questo lo scenario, qualsiasi “dialogo” con questi governi, qualsiasi “fiducia” in bianco non può essere altro che “connivenza” con il “nemico” e “tradimento” di quanti hanno riposto nel Movimento la loro ultima speranza. Esagero? Se altri è il Messia, ne saremo contenti e lo riconosceremo: non lo metteremo in croce. Ma poiché vediamo avanzare non il Messia ma l’Anticristo, saremmo irresponsabili a dare a questi partiti, ai Duellanti Comparu, qualsiasi apertura di credito.
Sarebbe sbagliato concepire il Movimento come qualcosa di statico e concluso. Vi è una dialettica interna, che non è quella degli “espulsi” che altro avevano in mente e che hanno tradito l’unità del Movimento. Per evitare attacchi strumentali al Movimento sarebbe opportuno che nella prossima redazione del Programma venisse incluso come punto autonomo il principio della libertà di pensiero, di espressione, di ricerca, di insegnamento, di critica politica. Non solo. Andrebbe poi fatta una accurata revisione di tutta la legislazione vigente per abrogare tutte quelle norme che di fatto ostacolano la libertà di pensiero e tutelano altri interessi su cui andrebbe fatta una seria riflessione.

Giovanna Canzano 7– La ‘rete’ –  tanto utilizzata dal Movimento Cinque Stelle – può essere lo strumento adatto per raggiungere i suoi scopi?

Antonio Caracciolo – Ci vogliono forse ancora alcuni decenni, o mezzo secolo, per valutare a pieno la rivoluzione che si avuta con la diffusione di internet, la cui tecnologia è ancora in fase di sviluppo. La differenza tra la rete e i media tradizionali è nella loro natura e nel modo in cui interagiscono o non interagiscono con i destinatari delle informazioni.
I media sono una forma di comunicazione verticale, dove il “messaggio” parte da un centro di potere e si indirizza ai molti che rischiano realmente di venire “plagiati” da informazioni false e manipolate. La rete è uno strumento di comunicazione orizzontale e interattivo, dove ognuno comunica con l’altro e dove ognuno che sia capace di produrre conoscenze può renderle immediatamente e gratuitamente disponibili non a milioni, ma a miliardi di persone, potenzialmente all’Umanità intera. I rischi che da taluni si paventano direi strumentalmente non sono diversi dal cattivo uso, anche illecito e criminale, che di qualsiasi altro portato della scienza e della tecnica si possa fare. Il “crimine” esiste solo nella “volontà” e nel “fine” illecito, mai nel “mezzo” che è in se neutro: il male non è nel coltello ma in chi se ne serve per uccidere un essere umano, per compiere un “omicidio”. Dalla rete può venire più il bene che non il male. Se si considera quanto costano le attuali elezioni politiche cartacee e quanto sarebbe facile a costi minimi trasformarle in consultazione elettroniche, ecco che la “democrazia diretta” diventerebbe una possibilità concreta e reale, non una “utopia” e meno che mai una “idiozia”. Al contrario è oggi una “idiozia suicida” continuare il sistema della “rappresentanza politica”, affidando la propria vita a chi ci ha portati all’attuale disastro.
In Italia la rete non è sviluppata come in altri paesi, ma il suo sviluppo è necessario per la crescita dell’economia e dell’occupazione. Il Movimento Cinque Stelle nasce quasi per miracolo dalla rete e si sviluppa con la rete, ma non si limita solo questo: non è una realtà virtuale, ma vi è una sostanza umana che si ritrova nelle riunioni in luoghi fisici. I nemici del Movimento scommettono e sperano in una sua rapida scomparsa, evocando il movimento di Giannini, l’Uomo Qualunque, che ebbe una fiammata e di cui oggi si sa poco o nulla.  Gli Attivisti del Movimento sono normali cittadini che non perseguono fini di potere, non cercano vantaggi e privilegi. Nella generale scomparsa dei valori si sente ancora chi pronuncia la parola patria e dichiara di essere disposto a morire per essa.
Fonte: RINASCITA
POTREBBERO INTERESSARTI:
- Perché i MASS MEDIA mentono
- Obiettivo: distruggere la famiglia
- DESTRA, SINISTRA e l’evoluzione del pensiero politico
- Rispolverare la contrapposizione fascismo – antifascismo

Filed under Controllo Sociale - Psicologia Tagged with 5 stelle, espulsioni, internet, libertà, manipolazione, mediatica, mentale, Movimento, opinione, pensiero, plagio, rete, stampa, televisione   
Il ruolo pedagogico e educativo della RAI

25 febbraio 2014 Lascia un commento

Una riflessione per l’avvenire. Andrebbe vista così la fiction “Non è mai troppo tardi”, dedicata alla figura di Alberto Manzi, il maestro che negli anni sessanta insegnò dagli schermi Rai a leggere e scrivere a milioni di italiani adulti analfabeti. La fiction, interpretata da Claudio Santamaria per la regia di Giacomo Campiotti, è trasmessa da Rai Uno il 24 e 25 febbraio in prima serata. L’esperienza televisiva di Manzi testimoniò con efficacia la vocazione educativa del servizio pubblico radiotelevisivo. Una vocazione seriamente posta in dubbio dagli sviluppi successivi del sistema televisivo, che costrinsero la Rai a competere con le tv private. Molto è cambiato dagli anni sessanta, ma i dati Auditel non consentono a nessuno di negare seriamente il persistente legame del pubblico con le reti Rai. Tutti, però, avvertono la necessità di ridefinire la missione del servizio pubblico, in un ambiente comunicativo sempre più cross-mediale. Si potrebbe cominciare a ridiscutere la missione “educativa” della televisione. Perché la funzione pedagogica della tv non è solo quella del maestro Manzi, che certo appartiene alla storia televisiva, ma è ancora ben presente oggi: sulle reti Rai e su quelle commerciali, sebbene con distinte finalità. Sono almeno due i Non-è-mai-troppo-tardi-Maestro-Manzisignificati di “tv pedagogica”. Il primo si riferisce alla televisione pubblica orientata, nei primi dieci anni della sua storia, a guidare l’audience su percorsi educativi intesi a recuperare carenze scolastiche, povertà linguistiche, sottosviluppo culturale. In seguito, il termine pedagogico designa una televisione appesantita da sistemi di controllo sul piano politico e culturale. L’avvento delle televisioni commerciali segnò, insieme alla fine del monopolio, la crisi del “modello pedagogico”. Un modello nel quale convivevano istanze educative di grande valore dal punto di vista sociale e culturale, insieme a rigide convenzioni ideologiche. Dagli anni ottanta, sotto la pressione della concorrenza, l’istanza pedagogica del servizio pubblico è apparsa un peso di cui liberarsi, per correre più velocemente nella competizione con i privati. Si assiste così a un’omologazione dei modelli televisivi pubblico e privato. Ciò ha reso più difficile nel corso degli anni distinguere nettamente i due profili televisivi, soprattutto nelle fasce orarie di maggior ascolto. La tv pubblica deve riaffermare il suo carattere educativo come un tratto distintivo: sulla base di un progetto orientato a incrementare le competenze e le conoscenze del pubblico, infantile e adulto. Anche la tv commerciale ha un orientamento pedagogico: lo assume però dal mercato. Essa forma il pubblico a una visione del mondo in cui contano i valori d’uso delle merci e il loro potere simbolico. A ben vedere, insomma, la “dimensione educativa” della tv si fa più pervasiva, sebbene meno nettamente definita. S’insinua in programmi d’intrattenimento, nello spazio dato a un argomento culturale; ed entra nelle fiction popolari, i cui protagonisti sono spesso alle prese con problemi la cui soluzione implica conoscenze e maturità di scelte. D’altro canto, i programmi di divulgazione culturale e scientifica cercano una spettacolarità che tradizionalmente non apparteneva a questo genere di trasmissioni, per lo più austere nel linguaggio e nell’impianto televisivi. Piero Angela, con i suoi programmi, dimostra che è possibile costruire un solido rapporto con il largo pubblico, facendo della cultura una forma d’intrattenimento televisivo. I canali tematici possono dare spazi impensabili alle scienze e alle arti. La televisione pubblica può ben rispondere al bisogno diffuso di “saperne di più” sul mondo che ci circonda. Con un’avvertenza: una televisione “che sa di scuola” non è televisione e non riesce a essere scuola. Inizialmente, la tv pubblica non ha fatto che “trasmettere scuola”. Ha assunto cioè la “tele-visione” come mera tecnologia, con cui riprendere e trasmettere a distanza eventi sociali, manifestazioni sportive, concerti, spettacoli teatrali e lezioni scolastiche. La televisione ha poi preso le distanze dalla scuola. Ma la Rai possiede le risorse tecnologiche e creative per elaborare un nuovo linguaggio didattico; declinato su format televisivi diversi e facendo così della divulgazione scientifica e culturale un autentico genere televisivo. Per un pubblico che di conoscenze ha bisogno più del pane.

POTREBBERO INTERESSARTI:
- Perché i MASS MEDIA mentono
- Obiettivo: distruggere la famiglia
- L’incontro nella Fragilità
- Facebook – Ambigua creazione dell’uomo

Fonte: http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=23050

Filed under Controllo Sociale - Psicologia Tagged with educativo, educazione, insegnamento, Maestro, Manzi, MASS MEDIA, MEDIA, pedagogia, pubblica, Rai, ruolo, televisione, TV   
Come nasce una dittatura in Italia

30 gennaio 2014 1 commento

nasce-dittatura-italia

Sembra quasi che la storia debba ripetersi, che il destino dell’Italia sia il dispotismo, che la natura degli italiani sia quella dei servi. Forse è così, di certo questo accade perché come ci insegnò Gramsci «la storia insegna, ma non ha scolari». Se analizziamo alcuni passi della nascita di una dittatura nota e ampiamente discussa, una storia trita e ritrita ma non completamente acquisita come “insegnamento” qual’è il ventennio fascista, e la poniamo a confronto con i recenti avvenimenti politici più significativi nella trasformazione delle nostre istituzioni, potremo scorgere delle affinità. Che sia chiaro: Mussolini acquisì il potere legalmente! Fascistizzando lo Stato italiano poco a poco, utilizzando i poteri costituzionali concessigli dal suo ruolo di governo (a cui aderirono in massa anche liberali e popolari). Il ruolo delle azioni paramilitari degli squadristi fu importante ma marginale in confronto ai poteri di cui fu dotato il suo governo. Non fu mai necessario un golpe militare! Anche oggi le istituzioni hanno cambiato volto, e lo hanno fatto a colpi di decreti e revisioni costituzionali:

1. Centralizzazione del potere nell’esecutivo e indebolimento delle prerogative del Parlamento

Il 24 dicembre 1925 Benito Mussolini approva una legge con cui si normano le prerogative del Primo Ministro e del Governo esecutivo sancendone l’assoluta preminenza rispetto alle Camere, impedendo di fatto a queste la predisposizione dell’ordine del giorno e le spogliava del potere del voto di sfiducia nei confronti dei ministri che da allora spettava solamente al Capo dello Stato: il Re.
Anche negli ultimi 20 anni della nostra Repubblica “Parlamentare” è stato rafforzato il potere esecutivo del governo esautorando col tempo la funzione legislativa del Parlamento che dovrebbe proporre e discutere le leggi, mentre di fatto è diventato l’organo che approva i decreti che emana il Governo e che da Costituzione dovrebbero essere emanati dallo stesso solo in caso di necessità ed urgenza.

2. Leggi elettorali a rafforzamento dell’esecutivo

L’abbandono del sistema proporzionale nel 1923 con la legge Acerbo che regalava un premio di maggioranza costituito nei 2/3 dei seggi alla lista che avrebbe superato il 25% costituì il pericoloso precedente per cui le opposizioni si trovarono impossibilitate a svolgere le loro funzioni (anche per quanto visto nel punto 1). Per questo e a seguito del delitto Matteotti i partiti d’opposizione abbandonarono i lavori ritirandosi sull’Aventino sperando che il Re esautorasse dal suo incarico Mussolini e riportasse il paese alle urne con il proporzionale.
Oggi stiamo assistendo ad una farsa, con questa nuova legge elettorale con le liste bloccate (non a scelta dei cittadini) con un premio di maggioranza che favorisce le coalizioni e un Presidente della Repubblica che non impedisce la deriva autoritaria del paese.

3. Riduzione del pluralismo politico

Indirizzare lo Stato verso il totalitarismo di un unico partito, di un’unica visione politica, dapprima con i punti 1 e 2, ed in seguito con la promulgazione delle leggi “fascistissime” del 1926. Oggi si assiste alla rincorsa della visione di questo “bipolarismo” che con l’attuale legge elettorale che il parlamento si accinge a votare dovrebbe garantire l’impossibilità di poter accedere alle istituzioni ai partiti fuori dalle coalizioni, e soprattutto a quelli lontani dall’ideologia comune che non fosse quella imposta dall’Europa: il neoliberismo.

4. Istituzionalizzazione di apparati ideologici

Per il fascismo si trattò della milizia squadrista, istituzionalizzata e resa legale con la costituzione di un reparto paramilitare di camice nere con poteri regolamentati da norme statali, così come fu anche l’inserimento nell’arco istituzionale del Gran Consiglio Fascista, definitivamente riconosciuto come organo supremo nelle stesse leggi fascistissime del 1926.
Per il liberismo invece si tratta della destatalizzazione forzata (privatizzazione) dei settori strategici del mercato, il rafforzamento delle politiche d’austerity con l’inserimento in Costituzione del pareggio di bilancio (senza approvazione popolare) e l’implementazione del potere bancario anche con la recente ricapitalizzazione di Bankitalia che rende ulteriormente più complicato un futuro sganciamento dall’euro e quindi pone un’altro mattone nel già imponente muro che ci divide dalla sovranità monetaria.

5. Distruzione del potere sindacale

Il fascismo impedì la costituzione di sindacati che non fossero riconosciuti dal governo e vietò lo sciopero. Oggi i sindacati esistono ma in gran parte sono mera espressione degli stessi partiti che colpiscono i diritti dei lavoratori. Non un solo sciopero generale è stato organizzato dall’inizio della crisi!

6. Imposizione del bavaglio all’opposizione

Quanto già detto relativo alle riforme fasciste è sufficiente, resta solo da aggiungere il veto imposto ai giornali dal regime e la cancellazione delle associazioni non riconosciute dallo stesso. Il giornalismo in Italia come nel resto dell’occidente non è imposto al silenzio con la forza ma con la legge del mercato: a parte rari casi, la maggioranza dei giornali sopravvive grazie a finanziamenti pubblici, finanziamenti partitici o di colossi industriali che ovviamente ne limitano il carattere indipendente (vedi: Perchè i Mass Media mentono). Per quanto riguarda l’opposizione, il suo ruolo è ben definito nella Costituzione, ma la cosiddetta “ghigliottina” messa in atto per la prima volta dalla Presidente alla Camera Laura Boldrini, ha costituito un pericoloso precedente. Infatti è uno strumento utilizzabile dal Presidente della Camera a sua discrezione per casi di urgenza e che permette di mettere fine all’ostruzionismo per poter mettere immediatamente ai voti un decreto. Questa pratica è stata utilizzata per impedire all’opposizione di contestare un decreto in cui apparivano due argomenti del tutto differenti: Imu e ricapitalizzazione di Banca d’Italia. Altro che urgenza! In futuro cosa accadrà? Ogni volta che apparirà un decreto e l’opposizione intende contestarlo verrà nuovamente esautorata? Il suo compito ne sarà completamente snaturato.

7. Flessibilità costituzionale

Imporre l’ordinamento fascista non fu complicato per una forza politica così forte e con un Re compiacente alle sue spalle, questo perché lo Statuto Albertino allora in vigore era una costituzione flessibile, era infatti modificabile con legge ordinaria! Fu probabilmente per questo motivo che i nostri Padri Costituenti ci dotarono nel secondo dopoguerra di una Costituzione semi-rigida. La sua rigidità impedisce al legislatore di modificare le basi del nostro diritto senza una forte approvazione in entrambe le camere  (2/3 dei voti) o senza l’approvazione con referendum popolare. Questo importante principio è sancito dall’art. 138 della Costituzione che oggi si vorrebbe modificare. Considerate voi di adottare una costituzione flessibile in un paese il cui potere legislativo non appartiene più al Parlamento ma ad un Governo che può essere nominato dal Presidente della Repubblica in base al volere della Commissione Europea (i cui membri non sono eletti dal popolo) come è successo per Mario Monti.

Il 2014 con queste riforme può rappresentare il punto di non ritorno per una democrazia morente in un paese di cittadini lobotomizzati. Ed oggi come allora coloro che si oppongono all’instaurazione di un regime vengono screditati e definiti “eversivi”. Meditate gente, meditate.

Alberto Fossadri
POTREBBERO INTERESSARTI:
- Napolitano e la Turchia nell’Europa. Cosa si è dimenticato?
- DESTRA, SINISTRA e l’evoluzione del pensiero politico
- La critica: M5s vota sul reato di clandestinità
- DEMOCRAZIA? In Europa non esiste

Filed under Politica - Economia, Storia Tagged with Alberto, art 138, costituzione, dittatura, esecutivo, fascismo, Fossadri, ghigliottina, governo, italia, leggi, nascita, Parlamentare, potere, Presidente, repubblica   
Napolitano e la Turchia nell’Europa. Cosa si è dimenticato?

29 gennaio 2014 Lascia un commento

Il Presidente Giorgio Napolitano in Turchia, al fianco del Presidente Gul, ha espresso parole amichevoli e incoraggianti per gli interessi del paese asiatico. Si asiatico! Perchè sebbene la geografia potrebbe dare alla Turchia qualche diritto per il suo ingresso nell’Unione Europea, le sue politiche e le sue azioni sono degne di un paese mediorientale che nulla hanno a che vedere con l’etica delle costituzioni degli stati europei. Certo le nostre nazioni non sono proprio santarelline, ma occorre fare il punto della situazione su alcuni aspetti.

Napolitano, così come tutte le nostre figure istituzionali, si sono sciaquati la bocca: giusto due giorni or sono indossavano il kippah ebraico sul capo e presenziavano a tutte le cerimonie di commemorazione della Shoah, vibrando discorsi toccanti e decisi sulla condanna dei genocidi e sulla ferma sicurezza che MAI PIU’ eventi simili abbiano a ripetersi; ebbene! Oggi, quei discorsi non valgono nulla di fronte a quello stesso Presidente che si inchina ad un popolo che a distanza di 100 anni esatti non riconosce le proprie responsabilità sul genocidio degli armeni (più di 1 milione di morti) e vieta sul proprio territorio qualsiasi manifestazione a ricordo di quella tragedia. No Presidente, le sue parole non valgono, perchè quella Turchia «il cui posto è nell’Europa» secondo lei, è lo stesso paese che da decenni sta perpetrando l’oppressione del popolo curdo e attua da sempre verso di loro una politica discriminatoria: rapimenti, pestaggi e violazioni dei diritti più elementari sono all’ordine del giorno, tanto da aver scatenato una risposta popolare con la costituzione di un esercito di, chiamiamoli “terroristi” per farle piacere, del PKK che conta più di 8 mila iscritti.

Il muro che divide Nicosia in due

Presidente, le ricordo che le sue parole potrebbero anche aver offeso due paesi che membri dell’Unione Europea lo sono già: Grecia e Cipro. Il primo perchè subisce sempre pressioni dalla Turchia per le sue pretese territoriali, tra cui Rodi e il suo arcipelago, geograficamente turco ma etnicamente greco, e ubranisticamente italiano oserei dire vista la nostra presenza trentennale… comunque un comportamento di un certo nazionalismo che l’Unione Europea sembrerebbe osteggiare nella sua nuova etica politica. L’altro paese invece è Cipro, che pur essendo geograficamente anch’esso appartenente all’asia minore è già membro dell’UE. Motivo in più per fare della Turchia un paese europeo direbbe lei. Invece caro Presidente è un elemento fondamentale per comprendere le ragioni secondo cui il paese di Ankara ed Istambul deve restarne fuori. Cipro infatti è per metà (la parte nord) occupata militarmente dal 1974 proprio dall’esercito turco. E proprio lì, alla faccia dell’integrazione e dell’accoglienza che l’Europa chiede, i turchi distruggono tutte le chiese cristiane. Di fatto a Cipro nord non ne esistono più. Sarebbe fantastica un’Unione Europea in cui uno dei paesi membri ne occupa militarmente un altro… Se poi si avverasse il sogno di Enrico Letta: gli Stati Uniti d’Europa, suonerebbe un pò come una barzelletta! Si immagina lei Presidente, se negli USA il North Carolina invadesse la Virginia?! Non so lei Presidente, ma la cosa mi fa morire dal ridere… eppure a Nicosia non ridono.
W Re Giorgio! Evviva il Re!

Alberto Fossadri
http://azioneprometeo.wordpress.com/
POTREBBERO INTERESSARTI:
- Le guerre dell’oppio e l’imperialismo britannico
- DESTRA, SINISTRA e l’evoluzione del pensiero politico
- Il paradosso dell’incostituzionalità del Porcellum
- Migrazione: la causa è nella globalizzazione dei mercati

Filed under Inchieste - Notizie, Politica - Economia Tagged with Alberto, asia, Cipro, curdi, Europea, Fossadri, Giorgio, Gul, ingresso, minore, Napolitano, PKK, Presidente, Re, Turchia, UE, Unione, viaggio   
Hanno creato l’ANTIMATERIA!

22 gennaio 2014 Lascia un commento

Si chiama Asacusa l’esperimento che, per la prima volta, è riuscito a produrre un fascio di atomi di anti-idrogeno. Il risultato è presentato in un articolo pubblicato oggi su Nature Communications, nel quale la collaborazione scientifica del Cern di Ginevra spiega di aver “isolato” 80 atomi di anti-idrogeno 2,7 metri a valle della sorgente.

“Il risultato appena pubblicato – spiega Luca Venturelli dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) di Brescia e dell’Università di Brescia, coordinatore del gruppo italiano dell’esperimento – rende molto più concreta e vicina la possibilità di realizzare misure di precisione con gli atomi di anti-idrogeno”. “E sondare le caratteristiche dell’antimateria – prosegue Venturelli – può aiutare a risolvere uno dei grandi misteri della fisica moderna: la prevalenza di materia rispetto all’antimateria nell’universo visibile”.

Una tecnica innovativa. Oggi è possibile produrre quantità significative di anti-idrogeno mescolando antielettroni (detti anche positroni) e antiprotoni a bassa energia prodotti dal deceleratore di antiprotoni del Cern. La difficoltà però sta nel mantenere gli antiatomi prodotti lontano dalla materia ordinaria, per evitare che annichilino: materia e antimateria, infatti, quando entrano in contatto si annichilano vicendevolmente. Per fare ciò gli esperimenti hanno sfruttato finora leproprietà magnetiche dell’anti-idrogeno utilizzando campi magnetici fortemente non uniformi per “intrappolare” gli antiatomi abbastanza a lungo per studiarli.

Tuttavia, i campi magnetici perturbano questi sistemi di anti-atomi compromettendo così la precisione delle misure e quindi lo studio del loro comportamento. Per consentire una spettroscopia pulita ad alta risoluzione, la collaborazione Asacusa ha sviluppato una tecnica innovativa: produrre un fascio di antiparticelle in modo da studiare gli antiatomi “in volo”, lontano dai campi magnetici. A 2,7 metri di distanza dalla sorgente, infatti, l’influenza dei campi magnetici utilizzati inizialmente per produrre gli antiatomi è piccola, quindi lo stato del sistema subisce perturbazioni minime.

Al momento del Big Bang, materia e antimateria si sono prodotte in uguali quantità. Ma noi oggi viviamo in un mondo fatto di materia e dell’antimateria primordiale non è mai stata trovata traccia. La materia ha quindi prevalso sull’antimateria e l’origine di questa asimmetria non è nota. Essendo composto da un singolo protone e un singolo elettrone, l’idrogeno è il più semplice atomo esistente e uno dei sistemi investigati con maggior precisione e meglio compreso nella fisica moderna. Confrontare atomi di idrogeno e anti-idrogeno costituisce uno dei modi migliori per eseguire test di alta precisione sulla simmetria tra materia e antimateria. Gli spettri di idrogeno e anti-idrogeno sono previsti essere identici: ogni piccola differenza tra loro potrebbe aiutare a risolvere il mistero dell’asimmetria e aprire una finestra sulla “nuova fisica”.
POTREBBERO INTERESSARTI:
-Privatizzato l’intero patrimonio genetico
-Facebook – Ambigua creazione dell’uomo
-La vera trovata di Archimede
-Percezione: la musica a 432 Hz

Fonte: http://www.ingegneri.info/antimateria-isolata-per-la-prima-volta-al-cern_news_x_21119.html